Abbiamo incontrato… EMMA!

di Berta Corvi.

 

Ieri giovedì 25 gennaio al Teatro Principe di Milano si è tenuta la conferenza stampa di Emma Marrone.

Dopo due anni di lavoro, la cantante ha presentato ufficialmente Essere qui, il suo nuovo disco che ha prodotto con Luca Mattioni.

Il suo sesto album esce proprio oggi venerdì 26 gennaio. Negli undici brani che lo compongono c’è tanto della cantante. Lei stessa li definisce “autobiografici”.

In queste canzoni l’artista sfoggia un nuovo linguaggio vocale, segno di grande personalità, e ci svela chi era, chi è e chi sarà. Ci racconta, cantandocelo alla sua maniera, il tentativo di ricercare la serenità e la gioia di averla ritrovata. Dice di scrivere a braccio per esprimere in maniera spontanea e senza fronzoli le sue emozioni. Tutto insieme o niente!

Nel rispondere ai giornalisti, Emma si è anche detta pronta ad aprire un nuovo capitolo della sua vita. Ha rivelato di sentirsi più matura, consapevole e sicura di sé e ha spiegato di aver vissuto delle esperienze che l’hanno fatta diventare ciò che è oggi, senza mai perdere il contatto con la realtà. Si ritiene una persona più luminosa, sente che c’è più luce nella sua vita. Indubbiamente ha dovuto fare delle scelte difficili, ma sono scelte sue. Sono le decisioni di una donna forte, anche se a volte sembra fragile. Ogni cambiamento necessita di tempo.

Con la sua musica vuole soprattutto fare riflettere ed essere vicina al cuore delle donne. La profondità del mondo femminile si percepisce in ogni angolo del suo Essere qui.

Le ragazze come me si intitola uno dei brani dell’album, proprio quelle ragazze che costituiscono gran parte dei fan di Emma con i quali – ha puntualizzato – il rapporto è sempre stato molto bello e finora immutato: Spesso mi sento dire che sono un esempio. È una parola che pesa molto, perché è un complimento e anche una responsabilità. Mia mamma mi ha insegnato il rispetto per gli altri e l’onestà, e attraverso la musica cerco sempre di esprimere questi insegnamenti. Le donne in questo momento stanno acquisendo più coraggio, e mi piace quando fanno gruppo e sono solidali a vicenda.”

Essere qui è, come per gli altri album, un punto di partenza. È il disco di una donna che cerca di dare il meglio di sé, di cantare l’amore e la vita, in modo trasparente e luminoso. Ogni traccia la rappresenta e mostra una femminilità concreta, carnale e ottimista.

Perché Essere qui? Il titolo di questo inno alla vita è arrivato mentre Emma leggeva un libro. Lei ha pensato: “Io sono qui, sto facendo ciò che mi piace. Sono qui, esisto, voglio vivere. Devo cambiare il modo in cui mi avvicino alle parole. Devo cambiare io … con naturalezza.”

 

Nella tracklist troviamo:

L’isola
“Un viaggio dentro se stessi, un respiro profondo e poi il salto. Raggiungere la meta prefissata con coraggio senza mai guardare indietro ma consapevoli che ci sarà sempre qualcuno pronto a prenderci la mano e a farci sentire al sicuro.”

Questo brano è in rotazione radiofonica. Mentre su Internet il video (http://vevo.ly/VPaPeb ) ha già superato i 2 milioni di visualizzazioni.

Le ragazze come me
“Un manifesto moderno per le donne della nuova generazione. Uno slogan forte come loro, sempre pronte ad amare, a combattere, a cadere e a rialzarsi.”

Sottovoce
“Racconta una presa di coscienza matura. Non sempre le cose vanno come vorremmo noi, ma solo chi non vive fino in fondo non sbaglia. Imparare a lasciare andare chi amiamo senza rancore è un grande atto di forza.”

Mi parli piano
“La complessità delle relazioni e la mancanza di comunicazione. Muri sempre più alti che ci limitano nelle nostre esternazioni e la presunzione di pensare che il tempo sarà sempre dalla nostra parte.”

Effetto domino
“Il sesso raccontato al massimo della sua accezione positiva e con un filo di ironia.

Se a volte complica le relazioni, molto spesso invece le rende migliori.”

Le cose che penso
“Essere se stessi e rivelarsi al mondo nonostante le nostre fragilità.

Un ritratto della mia anima e della mia voce sincera.”

Portami via da te
“Quanti di noi non hanno fatto di tutto per farsi amare da qualcuno?

Non è sbagliato. Ci rende umani. Poi però arriva inesorabilmente la fine.”

Luna e l’altra
“Una canzone sensuale. Una storia fatta di sguardi che dicono tutto. Due persone che si vogliono e che si studiano sotto gli occhi indiscreti di chi li circonda. Chi cederà per primo?”

Malelingue
“Non è un brano contro gli odiatori. È un manuale su come affrontarli, sempre con il sorriso sulle labbra.

Try to walking in my shoes.”

Sorrido lo stesso
“Una dichiarazione nuda e cruda di ciò che sono e della strada che ho fatto fino ad oggi per andare incontro al mio grande sogno.

Nonostante le mie debolezze e le difficoltà non ho mai mollato.

E non lo farò mai.”

È una sua canzone manifesto.

Coraggio
“L’amore poetico, viscerale e tormentato, l’amore che a volte salva e a volte ci fa perdere completamente la strada … ma tanto poi c’è il mare qui.”

Alla fine di questa canzone Emma, accompagnata da un pianoforte, vocalizza per circa due minuti senza pronunciare parole. Vale la pena ascoltarla!

 

Essere qui vanta molte collaborazioni importanti: Paul Turner, Enrico “Ninja” Matta, Lorenzo Poli, Luca Mattioni, Adriano Viterbini e Andrea Rigonat sono solo alcuni dei musicisti che hanno collaborato alla realizzazione del disco. Tra gli autori ci sono Roberto Casalino, Roberto Angelini, Giuliano Sangiorgi, Dario Faini e Nicco Verrienti, Amara, Giovanni Caccamo, Giulia Anania.

Con questi ultimi Emma ha scritto Sorrido lo stesso, brano che ha cantato durante la conferenza stampa: “È la sintesi più onesta e sincera del percorso che ho fatto da quando ho deciso di fare questo mestiere” ha detto nell’introdurre il brano, che ha tenuto a presentare dal vivo di fronte ai giornalisti.

Questi sono gli appuntamenti live di “Essere qui” che si svolgeranno nei principali palazzetti dello sport italiani, a partire dal 16 maggio:

 

16 maggio: Pala Lottomatica di Roma,

18 maggio: Mediolanum Forum di Assago (Milano),

19 maggio: Pala Alpitour di Torino,

21 maggio: Kioene Arena di Padova,

23 maggio: Nelson Mandela Forum di Firenze,

26 maggio: Pal’Art Hotel di Acireale (Catania),

28 maggio: Pala Partenope di Napoli.

I biglietti si possono acquistare in prevendita su Ticketone.it dalle ore 16.00 di oggi venerdì 26 e da lunedì 29 gennaio nei punti vendita tradizionali.

 

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 + sette =