Voce Spettacolo in London – Academy Awards, 89th Edition at the Ham Yard Hotel

di Michele Valente e Stefano Straniero.

——————–                                                                    ENG

Voce Spettacolo have attended the Oscars Academy Awards event, organized in London by the Academy of Motion Picture Arts & Sciences (Ampas), better known as the Oscar Academy, on the occasion of the 89th edition (2017).

The official event, held in London at the Soho’s Ham Yard Hotel, in conjunction with the one at the Iconic Rainbow Room in New York, has allowed all members of the Academy and other guests to follow the live telecast of the Oscar Awards, run at the Dolby Theatre in Hollywood, presented by Jimmy Kimmel.

Every year in February, the whole Film industry turns its attention to the prestigious showcase of the Hollywood Red Carpet, better known as the “Oscar Night”, the biggest international event within the industry, which sees awarded the best actors and the best movie creations and productions worldwide.

The perfecty organized party started at 10.30 pm local time, continuing up to the early hours in the morning, so to be able to follow the livecast of the awarding ceremony.

Holding champagne glasses in their hands and imagining the far and exotic Californian atmosphere, all the guests waited for the ceremony while exchanging opinions on the movies and forecasts on the main prizes.

The awesome location, enriched with lights and many Cinema themes of the present and past, within an elegant and stylish atmosphere, was provided with a few dedicated lounges and a theatre room, dedicated to the projection of the Awards event, that has been followed by more than 225 Countries in the world.

The most nominated movie has been the musical “La La Land”, that achieving 14 nominations, equals the previous records of “Titanic” and “All about Eve”. The movie has been awarded with 6 Oscar statuettes of which actress Emma Stones’ one as best actress in a leading role (completing an irresistible career path fulL of talent) and film director Damien Chazelle, who enters the history as the youngest director awarded with an Oscar. (class of ’85).

The award as best actor in a leading role goes to Casey Affleck of movie “Manchester by the sea” who overtakes the probably most expected Ryan Gosling of “La La Land”.

The Oscar as best Foreign film has been awarded by Asghar Farhadi, Iranian Director, who hasn’t attended the awarding ceremony in protest against the anti-immigration law by Trump Government.

To be mentioned also the “technical” Oscar for make-up which goes to the Italians Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregoriani. Unable to achieve the award, instead, the Italian director Gianfranco Rosi with the documentary “Fuocoammare”, nominated within the best documentaries.

Meryl Streep, with “Florence Foster Jenkins” obtains the record of 20 career nominations, absolute record.

The 89th edition of the Oscars will be remembered also because of the incredible mistaken announcement of the victory of “La la land” as best picture film, immediately denied as apparently Warren Beatty has been handed over the wrong envelope. The victory goes eventually to the film “Moonlight”.

The night of the Oscars has always been a first class world event, both for the cinema industry workers and for the externals: kids and adults, young and old, everyone loved or has loved in their own way the magic that cinema produces, that is the possibility to see and feel previously unknowm stories that thanks to a mix of emotions, colours, music and feelings enter our lives for a couple of hours, some day or maybe forever.

For a night, the public is invited to open to their own imagination and self-identification, to the comprehension of all what happens around the film camera. Suddenly, even the most iconic actors who step over that stage, become “ordinary people”, showing their inner simple side, almost in contrast with those pompous acknowledgments, fruit of their artistic path. They’re able to attract attention and touch the heart of many people.

A heartfelt thanks goes to Carola Ash, Director of Europe at the Academy of Motion Picture Arts & Sciences, who allowed Voce Spettacolo to attend the venue and let us breath a bit of the “Hollywood air” and live for a night within the magic frame of international cinema.

 

 

ITA

Voce Spettacolo ha presenziato all’evento organizzato a Londra dall’Academy of Motion Picture Arts & Sciences (Ampas), meglio conosciuta come The Oscar Academy, in occasione dell’89esima edizione della premiazione degli Oscar (Academy Awards 2017).

L’evento ufficiale, tenutosi nei deliziosi ambienti del Soho’s Ham Yard Hotel di Londra, in concomitanza con quello all’iconico Rainbow Room di New York, ha permesso a tutti i membri dell’Academy ed agli invitati, di poter seguire in diretta la cerimonia di premiazione al Dolby Theatre di Hollywood, presentata da Jimmy Kimmel.

Ogni anno a Febbraio, l’intera industry cinematografica rivolge la sua attenzione alla prestigiosissima vetrina del Red Carpet di Hollywood, notoriamente conosciuta come “Notte degli Oscar”, massimo evento internazionale del settore, che vede premiati i migliori attori, le migliori realizzazioni e produzioni di tutto il mondo.

Il party, perfettamente organizzato e’ cominciato alle 22.30 locali, protraendosi fino alle prime luci della mattina per seguire in diretta la premiazione. Con bicchieri di champagne tra le mani e le lontane atmosfere esotiche della California nella mente, i presenti hanno atteso la cerimonia, scambiando opinioni sui film in gara e pronostici sui principali premi. La suggestiva location, ricca di luci e riferimenti tematici al cinema presente e passato, in un’ambientazione raffinata ed elegante, era dotata di diverse sale, dedicate alla proiezione dell’evento, che e’ stato seguito da piu’ di 225 nazioni in tutto il mondo.

Il film piu’ nominato e’ stato il film-musical “La La Land”, che con 14 nominations eguaglia il record di “Titanic” ed “All About Eve”. Il film ha portato a casa 6 statuette, tra cui quelle di Emma Stone come migliore attrice protagonista che corona un’ascesa veloce e piena di talento e del suo regista Damien Chazelle, che entra nella storia come il piu’ giovane regista ad aver vinto l’Oscar (classe 1985).

Il premio come migliore attore va a Casey Affleck di “Manchester by the sea” che ha la meglio su Ryan Gosling.

L’Oscar come miglior film straniero va a Asghar Farhadi, regista Iraniano, non presente alla premiazione, in protesta contro la legge anti immigrazione di Trump.

Da menzionare l’oscar per il make up di “Suicide Squad” agli italiani Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregoriani. Non riesce invece a spuntarla il documentario di Gianfranco Rosi “Fuocoammare”, entrato in nomination per il miglior documentario.

Anche Meryl Streep, con “Florence Foster Jenkins” ottiene il record di 20 nominations in carriera, record assoluto.

L’89esima edizione degli Oscar sara’ anche ricordata per l’incredibile errore all’annuncio della vittoria come miglior film di “La La Land”, poi clamorosamente smentito a causa della consegna della busta errata a Warren Beatty. La vittoria va invece al film “Moonlight.

La Notte degli Oscar e’ da sempre un evento di risonanza mondiale, sia per chi lavora nell’industria cinematografica che per chi ne e’ estraneo: bambini e adulti, giovani e anziani, ognuno ama o ha amato a modo suo la magia che il cinema ci regala, cioe’ la possibilita’ di poter vedere e sentire storie sconosciute che grazie ad una mescolanza di emozioni, colori, musiche e sensazioni entrano a far parte della nostra vita per due ore, qualche giorno o magari per sempre.

Per una sera, il pubblico si concede all’immedesimazione ed alla comprensione di tutto cio’ che avviene attorno alla macchina da presa. All’improvviso, anche gli attori piu’ famosi che salgono su quell palco, diventano “umani”, mostrando il loro lato semplice, quasi in antitesi con l’altisonanza di quei grandi riconoscimenti, frutto del loro percorso artistico, in grado di calamitare l’attenzione e di toccare il cuore di tanta gente.

Un sentito ringraziamento va a Carola Ash, direttrice di Academy of Motion Picture Arts and Sciences Europa, che ha permesso a noi di Voce Spettacolo di respirare un po’ d’aria Hollywodiana e di vivere questa fantastica e magica cornice di cinema internazionale.

 

 

Do you want to advert on Voce Spettacolo?

Write to: vocespettacolo@gmail.com

Vuoi pubblicizzare la tua attività su Voce Spettacolo?

Scrivici: vocespettacolo@gmail.com

vs-offerta

Follow Me

Michele Valente

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Michele Valente è Editor in Chief di Voce Spettacolo. Laureato in Economia Aziendale all'Università di Parma, si occupa di Spettacolo e soprattutto di ambiti legati alla musica e NightLife. Una delle sue peculiarità è intervistare dj famosi nel mondo.
Michele Valente
Follow Me

Michele Valente

Michele Valente è Editor in Chief di Voce Spettacolo. Laureato in Economia Aziendale all'Università di Parma, si occupa di Spettacolo e soprattutto di ambiti legati alla musica e NightLife. Una delle sue peculiarità è intervistare dj famosi nel mondo.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 − undici =