ANDREA BOCELLI entra nella storia. N.1 anche in America

Andrea Bocelli entra nella storia con “Sì”. Il tenore conquista il n.1 della classifica degli album più venduti in America, la Billboard200. “Sì”, il disco di inediti pubblicato da Sugar, è l’album più acquistato nell’ambitissimo mercato statunitense. Questa settimana ha scalato la classifica posizionandosi davanti a “A Star is born” di Lady Gaga. Nessun italiano era mai riuscito nell’impresa. Un traguardo memorabile che si somma al primato raggiunto dall’artista qualche giorno fa con il n.1 in Inghilterra. Una doppietta storica, la prima in assoluto per un artista italiano.

Un successo che consacra ancora una volta Bocelli nell’empireo della musica internazionale: ben 8 album della carriera del tenore sono entrati nella top10 americana, considerata la ‘bibbia’ della musica mondiale, con due secondi posti, ottenuti con “My Christmas” (2009) e “Passione” (2013).

Gli Stati Uniti amano Andrea Bocelli sin dai suoi esordi con l’album “Romanza”, entrato nel 1997 nella Billboard200. Un apprezzamento poi proseguito con grandi attestati di affetto e di partecipazione: dal concerto di Central Park nel 2011 con oltre 75 mila presenze, all’apertura del Nasdaq nel 2017, fino alle celebrazioni per i Presidenti Bill Clinton, George W Bush e Barack Obama alla Casa Bianca.

Un traguardo italiano importante ed unico, ancora più prezioso perché consacra una collaborazione tra Andrea Bocelli e Sugar, etichetta ed editore musicale del tenore sin dall’inizio della sua carriera. 

Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 2 =