di Emanuela Del Zompo.

 

“Grazie mille a tutti voi che siete qui per divertirvi, cantare e chiedere insieme il rispetto dei diritti per tutte le persone, Grazie! Non smettiamo di chiedere insieme verità per Giulio e per tutte le persone che sono state private dei diritti delle libertà. Buon primo maggio a tutti!”

Paola e Claudio Regeni

 

E’ questo il messaggio toccante che Luca Barbarossa, in veste di presentatore del Concerto del Primo Maggio 2016 lancia sul palco di San Giovanni a Roma, in diretta su Rai Tre al pubblico di Roma e ai telespettatori che stanno festeggiando questa giornata davvero particolare per l’Italia e per Roma.

Tanti gli artisti che hanno voluto presenziare all’evento, tra cui Eugenio Bennato, Grignani, Enxo Avitabile, Nada, Tiromancino, Max Gazzè, Salmo, The Giornalisti, Maldestro, Tullio De Piscopo, Bugo, Capossela, Calexico, Dubiosa Kolektiv, Beppe Barra, Ambrogio Spagna, Andrea Mirò, Mau Mau, Blebla, Miele, Ninza Zilli, Fabrizio Moro, Max Paiella, Raiz Mesolella, Paolo Rossi, Skunk Anansie, Gary Gourdan, Rezophonic, Marlene Kuntz, La Banda nel Pozzo, Il Geometra, Mengoni, Bandabardò e tanti altri.

L’evento promosso da CGIL, CISL e UIL è stato sponsorizzato da Siae, Poste Italiane, Unipol, Samsung, Eni, Regione Lazio, Fiuggi, AllFoods.

Samsung lancia una campagna contro il Cynerbullismo ed il tema del bullismo. Testimonial Mariolina Simone cha ha evidenziato quali sono gli aspetti di un uso consapevole di internet delle nuove tecnologie, con il fine di sensibilizzare i più giovani

Per qualsiasi informazione o richiesta di aiuto:

NUMERO GRATUITO 3933009090

L’INDIRIZZO EMAIL:  help@Off4aday.it

 

800.000 le presenze accorse al concerton più atteso dell’anno. Non è mancato l’omaggio a Prince, scomparso nei giorni scorsi.

Capossela affida le sue parole a un messaggio su Facebook: «Mi sono affezionato al Primo Maggio fin da bambino, quando in Emilia mi raccontavano che era stata la prima festa abolita dal regime e che i fascisti usavano manganellare i cappelletti, che era uso mangiare tutti insieme per la festa dei lavoratori. Da allora l’ho sempre vissuta come un giorno di alto senso civile, perché è soprattutto nel lavoro che si misura la nostra capacità di vivere insieme. Che sia il concerto di Roma o di Taranto o di Reggio o di qualsiasi piccolo paese è importante unire le voci, nel canto, nella parola o nel silenzio, anche solo per quei cappelletti bastonati».

Paolo Rossi ha reso omaggio alla memoria del cantautore Gianmaria Testa che ha scritto un testo proprio per il concerto del 1° maggio: “Benedetta la Sicilia, per i siciliani, per la loro dedizione umanitaria, per Lampedusa a cui dobbiamo chiedere scusa: ma avete mai sentito un siciliano lamentarsi per la fatica che fanno per aiutare i migranti? E’ gente meravigliosa, cui dobbiamo moltissimo”.ll Concertone si era aperto con un omaggio a Giulio Regeni sulle note di Here’s to youdi Joan Baez, mentre una grande foto del ricercatore rapito, torturato e ucciso in Egitto riempiva il maxischermo. «C’era un ragazzo di 28 anni che come noi amava la vita e la libertà, si era laureato alla Cambridge University e aveva scelto l’’Egitto per fare il ricercatore, C’era un ragazzo che vive in ognuno di noi per chiedere giustizia e verità» ha detto Barbarossa intonando poi il pezzo insieme a Ilaria Porceddu con la Bandabardò, il primo gruppo ad esibirsi nella lunga giornata di musica sotto il titolo scelto dai sindacati Confederali “Più Valore al Lavoro: Contrattazione Occupazione Pensioni”.

Una giornata conclusa per la diretta tv con l’esibizione degli Asian Dub Foundation e dell’inedito duo formato da Gary Dourdan e Nina Zilli, della proposta etno-rock di Tullio De Piscopo e della miscela etno-reggae dei bosniaci Dubioza Kolektiv.

 

Credits: Emanuela Del Zompo

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 1 =