Coronavirus, 50 feretri al giorno al cimitero di Bergamo

Continua da giorni al cimitero monumentale di Bergamo, chiuso ai visitatori per ordinanza del sindaco, la prima del genere dal 1944, il mesto arrivo dei carri funebri. Trasportano le salme di persone decedute per coronavirus che verranno cremate. Il numero non consente soste prolungate negli obitori, così, per l’occasione, viene utilizzata la chiesa interna al campo funebre, trasformata in camera mortuaria temporanea. “Una sepoltura ogni mezz’ora”, riferiscono gli addetti ai lavori. costretti a doppi turni per accogliere 50 bare al giorno. Il forno crematorio è in funzione 24 ore su 24. Bergamo è attualmente l’epicentro del focolaio più importante della Lombardia

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × due =