Ultime ore per trattare, prima che il presidente della Repubblica riprenda le consultazioni al Quirinale. Lunedì 26 agosto è una giornata decisiva per la crisi di governo, con molti appuntamenti in agenda: un possibile faccia a faccia tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini, sollecitato da quest’ultimo; poi una riunione dei capigruppo M5s delle commissioni parlamentari e un vertice in casa Pd, nella sede del partito al Nazareno.

Ufficialmente non sono previsti incontri tra pentastellati e dem, ma non si esclude che possa esserci un nuovo colloquio tra il segretario Nicola Zingaretti e lo stesso Di Maio. 

Giuseppe Conte premier, un programma all’insegna dell’ambientalismo di politiche fiscali redistributive, ministri dem non coinvolti in precedenti esperienze di governo potrebbero essere gli ingredienti per far “digerire” alla base pentastellata una svolta giallorossa. La partita dei ministri, tuttavia, è apertissima e dipende dalla riconferma di Conte. In cambio è evidente che Di Maio sarà costretto a fare delle rinunce. Improbabile che il capo politico accetti di fare un passo indietro in prima persona, ma la permanenza di fedelissimi come Alfonso Bonafede o Riccardo Fraccaro è molto in bilico. Il Pd rivendicherebbe per sé caselle di peso come Giustizia, Economia e Sviluppo economico, mentre gli Interni restano un punto interrogativo. (Lettera43)

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto + undici =