Demi Moore, Penelope Cruz, Gia Coppola e Wim Wenders: conversazioni digitali per celebrare Venezia77

Mastercard, main sponsor della 77. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia (2-12 settembre), e orgoglioso sostenitore della magia del cinema, dei nuovi talenti, delle diverse prospettive e delle nuove avventure – invita gli amanti del cinema, gli studenti e gli appassionati ad un’esclusiva serie di conversazioni digitali, in collaborazione con La Biennale di Venezia, con alcuni delle più influenti personalità del cinema contemporaneo. Insieme scopriremo come le storie raccontate dai grandi cineasti possano avere un impatto duraturo, ben oltre il film stesso.

La passione per il cinema apre gli occhi verso nuovi mondi, nuovi temi e nuove sfide. Coloro che danno vita alla magia del grande schermo hanno la straordinaria abilità di mostrarci la vita sotto una diversa prospettiva, in modo da guidarci in un percorso nuovo o permettendoci di rivivere luoghi a noi familiari in maniera inedita. Come queste storie vengano create e godute dal pubblico cambia in base alla lente creativa dietro la macchina da presa e all’ambiente in cui tali storie vengono effettivamente fruite. E, a differenza di altre forme d’arte, la maestà di alcune opere cinematografiche ci permette di poter vedere la realtà intorno a noi attraverso una lente diversa.

Mentre ci addentriamo in un panorama che cambia costantemente, il cinema riveste un ruolo ancor più importante.

Unisciti a Demi Moore, Penelope Cruz, Gia Coppola e Wim Wenders e ascoltali condividere i loro pensieri su come il grande cinema possa dare vita a diverse correnti di pensiero e prospettive, stimolare un’infinità di emozioni e influenzare le nostre vite fin dal momento iniziale di ogni film.

Oltre ad offrirci nuove chiavi di lettura e messaggi, il cinema ha l’enorme potere di connetterci l’un l’altro attraverso esperienze, emozioni e avventure condivise. Nel nostro appuntamento “Life Through a Different Lens: Contactless Connections” esploreremo il ruolo del regista, dell’attore e del cineasta e di tutti coloro che ruotano attorno al mondo del cinema nel costruire storie che non solo ci aiutano a cogliere le diverse sfumature di una realtà cangiante, ma che ci permettono di connetterci a nuovi e diversi mondi, ricchi di opportunità davvero priceless.

“I film hanno davvero la forza di ispirare, informare, educare ed emozionare. Siamo orgogliosi di proseguire la nostra solida partnership con La Biennale di Venezia, poiché insieme abbiamo l’obiettivo di aiutare le persone a sbloccare e vivere il potere del cinema. Con questa opportunità, stiamo avvicinando le persone alle loro passioni, connettendole a momenti priceless in cui possano ascoltare ed essere ispirati dalle parole di leggende ed icone del mondo del cinema. Ora più che mai, è tempo di addentrarsi all’interno di storie straordinarie e condividere le esperienze per poter vedere la vita sotto una diversa prospettiva” – ha dichiarato Rose Beaumont, Senior Vice President Business Enablement and Europe Communications, Mastercard.

“Mai come quest’anno, acquista valore ogni iniziativa intesa a far scoprire o ritrovare il piacere di andare al cinema, dopo tanti mesi di isolamento casalingo, anche semplicemente aiutandoci a riaffermare il valore che attribuiamo ai film e al posto che occupano nella nostra vita. E‘ pertanto con vero piacere che saluto la proposta di Mastercard, che offrirà a chi segue le attività di Biennale, della quale è partner, l’opportunità di entrare in contatto con alcuni protagonisti del cinema contemporaneo, per scoprire le ragioni della loro passione, le scelte della loro carriera, le radici del loro amore per il cinema. Alimentando così di nuovi contenuti anche la nostra di passione, che del cinema non può fare a meno” ha commentato Alberto Barbera, Direttore artistico della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

I PROTAGONISTI

Candidata al premio Golden Globe, Demi Moore è una delle attrici più affermate del mondo dell’industry cinematografica, avendo prestato il proprio talento ad un vasto numero di produzioni sul grande e piccolo schermo, sia davanti che dietro la macchina da presa.

Ha recitato in film iconici, come St. Elmo’s Fire, About Last Night…, Ghost, A Few Good Men, Indecent Proposal, The Scarlet Letter, Disclosure e G.I. Jane. Tra i suoi ruoli più recenti, Charlie’s Angels: Full Throttle, Bobby e Margin Call. Ha diretto Segment Charlotte nell’acclamata produzione originale Lifetime Five. Nel 2019, la sua autobiografia Inside Out è entrata a far parte dei New York Times Best Seller. Demi Moore è co-fondatrice di Thorn, una organizzazione no-profit che si occupa di sviluppare tecnologie che proteggano i bambini da abusi sessuali, sfruttamento e traffico di esseri umani.

Penelope Cruz, musa di Pedro Almodovar e indimenticabile protagonista di molti film diretti da Woody Allen, Ridley Scott, Kenneth Branagh, Olivier Assayas, Fernando Trueba e Bigas Luna. Ha vinto un Academy Award come Miglior Attrice Protagonista e un BAFTA per la sua straordinaria performance in Vicky Cristina Barcelona, oltre ad aver ricevuto molte altre candidature, tra cui quattro ai Golden Globe. Ha ricevuto un Cèsar onorario e il riconoscimento come Miglior Attrice al Festival di Cannes 2006 per Volver.

Gia Coppola, già salita agli onori del cinema d’autore con il suo film di debutto Palo Alto, ritorna a Venezia con Mainstream. Gia ha “respirato” cinema fin da bambina, recitando in due film di suo nonno Francis Ford Coppola, l’episodio di New York Stories e Il Padrino: Parte III, e lavorando sul set di Somewhere sotto la guida registica di sua zia Sofia Coppola, oltre ad aver operato come consulente creativa per Twixt, altro lavoro di suo nonno Francis Ford. Una donna talentuosa che ha all’attivo già numerosi cortometraggi, due lungometraggi e diversi video musicali, a testimonianza di una sua incredibile duttilità e una personalità davvero versatile.

Wim Wenders, maestro del cinema e padre del Nuovo Cinema Tedesco, regista di capolavori come Alice nelle città, Nel corso del tempo, Lo stato delle cose, Fino alla fine del mondo. Vincitore di un Premio BAFTA per Paris, Texas, per lo stesso film si è anche aggiudicato la Palma d’oro al Festival di Cannes del 1984. Wenders ha ricevuto anche il riconoscimento come Miglior Regista tre anni dopo, sempre durante la kermesse francese, per Il Cielo sopra Berlino. I suoi documentari Buena Vista Social Club, Pina e Il sale della terra sono stati onorati di tre nomination agli Academy Award come Miglior Documentario.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + 20 =