DOIT FESTIVAL | PROGRAMMA SETTIMANALE 20 | 27 MARZO AR.MA TEATRO

AR.MATEATRO

Via Ruggero di Lauria, 22 – Roma

 

Programma  

dal 15 al 27 marzo

e dal 3 al 15 aprile 2018

 

Teatro di narrazione e di impegno civile, drammaturgie originali, anteprime nazionali, adattamenti teatrali di racconti e fiabe della letteratura italiana e internazionale, performance multi-lingue e spettacoli che gettano uno sguardo profondo, e a tratti dissacrante, su temi esistenziali e sociali della quotidianità e della nostra Storia.

Sono questi i protagonisti della quarta edizione del DOIT Festival | Drammaturgie Oltre il Teatro che intraprende una nuova sfida all’interno del panorama teatrale romano a partire da giovedì 15 marzo e fino al 27 marzo e dal 3 al 15 aprile 2018 presso l’Ar.Ma Teatro di Roma.

Autoprodotto dall’Associazione culturale ChiPiùNeArt, senza finanziamenti, il festival, in stretta connessione con il concorso di drammaturgia contemporanea LARTIGOGOLO, è ideato e curato da Angela Telesca e Cecilia Bernabei per promuovere nuovi drammaturghi e compagnie indipendenti provenienti da tutta Italia, intercettare proposte creative di qualità nelle realtà “periferiche” che trovano sempre meno luoghi di accoglienza e valorizzare la simbiosi tra messinscena e scrittura per il teatro.

In programma una proposta, non solo teatrale, ma più ampiamente culturale e letteraria con otto spettacoli in concorso, tre eventi fuori concorso, incontri con le compagnie aperti al pubblico e alla critica e presentazioni editoriali dei testi vincitori dellARTIGOGOLO 2017 e del DOIT Festival 2017, editi dalla ChiPiùNeArt Edizioni, all’interno della collana teatrale Le Nebulose.

Ogni sera al pubblico sarà proposta un’occasione di confronto con la critica e le compagnie durante i dibattiti dopo lo spettacolo e ciascuno spettatore potrà esprimere un giudizio insieme alla giuria di esperti. Particolare riguardo è assegnato ai giovani spettatori ai quali sono riservati abbonamenti ridotti e la possibilità di entrare a far parte della Giuria Giovane, che decreterà un premio speciale assegnato ad uno degli spettacoli in concorso.

 

Di seguito il programma completo

 

15-16 marzo | ore 20.45

 

QUESTA È CASA MIA

drammaturgia | regia Alessandro Blasioli

con Alessandro Blasioli

supervisione artistica Giancarlo Fares

disegno luci Viviana Simone

scene Alessandro Blasioli, Andrea Frau

Miglior Interprete Maschile Premio NUOVOImaie – Festival Dominio Pubblico, Roma – 2017

Miglior Corto teatrale – Festival Inventaria, Roma – 2016

 

Mediante la tecnica del Teatro di Narrazione e l’utilizzo di una scenografia scarna sono raccontati, attraverso gli occhi del giovane Paolo, i momenti successivi al sisma dell’Aquila e le scelte dello Stato per farvi fronte: gli hotel della costa, le tendopoli ed il progetto C.A.S.E., il Movimento delle Carriole, le New Town. Un punto di vista nuovo che avvicina il pubblico alla realtà aquilana, evidente vittima dell’inefficienza della macchina statale, prima ancora che della Natura.

Uno spettacolo di Alessandro Blasioli | ABRUZZO

 

17 marzo ore 20.45 | 18 marzo ore 17.30 | EVENTO OSPITE

 

REGINE SORELLE

drammaturgia | regia Mirko di Martino

con Titti Nuzzolese

 

Un monologo di teatro brillante che racconta le vite parallele di Maria Antonietta e Maria Carolina d’Asburgo utilizzando una chiave pop, moderna e colorata, divertente e giocosa, con un pizzico di nostalgia per un mondo irrimediabilmente scomparso. Il destino regale attendeva le due giovanissime sorelle. Due figure di donne eccezionali che scoprirono troppo tardi il vero significato del loro ruolo di regine. Intorno ad esse si muove una folla numerosissima di personaggi pittoreschi e intriganti, famosi e sconosciuti.

Produzione Teatro dell’Osso | CAMPANIA

 

20-21 marzo | ore 20.45

 

STAND BY ME. NOTTI D’AGOSTO

drammaturgia | regia Flavia Martino

con Gabriele Namio, Alessandra Barbonetti

 

Luca e Alice si conoscono da sempre: sono andati a scuola insieme e anche adesso condividono lo stesso gruppo di amici, il loro tempo libero, i loro pomeriggi fuori dagli impegni di lavoro e di studio, anche nelle calde notti d’agosto, quando la città apparentemente è vuota. Poi accade l’inaspettato e i due, per mettersi in salvo, sono costretti a nascondersi in una cantina e attendere che il peggio passi. Ma non sempre il peggio è quello che pensiamo.

Produzione Associazione Culturale Pensagramma | LAZIO

 

22-23 marzo | ore 20.45

 

APLOD

il video di un gattino puccioso può cambiarti la vita

drammaturgia Rodolfo Ciulla

con Federico Antonello, Michele Fedele, Matteo Giacotto, Giacomo Vigentini

regia collettiva  Rodolfo CiullaMichele Fedele, Matteo Giacotto, Giacomo Vigentini

voce Dalila Reas

disegno luci Giuseppe Musmarra

scenografie | costumi Sara Scodro

La Poa Officina Creativa

Spettacolo vincitore del bando “Giovani Direzioni 2017” del Centro Teatrale MaMiMò

Teatro dell’Orologio di Reggio Emilia

Spettacolo vincitore “Inserire titolo” promosso da OfmCompany di San Mauro Torinese

 

Come è possibile che nella società attuale l’aspirazione ad essere uno Youtuber sia diventata un’alternativa così allettante? Realizzare video è davvero il metodo più efficace per fare carriera e ottenere una stabilità economica? Il protagonista di Aplod viene licenziato e, spinto dal peso delle bollette e dell’affitto da pagare e stufo di vivere una vita quasi ai margini della società, decide di aprire un’associazione criminale dedita a produrre video pirata da caricare in rete per ricavarne un mucchio di quattrini.

Produzione Fartagnan Teatro | EMILIA ROMAGNA

 

24 marzo ore 20.45 | 25 marzo ore 17.30  | EVENTO OSPITE

 

ALFREDINO | L’ITALIA IN FONDO A UN POZZO

drammaturgia Fabio Banfo

con Fabio Banfo

regia Serena Piazza

Vincitore del DOIT Festival 2017

Menzione speciale Migliore Drammaturgia DOIT Festival 2017

 

Spettacolo e presentazione del volume Alfredino. L’Italia in fondo a un pozzo edito da ChiPiùNeArt

 

Lo spettacolo è il racconto della tragica vicenda del piccolo Alfredo Rampi, precipitato a trentasei metri di profondità nel pozzo di Vermicino, e dei tentativi di salvarlo nelle trentasei ore successive. Una storia che ha sconvolto il paese nel 1981, con la prima diretta no-stop a coprire un caso di cronaca, un evento mediatico che doveva documentare una storia a lieto fine e che si è trasformato in uno shock collettivo nazionale. Una storia fatta di improvvisazione, coraggio, cialtroneria, conflitti tra poteri.

Produzione Effetto Morgana | LOMBARDIA

 

26-27 marzo | ore 20.45

 

I RAN AND GOT TIRED

ispirato all’opera di Daniil Charms

regia Magnus Errboe

con Vita Malahova, Aude Lorrillard

Musiche Alberto Barberis, Aude Lorrillard

 

Spettacolo multi-lingua che porta alla luce la lotta di un artista e l’assoluta necessità di combattere per le proprie convinzioni. I Patom Theatre crea un mondo poetico attraverso l’espressione fisica, la musica e le intense immagini. Grazie ai due personaggi sconcertanti e surreali, la figura del Poeta e della Donna – musa, ombra, amore?- I Ran and Got Tired mette in mostra l’assurdità dell’esistenza di quest’autore e la tragedia della sua condizione: quella di un artista che si è sempre scontrato contro il potere e la censura, senza rassegnarsi mai.

Una produzione I Patom Theatre | PIEMONTE

 

03-04 aprile | ore 20.45

 

LE CITTÀ INVISIBILI

regia Ivan Vincenzo Cozzi

drammaturgia Isabella Moroni

con Alessandro Vantini, Roberta Lionetti, Brunella Petrini, Mariachiara Vigoriti

musiche originali Tito Rinesi

scenografie Cristiano Cascelli

costumi Marco Berrettoni Carrara con il supporto dell’atelier di Marina Sciarelli

disegno luci | suono Nino Mallia

 

Sonorità evocative, rumori di mercato e di carovane, cori classici e armonie contemporanee accompagnano le città e i dialoghi fra Marco Polo e Kublai Kan che s’attardano fra segreti, iperboli, prospettive ingannevoli, mentre attorno prende forma qualcosa di nuovo, la città perfetta. Il viaggiatore veneziano è interpretato da tre donne che rappresentano tre età, tre fasi della vita, tre provenienze, a loro volta mescolate dalle tappe dei loro viaggi interiori e fisici.

Produzione Argillateatri | LAZIO

05-06 aprile | ore 20.45

 

DOMANI I GIORNALI NON USCIRANNO

breve dramma per aeroporti

drammaturgia Veronica Raimo

regia Emilio Barone | Massimiliano Ferrari

con Alessandra Chieli

visuals Elisabeth Mladenov

musiche originali Toni Virgillito

 

Una donna ha appena perso la coincidenza per il suo volo e non sa quando potrà imbarcarsi sul prossimo. Sono mesi che si sta preparando a questa partenza: vuole essere perfetta per raggiungere l’uomo che la sta aspettando. Si troverà di fronte a elefanti nella stanza, gatti di Schrödinger, astinenza da nicotina e ai migliori dubbi della sua vita. Nell’infinito tempo dell’attesa avrà finalmente modo di perdere tutto ciò che l’ha portata fin lì, a cominciare dalla sua perfezione.

Coproduzione Compagnia Barone Chieli Ferrari -Teatro Studio Uno | LAZIO

 

07 aprile ore 20.45 | 08 aprile ore 17.30 | EVENTO OSPITE

 

RANCORERABBIA

primo movimento: vivisezione

Drammaturgia | regia Sofia Bolognini

musiche Dario Costa

coreografia | danzatore | performer Antonio Bissiri

Premio L’Artigogolo 2017 – sezione Drammaturghi in Azione

 

Spettacolo e presentazione del volume RancoreRabbia edito da ChiPiùNeArt S.r.l.s.

 

Si tratta di un primo studio, un lavoro sul Rancore come movimento che sprofonda, come limite che pesa sugli organi interni, un’impotenza generazionale che diventa autolesionismo. È un viaggio nella metropoli popolata di animali metafisici, la lotta senza eroi che si combatte negli inferi con la speranza di rievocare il fantasma – o lo zombie – della Rivoluzione. È il tentativo di raccontare questo viaggio attraverso una grammatica mista, la danza con la musica che decostruiscono la parola, o meglio agiscono su di essa chirurgicamente, sezionando e vivisezionando nel tentativo di scoprire dove conduce realmente.

Produzione bologninicosta | LAZIO

 

 

10-11 aprile | ore 20.45

 

TI SI MOJ ZIVOT

Tu sei la mia vita

drammaturgia | regia Alessandro Veronese

con Alessandro Veronese

 

Ti si moj zivot è il racconto di una guerra. Una guerra che si è combattuta pochi anni fa, vicinissima nel tempo e nello spazio. Una guerra atroce, che ha visto fratelli uccidere fratelli, frantumando l’unità di una nazione, frantumando vite, sogni, speranze. Durante la narrazione si incontrano personaggi differenti che sono rimasti schiacciati sotto il peso delle macerie, strutturali e morali, senza davvero capire cosa stesse accadendo. Sullo sfondo, quasi in controluce, le Olimpiadi invernali di Sarajevo del 1984 e i mondiali di calcio del 1990.  

Produzione Fenice dei Rifiuti | LOMBARDIA

 

12-13 aprile | ore 20.45

 

TÁLIA SI È ADDORMENTATA

regia Francesco Petti

con Cinzia Antifona, Valentina Greco, Francesca Pica

musiche Francesco Petti

scene e costumi Domenico Latronico

 

Il lavoro è incentrato su una delle versioni più antiche de La bella addormentata che ne Lo cunto de li cunti, da cui lo spettacolo è tratto, è intitolata Sole, Luna e Tàlia. Nella messa in scena vi è un continuo scambio di ruoli tra le tre attrici, un meccanismo da giostra, un espediente teatrale che cela il compito più profondo della fiaba e del teatro ovvero di essere uno specchio per chi legge, ascolta, guarda, viaggiando tra figure misteriose, fosche peripezie, storie d’amore, loschi tranelli e buffi servitori.

Produzione PolisPapin e Ygramul Teatro | LAZIO

 

14 aprile | ore 18.00 | ingresso libero

 

APERITIVO CON L’EDITORE

 

Presentazione del volume Marmellata d’arance di Anna e Rosalia Messina

Vincitore del Premio L’Artigogolo 2017 | scrittori per il teatro | categoria drammaturghi esordienti

 

Oltre alla presentazione dell’opera vincitrice dell’Artigogolo 2017, pubblicata all’interno della collana Le Nebulose, edita da ChiPiùNeArt S.r.l.s., saranno presenti altri autori che dialogheranno col pubblico e leggeranno stralci delle loro opere.

Tra gli ospiti: Maria Pia Brunelleso, poetessa, Livio Curatela, scrittore, Alma Daddario, drammaturga, Adele Costanzo, Direttore Editoriale ChiPiùNeArt, Cecilia Bernabei, curatrice della collana Le Nebulose.

Gran festa per il quinto compleanno dell’associazione ChiPiùNeArt con giochi letterari e piccolo rinfresco offerto dalla Direzione Artistica del DOIT Festival e L’Artigogolo.

 

15 aprile | ore 17.00 | ingresso libero

 

CERIMONIA DI PREMIAZIONE

 

Premiazione dei vincitori e dei menzionati | DOIT Festival, Drammaturgie Oltre Il Teatro, IV edizione 2018. Presenzierà la giuria.

Premiazione dei vincitori e dei menzionati | LARTIGOGOLO scrittori per il teatro, concorso di scrittura drammaturgica, IV edizione 2018. Presenzierà Massimo Gazzè Riccardi.

Al termine un piccolo rinfresco offerto dalla Direzione Artistica del DOIT Festival e L’ARTIGOGOLO.

 

La Giuria del DOIT Festival – Drammaturgie Oltre Il Teatro

 

Adele Costanzo – scrittrice, direttore editoriale ChiPiùNeArt Edizioni

Pietro Dattola – drammaturgo, regista, direttore del Festival Inventaria

Antonio Mazzucaeditore e caporedattore Teatro Roma della rivista Gufetto Magazine

Daniele Rizzo fondatore e direttore della rivista culturale Persinsala

Emiliano Russo – regista, diplomato presso Accademia D’arte Drammatica “Silvio D’Amico”, drammaturgo, vincitore del Premio Migliore Regia DOIT Festival 2016

Adriano Sgobba – critico teatrale e caporedattore della rivista Recensito, tutor del Master in Critica Giornalistica presso Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”

Silvia Siravo – attrice, diplomata presso l’Accademia D’arte Drammatica “Silvio D’Amico”

 

Docenti di scuole romane e organizzatori di progetti teatrali e culturali: Elena D’Elia, Maria Pia Iannotta e Rossella Rossi

 

La Giuria LARTIGOGOLOscrittori per il teatro

 

Massimo Gazzé Riccardi – membro onorario della giuria, Vicepresidente del Comité Européen des Journalistes, Presidente del network Arene di Roma

 

Giorgia Buttarazzi – filologa, insegnante, operatrice culturale

 

Adele Costanzo – scrittrice, Direttore Editoriale ChiPiùNeArt S.r.l.s.

 

Alma Daddario – giornalista, drammaturga, membro onorario dell’Accademia dei Sepolti, membro della giuria del premio teatrale “Ombra della Sera” per il Festival Internazionale del Teatro Romano di Volterra

 

Carla Di Donato – drammaturga, danzatrice, Dottore di ricerca in “Teatro ed Arti dello Spettacolo” presso l’Università La Sorbonne Nouvelle/Paris 3 e l’Università di Roma Tre

 

Maria Stella Di Nardo – sceneggiatrice ed editor

 

Samuel Dossi –  regista, drammaturgo, attore, Direttore Artistico del Teatro Il Moscerino di Pinerolo (TO)

 

Francesca Faiella –  insegnante, organizzatrice di eventi culturali e teatrali

 

Simona Lacapruccia – insegnante, event manager, direttore organizzativo DOIT Festival

 

Ottavia Orticello – attrice, diplomata presso l’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”

 

Annalisa Pagliuso –  insegnante, dottore di ricerca in linguistica

 

Alessia Pizzi – filologa, giornalista  pubblicista, fondatrice e direttrice del portale d’informazione “CulturaMente”

 

Giovanna Alma Ripolodocente di filosofia e storia, Presidente dell’Associazione culturale “MediterrArte

 

Angela Telescaspecializzata in storia del teatro e delle arti performative, Tecnico Esperto dell’Organizzazione degli Eventi Culturali, Ufficio Stampa Associazione ChiPiùNeArt, Direttore Artistico DOIT Festival

 

Edoardo Siravoattore, regista, doppiatore, docente dell’Accademia d’Arte Drammatica della Calabria e del C.C.C.D.S. Conservatorio Teatrale

 

DOIT Festival – Drammaturgie Oltre Il Teatro

www.doitfestival.eu

 

in collaborazione con

 

LARTIGOGOLO – scrittori per il teatro

www.artigogolo.eu

 

 

15 | 27 MARZO 2018

3| 15 APRILE 2018

 

Ar.MaTeatro | Via Ruggero di Lauria, 22 – Roma (Metro A Cipro)

 

Per info e prenotazioni: 06 3974 4093

Email: info@capsaservice.it

 

Biglietti: 12 euro intero; 10 euro ridotto; 8 euro studenti

Abbonamenti a partire da 32 euro

 

Direzione artistica DOIT Festival

Angela Telesca – angela.telesca@chipiuneart.it

Cecilia Bernabei – cecilia.bernabei@chipiuneart.it

 

Direzione organizzativa DOIT Festival

Simona Lacapruccia simona.lacapruccia@chipiuneart.it

 

Ufficio stampa ChiPiùNeArt

ufficiostampa@chipiuneart.it, 3208955984

 

Grafica e webmaster ChiPIùNeArt

Walter Mirabile walter.mirabile@chipiuneart.it

 

Si ringraziano i mediapartner

CulturaMente | Gufetto Magazine | Missioni Teatrali | Persinsala | Recensito

 

i Teatri della Rete DOIT Festival

Teatro Il Moscerino (Pinerolo – TO) | Ar.MaTeatro (Roma)|

Teatro Studio Uno (Roma) | Teatro Trastevere (Roma) |

TRAM Teatro Ricerca Arte Musica (Napoli) | Teatro dei Limoni (Foggia)

 

 

Programma seconda settimana 20 | 27 marzo 2018

AR.MATEATRO

Via Ruggero di Lauria, 22 – Roma

 

Biglietti: 12 euro intero; 10 euro ridotto; 8 euro studenti

Abbonamenti a partire da 32 euro

 

L’avventura del DOIT Festival – Drammaturgie Oltre Il Teatro continua ad appassionarci con le proposte teatrali delle compagnie indipendenti provenienti da tutta Italia.

Debutti e anteprime nazionali, lavoro ai tempi di Youtube, cronaca italiana e performance multi-lingue d’ispirazione surrealista sono i protagonisti della seconda settimana del festival, autoprodotto dall’Associazione culturale ChiPiùNeArt, in stretta connessione con il concorso di drammaturgia contemporanea LARTIGOGOLO, ideati e curati da Cecilia Bernabei e Angela Telesca per promuovere nuovi drammaturghi, intercettare proposte creative di qualità nelle realtà “periferiche” che trovano sempre meno luoghi di accoglienza e valorizzare la simbiosi tra messinscena e scrittura per il teatro.

In programma una proposta, non solo teatrale, ma più ampiamente culturale e letteraria con spettacoli in concorso, incontri con le compagnie aperti al pubblico e alla critica e presentazioni editoriali dei testi vincitori dellARTIGOGOLO 2017 e del DOIT Festival 2017, editi dalla ChiPiùNeArt Edizioni, all’interno della collana teatrale Le Nebulose.

Sabato 24 e domenica 25 marzo, ospite della rassegna lo spettacolo Alfredino. L’Italia in fondo al pozzo della compagnia lombarda Effetto Morgana, vincitrice del DOIT Festival 2017. In occasione dello spettacolo sarà presentata l’omonima monografia del testo edita da ChiPiùNeArt Edizioni.

Ogni sera al pubblico sarà proposta un’occasione di confronto con la critica e le compagnie durante i dibattiti dopo lo spettacolo e ciascuno spettatore potrà esprimere un giudizio insieme alla giuria di esperti.

 

Martedì 20 e mercoledì 21 marzo ore 20.45

STAND BY ME. NOTTI D’AGOSTO

drammaturgia | regia Flavia Martino

con Gabriele Namio e Alessandra Barbonetti

Produzione Associazione Culturale Pensagramma | LAZIO

 

Prima assoluta nazionale

 

“Quando smettiamo di essere umani, di ascoltare e curare le nostre crepe. Tutti possono sembrare nostri nemici”

 

Una storia semplice che mette l’amicizia a dura prova. Due giovani, Luca e Alice, che si ritrovano in una situazione estrema e danno libero sfogo ai loro pensieri e alle loro peggiori inclinazioni.

Luca e Alice si conoscono da sempre: sono andati a scuola insieme e anche adesso condividono lo stesso gruppo di amici, il loro tempo libero, i loro pomeriggi fuori dagli impegni di lavoro e di studio, anche nelle calde notti d’agosto, quando la città apparentemente è vuota. Poi accade l’inaspettato, forse una strage, e i due, per mettersi in salvo, sono costretti a nascondersi in una cantina e attendere che il peggio passi. Ma non sempre il peggio è quello che pensiamo.

Il racconto esula dal discorso uomo/donna: i personaggi potrebbero essere anche dello stesso sesso. La guerra, quella che conosciamo, non nasce solo per il desiderio di dominare. La guerra che vediamo intorno a noi spesso nasce dalla perdita di umanità, unico e vero centro dell’uomo. Quando smettiamo di essere umani, di ascoltare e curare le nostre crepe, come dice Luca, smettiamo anche di guardare gli altri, di ascoltarli, di vederli. Cominciamo a vivere in un mondo popolato di ombre e tutto diventa più difficile e doloroso.

 

Giovedì 22 e venerdì 23 marzo ore 20.45

APLOD

Il video di un gattino puccioso può cambiarti la vita

 

drammaturgia Rodolfo Ciulla

con Federico Antonello, Michele Fedele, Matteo Giacotto, Giacomo Vigentini

regia collettiva Rodolfo Ciulla, Michele Fedele, Matteo Giacotto, Giacomo Vigentini

voce Dalila Reas

disegno luci Giuseppe Musmarra

scenografie | costumi Sara Scodro

realizzazione scenografie La Poa Officina Creativa

Produzione Fartagnan Teatro | EMILIA ROMAGNA

 

Spettacolo vincitore del bando “Giovani Direzioni 2017” 

del Centro Teatrale MaMiMò Teatro dell’Orologio di Reggio Emilia

Spettacolo vincitore “Inserire titolo” promosso da OfmCompany di San Mauro Torinese

 

 

Come è possibile che nella società attuale l’aspirazione ad essere uno Youtuber sia diventata un’alternativa così allettante? Realizzare video, anche in modo amatoriale, è davvero un metodo molto più efficace per fare carriera e ottenere una stabilità economica? Il sogno di un contratto a tempo indeterminato e di uno stipendio fisso è stato surclassato dal brivido di ottenere un milione di like?

In un futuro non troppo lontano, il governo ha dichiarato illegale produrre e caricare in internet materiale video. Siti come YouTube sono stati chiusi e dichiarati fuorilegge. Nei meandri del web, però, esistono siti pirata dov’è ancora possibile condividere video. Il più famigerato di tutti è APLOD, dove un videomaker può guadagnare un sacco di soldi caricando il video divertente di un gattino. In questo mondo, a metà fra un romanzo di G. Orwell e una sceneggiatura dei fratelli Cohen, dove tutti sono dediti al lavoro, il nostro protagonista viene licenziato, spinto dal peso delle bollette e dell’affitto da pagare e stufo di vivere una vita quasi ai margini della società, decide di aprire un’associazione criminale dedita a produrre video pirata da caricare in rete per ricavarne un mucchio di quattrini.

Una commedia nera, ricolma di riferimenti alla cultura pop 2.0, che gira attorno al mondo paradossale – ma ormai essenziale – del video sharing. 

 

Sabato 24 ore 20.45 e domenica 25 marzo ore 17.30

EVENTO OSPITE | SPETTACOLO E PRESENTAZIONE EDITORIALE

 

ALFREDINO – L’ITALIA IN FONDO A UN POZZO

 

da un’idea di Fabio Banfo e Serena Piazza

regia Serena Piazza

drammaturgia Fabio Banfo

sound design Fabio Cagnetti

Produzione Effetto Morgana | LOMBARDIA

 

Vincitore del DOIT Festival 2017

Menzione speciale “Migliore drammaturgia DOIT Festival 2017”

 

Lo spettacolo è il racconto della tragica vicenda del piccolo Alfredo Rampi, precipitato a trentasei metri di profondità nel pozzo di Vermicino, e dei tentativi di salvarlo nelle trentasei ore successive. Una storia che ha sconvolto il paese nel 1981, con la prima diretta no-stop a coprire un caso di cronaca, un evento mediatico che doveva documentare una storia a lieto fine e che alla fine si è trasformato in uno shock collettivo nazionale. Una storia che assomiglia a mille altre storie italiane, fatta di improvvisazione, approssimazione, coraggio, cialtroneria, conflitti tra poteri, politica, vanità, avente come protagonisti macchiette, nani, acrobati, eroi, mezzibusti, politici… come se quel pozzo avesse avuto il potere di risucchiare in un gorgo tutto il paese per poi risputarlo fuori sempre uguale a se stesso, eppure per sempre mutato. Per molti dei commentatori dell’epoca quell’evento segnò un punto di non ritorno, una sorta di svolta. In quegli anni nasceva la Tv privata. Si realizzava quel mutamento antropologico che Pasolini (morto lo stesso anno in cui nasceva Alfredino) aveva profetizzato.

Il personaggio centrale è Alfredino, quel bambino perduto, come fosse l’anima dell’Italia, inghiottita dal buio, perduta per sempre, per sempre incastonata in un diamante, come il blocco di ghiaccio azotato in cui fu conservato il suo corpo, prima di recuperarlo dalla tenebra in cui è venuto a mancare a noi tutti (Serena Piazza).

Durante il dibattito, al termine di ciascuna replica, verrà presentato il testo “Alfredino, l’Italia in fondo a un pozzo” pubblicato all’interno della collana teatrale Le Nebulose, edita da ChiPiùNeArt Edizioni di Adele Costanzo.

 

Lunedì 26 e martedì 27 marzo ore 20.45

I RAN GOT TIRED

ispirato all’opera di Daniil Charms

 

regia Magnus Errboe

con Vita Malahova, Aude Lorrillard

musiche Alberto Barberis, Aude Lorrillard

Produzione I Patom Theatre | PIEMONTE

 

Performance multi-lingua che porta alla luce la lotta di un artista e l’assoluta necessità di combattere per le proprie convinzioni. I Patom Theatre crea un mondo poetico attraverso l’espressione fisica, la musica e le intense immagini. Lo spettacolo trova la sua ispirazione nell’autore russo surrealista Daniil Charms (1905-1942), uno degli ultimi rappresentanti dell’avanguardia russa.

Per mezzo di due personaggi sconcertanti e surreali, la figura del Poeta e della Donna – musa, ombra, amore – lo spettacolo mette in mostra l’assurdità dell’esistenza di quest’autore e la tragedia della sua condizione: quella di un artista che si è sempre scontrato contro il potere e la censura, senza rassegnarsi mai. Dietro questa apparente vita drammatica si nasconde un umorismo profondo. Un’ironia salvifica, che crea uno sfasamento surreale e aiuta ad alleggerire gli argomenti pesanti dell’esistenza: la vita, la morte, l’amore. Finché ne possiamo ridere, siamo in salvo.

Uno spettacolo acido di verità e crudo di realismo. Un inno alla perseveranza. Una tenacia che è motore di una forza vitale inspiegabile e inestinguibile: perché continuare a condurre una pallida e vana esistenza? Quali sono le ragioni per cui vogliamo stare in vita?

 

DOIT Festival – Drammaturgie Oltre Il Teatro

www.doitfestival.eu

 

in collaborazione con

 

LARTIGOGOLO – scrittori per il teatro

www.artigogolo.eu

 

 

15 | 27 MARZO 2018

3| 15 APRILE 2018

 

Ar.MaTeatro | Via Ruggero di Lauria, 22 – Roma (Metro A Cipro)

 

Per info e prenotazioni: 06 3974 4093

Email: info@capsaservice.it

 

Direzione artistica DOIT Festival

Angela Telesca – angela.telesca@chipiuneart.it

Cecilia Bernabei – cecilia.bernabei@chipiuneart.it

 

Direzione organizzativa DOIT Festival

Simona Lacapruccia simona.lacapruccia@chipiuneart.it

 

Ufficio stampa ChiPiùNeArt

ufficiostampa@chipiuneart.it, 3208955984

 

Grafica e webmaster ChiPIùNeArt

Walter Mirabile walter.mirabile@chipiuneart.it

 

Si ringraziano i mediapartner

CulturaMente | Gufetto Magazine | Missioni Teatrali | Persinsala | Recensito

 

i Teatri della Rete DOIT Festival

Teatro Il Moscerino (Pinerolo – TO) | Ar.MaTeatro (Roma)|

Teatro Studio Uno (Roma) | Teatro Trastevere (Roma) |

TRAM Teatro Ricerca Arte Musica (Napoli) | Teatro dei Limoni (Foggia)

 

Follow Me

Vito "Nik H." Nicoletti

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Vito "Nik Hollywood" Nicoletti è Caporedattore di Voce Spettacolo. Si laurea in Giurisprudenza.
Allievo esperto di Kung Fu
Vito
Follow Me

Latest posts by Vito "Nik H." Nicoletti (see all)

Vito "Nik H." Nicoletti

Vito "Nik Hollywood" Nicoletti è Caporedattore di Voce Spettacolo. Si laurea in Giurisprudenza. Allievo esperto di Kung Fu

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × quattro =