Francesco Di Silvio onora la Lucania sul Red Carpet di Venezia72

Il produttore lucano Francesco Di Silvio torna ancora una volta sul Red Carpet di Venzia72 grazie al capolavoro firmato dal regista Amos Gitai: “The last day” ricostruisce la morte dell’uomo che aveva osato sfiorare la pace. Un successo annunciato. Ben più di trenta minuti di applausi da parte della critica e degli addetti ai lavori. Il racconto dell’assassinio del primo ministro israeliano che aveva firmato gli accordi di Oslo con Arafat, sembra davvero entrare nella storia per estrapolarne il dolore e ridonare allo spettatore l’orrore della radicalizzazione estremista che sfocia nella morte.

Il “Kumenda” porta un pezzo di Lucania nella prestigiosa rassegna cinematografica di respiro internazionale e calca quel Red Carpet, di colore rosso vivo come l’amore che porta sempre nel cuore nei confronti della sua terra natìà. L’auspicio è che Di Silvio possa riuscire a portare a compimento il progetto tanto atteso da tutti cineasti lucani: Donna Gracia, pellicola a firma del regista israeliano.

Non ci resta che attendere la proclamazione del Leone D’Oro il 12 settembre.

 

 

 

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 4 =