pablo1

Nella settimana conclusiva del Festival, nuove performance per il quartiere
Dal 25 al 29 Marzo 2015, il progetto Scena Pubblica – cultura permanente a Tor Marancia, organizzato dall’Associazione Culturale Twain, torna per portare l’arte, la musica e la danza in città.
Ad alternarsi nel grande teatro a cielo aperto di Tor Marancia saranno i concerti di Le Cardamomò, Taxi de Brousse e Ponentino Trio, lo spettacolo teatrale dei Settimo Cielo e le performance di danza contemporanea di Camilla Zecca e Pablo Tapia Leyton.
Mercoledì 25 Marzo, il concerto di Le Cardamomò, che con maschere vittoriane e strumenti antichi come il violino, il bombardino e la voce lirica, evocano atmosfere vive e il ricordo di un passato reale e allo stesso tempo immaginario.
Il weekend è ricco di spettacoli: I Taxi de Brousse proporranno brani world, folk, etno, senza contorni e senza tradizioni da difendere, interpretando con propri arrangiamenti brani tradizionali africani, maestri della musica africana contemporanea, folk inglesi, tradizionali italiani, e strumentali di propria composizione.
I Settimo Cielo porteranno in scena un reading teatrale in cui prende vita la Francia provinciale delle piccole cittadine, dietro cui si cela un mondo noir: il pubblico sarà chiamato a seguire il racconto per cogliere gli indizi che porteranno alla soluzione finale del giallo.
Domenica 29 Marzo invece spazio al folklore romano: i Ponentino Trio con il loro repertorio di canzoni romane antiche e moderne allieteranno il quartiere con il loro spirito scanzonato e goliardico. A seguire, le performance di danza con Camilla Zecca e Pablo Tapia Leyton.
Scena Pubblica è il festival che ha rilanciato la cultura e lo spettacolo nel Municipio VIII di Roma, portando il suo messaggio in luoghi non convenzionali, vicini al quotidiano di chi “vive” la città. La direzione artistica dell’iniziativa, promossa dall’ Associazione Culturale Twain, è affidata a Loredana Parrella e Marco Chenevier, nell’ambito della Rassegna “Extra in Roma”. Il progetto è finanziato da Zètema Progetto Cultura.
L’offerta è rivolta agli abitanti del quartiere, ma anche al grande pubblico: la scelta è vasta e destinata a tutte le fasce d’età; infatti tutti gli eventi e le iniziative comprendono sia attività di spettacolo dal vivo che di formazione, per bambini, adolescenti e anziani; un’occasione per far conoscere la scena contemporanea italiana, ma anche per stimolare la crescita culturale nel quartiere.
Tutti gli spettacoli e laboratori saranno gratuiti per il pubblico.


Di seguito il programma dettagliato:
MERCOLEDI’ 25 MARZO
Le Cardamomò – musica
h 11:00– Mercato Montagnola, Viale Pico della Mirandola

SABATO 28 MARZO
Taxi de Brousse – musica
h 17:00– Emmaus, Via del Casale de Merode 8
Settimo Cielo, “I casi di Monsieur M.”- teatro
h 18:30 –– Enoteca Vino Tinto, Via Salvatore di Giacomo 10

DOMENICA 29 MARZO
Ponentino Trio – musica
h 11:00– Parco della Torre, Viale Tor Marancia 29
Pablo Tapia Leyton, “Performance sulla Resistenza Urbana” – danza contemporanea
Camilla Zecca – danza contemporanea
h 12:15– Parco della Torre, Via Tor Marancia 29
Ponentino Trio – musica
h 17:00 – Centro Anziani Ceribelli, Viale Pico della Mirandola 48

Per il programma del Festival: https://scenapubblica.wordpress.com/
Il progetto è finanziato da Zètema Progetto Cultura, Roma Capitale e Roma d’Inverno 2014|2015. Con il patrocinio del Municipio Roma VIII e del Presidente Andrea Catarci.
Organizzato da Associazione Culturale Twain, fulcro delle attività di Cie Twain physical dance theatre, compagnia produzione danza, sostenuta dal MiBACT- Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, e di OFFicinaTwaIN 14/16, Officina Culturale Regione Lazio.
In collaborazione con TIDA, Teatro Instabile di Aosta.

 

Ponentino Trio
(musica)
Il repertorio del Ponentino Trio è composto delle più belle canzoni romane antiche e moderne e che comprendono brani di R. Balzani, E. Petrolini, C. Bruno, E. Di Lazzaro, R Caucci, G. Strehler, O. De Micheli, F. A. De Torres, L. L. Martelli, R. Leonardi, L. Giansanti e molti altri autori che hanno arricchito il canzoniere popolare romano, in più molti brani dal Folklore romano.Un notevole numero di stornelli a rispetto e a dispetto dalla forte carica evocativa e dalla pronunciata vena ironica completano l’atmosfera dello spettacolo. Il repertorio dei testi dell’affabulatore è basato sulle poesie dei poeti tradizionali romani: G.G.Belli, Trilussa, C. Pascarella e da alcuni contemporanei come Remo Remotti e Marcello Gazzellini. Oltre alle poesie i testi sono curati in modo da esaltare la radice della saggezza popolare attraverso i proverbi e modi di dire e da una ricerca sulla etimologia di alcuni termini in uso nella lingua romanesca attraverso i quali è reso a tutto tondo lo spirito scanzonato e goliardico degli abitanti della città dei Quiriti.
Daniela De Angelis:Cantante
Costantino Pucci:Affabulatore
Cesare Oliva:Musicista, cantante

Settimo Cielo
“I casi di Monsieur M.”
(reading teatrale)
La Parigi domestica di Maigret, con i tipici bistrot, l’appartamento di Boulevard Richard – Lenoir, la Francia provinciale delle piccole cittadine, i buoni borghesi e gli efferati assassini, le prostitute e le portinaie – figure da bestiario umano – sono i ritagli animati di una sceneggiatura perfetta, che si dipana con facilità nella mente del lettore. A questo mondo archetipico del noir, del giallo, e alla penna sincopata del suo autore, è dedicata una serie di quattro readings animati, dove due attori, con l’ausilio di una manciata di note, espresse a fior di labbra ed un corollario di suoni da vecchia trasmissione radiofonica, danno vita a utti i personaggi di altrettante inchieste criminali.I casi di Monsieur M. è una piccola biblioteca sonora.Nella semplicità della sua esecuzione entrano in gioco I registri del racconto e la performance degli attori,motore dell’azione scenica. Il pubblico è chiamato a seguire il racconto cogliendo gli indizi che porteranno alla soluzione finale, sempre imprevedibile tranne che per il commissario Maigret

Pablo Tapia Leyton
“Performance sulla resistenza urbana”
(danza contemporanea)
Performance tra danza contemporanea e acrobatica che indaga sulla resistenza e sull’inurbamento dell’essere umano.

Taxi de Brousse
(musica)
Alice Di Clementi – voce, organetto
Michele Apperti – chitarra
Marco Migliarino – basso
Mirko Teodori – batteria
Simone Di Clementi – djembe
Andrea Albanese – dunun, congas, tamburi a cornice

Taxi de Brousse è una formazione di musica world che propone brani world, folk, etno, senza contorni e senza tradizioni da difendere. Fondere sì, ma non per scoprire come si incastra la tarantella con l ’africana o il jazz con la musica brasiliana. è un progetto che non rappresenta le contaminazioni tra generi, ma direttamente la fase successiva, il risultato di esse: una miscela di quello che è stato incontrato, visto e ascoltato nelle nostre singole esperienze musicali. Ed è quello che viene espresso nei live. Questa è la sfida e il divertimento, con la sensazione che neanche quando si attraversa l’oceano per poi tornare a casa, si riescono a distinguere più le radici mediterranee da quelle africane. Il repertorio è vario per paesi, generi, autori, tempi. I Taxi de Brousse interpretano, con propri arrangiamenti sia brani tradizionali africani che maestri della musica africana contemporanea, folk inglesi, tradizionali italiani, e strumentali di propria composizione.

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 1 =