IL BARBIERE DI SIVIGLIA AL 96° ARENA DI VERONA OPERA FESTIVAL 2018

Domani sera, sabato 4 agosto alle ore 20.45 debutta il quinto titolo del 96° Arena di Verona Opera Festival 2018: Il Barbiere di Siviglia va in scena con un cast stellare nel giardino delle meraviglie ideato dal regista Hugo de Ana.

Il maestro argentino firma anche scene, costumi e luci per questo allestimento animato dalle coreografie di Leda Lojodice. La ricorrenza da celebrare con questa fastosa e divertente produzione del capolavoro rossiniano è doppia: i 150 anni dalla scomparsa del massimo compositore pesarese e i 70 anni dal debutto de Il Barbiere di Siviglia nel Festival areniano.

Per l’occasione è stato messo insieme un cast straordinario e irripetibile, guidato dal direttore d’orchestra Daniel Oren, per la prima volta impegnato nel titolo all’Arena di Verona.

La commedia di Rossini, opera buffa per eccellenza, torna nell’anfiteatro veronese per 5 recite fino al 30 agosto. L’enorme giardino incantato di de Ana, pronto a stupire con il suo labirinto di siepi e di eleganti rose rosse, è tra gli allestimenti più applauditi nella storia recente dell’Arena di Verona ed è riuscito nell’intento di offrire più spesso al grande pubblico un titolo a torto considerato inadatto agli ampi spazi dell’anfiteatro veronese e che giunge domani alla sua 43ma recita dal 1948.

Per la prima rappresentazione di domani, nell’enorme giardino incantato di de Ana torneranno, eccezionalmente insieme per la prima volta in Arena due autentiche leggende della lirica: il grande baritono Leo Nucci nei panni di Figaro – alla sua 111ma serata areniana – e il basso Ferruccio Furlanetto, da molto tempo assente nel più grande palcoscenico del mondo, che per la prima volta porta in Arena il suo Basilio.

La bella e non troppo “docile” Rosina è l’acclamatissima Nino Machaidze, mentre il Conte d’Almaviva che si innamora di lei è il tenore Dmitry Korchak, al suo esordio areniano. Ad ostacolarli c’è ovviamente il tutore Bartolo, interpretato dall’esperto buffo Carlo Lepore.

Grandi voci sono impegnate in ogni ruolo, a cominciare dall’apprezzata Manuela Custer, già Rosina a Verona, che debutta nel ruolo della governante Berta. Nel doppio ruolo di Fiorello e Ambrogio vediamo Nicolò Ceriani e in quello dell’Ufficiale Gocha Abuladze.

Il Coro preparato da Vito Lombardi è chiamato ad un doppio impegno: infatti già nel pomeriggio precedente la recita, alle 14 in Località Pozza della Stella, porta sul Monte Baldo brani del grande repertorio con il mezzosoprano Carmen Topciu, il pianista Federico Brunello e il Quintetto di Ottoni della Fondazione Arena. Alla sera, per Il Barbiere di Siviglia, ritroviamo Coro e Orchestra con il Ballo istruito da Gaetano Petrosino e i tutti complessi tecnici dell’Arena di Verona.

Per informazioni e biglietti: www.arena.it e sui social Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.

 

Biglietteria – Via Dietro Anfiteatro 6/B, 37121 Verona

tel. (+39) 045 59.65.17 – fax (+39) 045 801.3287 – email biglietteria@arenadiverona.it

Call center (+39) 045 800.51.51 – www.arena.it – Punti di prevendita Geticket

 

Prezzi da € 22,00 a € 204,00

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 9 =