IL DIARIO DI UN AMORE SENZA FINE

Di Raffaele Burgo

 

“Arrivi e ti trovi smarrito. Vaghi per ore con i pensieri annebbiati, con la paura di non ritrovare la strada, di perderti tra vicoli irregolari, con il timore che qualcosa ti crolli addosso da un momento all’altro. Poi, d’incanto, ritrovi una voglia nuova per non esserci stato prima e una condizione felice per poterci abitare per sempre.” (L. H. Stone)
Matera, la splendida Città dei Sassi, eletta Capitale della Cultura Europea 2019, ancora una volta è stata teatro di un evento meraviglioso, grazie al Maestro Rosario Antezza, cultore da anni del Kung Fu Shaolin che, con passione e serietà, è riuscito a far tornare in questo splendido gioiello il grande Shi Yan Ti, Monaco guerriero Shaolin della 34^ generazione.
Sifu Antezza e la sua Traditional Kung Fu Matera hanno sempre portato avanti un discorso improntato sul rispetto della tradizione marziale, creando un gruppo di lavoro davvero straordinario.
Sono stati due giorni grazie ai quali i partecipanti hanno avuto la possibilità di studiare e perfezionarsi con un grandissimo esperto, quale è Shi Yan Ti, il quale venerdì ha tenuto una interessante conferenza, sabato lo stage riservato ai Maestri e domenica lo stage aperto a tutti.
Ci sono amori che invadono. Perché vivono di pulsione cosmica, concentrato di forze misteriose ed occulte che riconducono alla giovinezza della terra, all’energia primigenia, alla potenza ed alla bellezza intatta dello scompiglio primordiale.
Chi, come Shi Yan Ti, ha avuto la ventura di innamorarsi delle arti marziali, avrà anche la fortuna di conoscere e vivere l’amore totale, l’amore invasivo.
Ci sono amori e amori. L’amore invasivo è terra senza vecchiaia, il giardino di un dio contadino che coltiva l’ultimo esemplare di albero ormai in estinzione sulla terra desolata: l’albero delle emozioni, i cui fiori ti sbocciano nel cuore anche in inverno. Perché le emozioni sono fiori rarissimi di un albero che quel dio contadino non coltiva per tutti, ma solo per pochi iniziati, che conosceranno la pienezza dell’amore e saranno sacerdoti che ne officeranno i riti sugli altari dello stordimento e dell’ebbrezza, dell’akmè ultimo del piacere e del mistero. Shi Yan Ti ha il privilegio di tornare, così, alla Bellezza primigenia del Kung Fu, sacerdote dell’amore del “sempre”. Ciò che conta è l’albero delle emozioni. Emozioni che prova ogni volta che pratica, ogni volta che si trova di fronte i suoi allievi, ai quali trasmette con la passione di sempre l’amore unico, invasivo per il Kung Fu e per la cultura cinese. La sua fedeltà a quest’amore è totale. Sempre.
Un grande insegnamento di umiltà e modestia lo hanno dato i Maestri Rosario Antezza della Traditional Kung Fu Matera, Giovanni Laperchia della Kwoon Tao Tai Chi Chuan Matera,Vincenzo Raimondi della Traditional Kung Fu Shaolin Tito,Carmine Padula della Asd Kung Fu Tricarico, Francesco Viti del Centro Culturale Shaolin Matera, Raffaele Burgo della Scuola Kung Fu Chuan Shen Tao, in rappresentanza di Samurai, il Maestro Vittorio Cipriani di Salerno che si sono spogliati del loro grado per mettersi in gioco e diventare semplici allievi del Monaco, nell’apprendimento della Tao Lu Shaolin Luo Han Shi Ba Shou. Gli allievi del sabato, invece, hanno studiato la Tao Lu Shaolin Da Hong Quan.
Un grazie particolare a Sifu Rosario Antezza per la sua sensibilità; grazie per questi eventi che fanno capire come l’arte marziale non può camminare in modo disgiunto dalla cultura.
Un plauso a Vito Nicoletti ed a Voce Spettacolo per la sempre squisita disponibilità.
Uno stage che, come sempre, ha fatto sì che tutti i partecipanti potessero godere di momenti altamente qualificanti non soltanto dal punto di vista prettamente tecnico, ma anche umano. Attimi che hanno trasudato tradizione e spiritualità.
Un filo ideale ha unito due culture lontane, sicchè Shaolin e Matera hanno condiviso un percorso fatto di condivisione, di amore per le arti marziali tradizionali, di amicizia, di fratellanza e di rispetto.
Ogni volta che ciò accade, la pratica marziale assolve ad un compito importante, che è quello di abbattere barriere e creare rapporti umani e tecnici di alto livello.
Semper ad maiora.

Vito
Follow Me

Vito "Nik H." Nicoletti

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Vito "Nik Hollywood" Nicoletti è Caporedattore di Voce Spettacolo. Si laurea in Giurisprudenza.
Allievo esperto di Kung Fu
Vito
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + 9 =