unnamed (1)

Il nuovo singolo della FereBandAperta è il racconto della vita del pittore Michelangelo Merisi
detto “il Caravaggio”, soprannome che da titolo al brano, in cui si ripercorrono le maggiori tappe
toccate dal peregrinaggio dell’artista (prima e dopo la fuga per scampare alla pena capitale per un
omicidio in duello) ed i suoi tormenti.
L’autore e compositore Maurizio Feregalli spiega:“Ho scritto questa canzone sul Caravaggio per
riscattarlo dalla diffusa idea di “artista maledetto” che gli si accosta. E’ certamente stata una
persona travagliata e controversa, ma ricordiamo che rimase senza genitori nè guida fin da
giovane e che i tempi non erano dei più facili. Io l’ho immaginato alla ricerca dell’amore e, alla
fine della sua vita, magari proprio sulla spiaggia su cui è morto, rammaricarsi per non essere
riuscito a “vederlo”.
Il video è stato girato con abiti d’epoca e strumenti antichi presso il Palazzo Visconti di Brignano
Gera d’Adda (Bg) ed è visibile a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=lh1Tbf7yT-s
“Il Caravaggio” è anche il titolo del tredicesimo (tra CD e raccolte) album di imminente uscita della
F.B.A. per l’etichetta On the Set. Commenta sempre Maurizio: “Come band abbiamo ripercorso in
un certo senso la sua strada: siamo partiti dal centro della Lombardia (riproponendo brani storici
e locali), per passare poi al folk del Nord Europa ed infine abbiamo travalicato i confini nazionali
arricchendoci di suoni continentali sempre con comune denominatore la riproposizione della realtà
(o di quello che già c’era e che si è perso) nel rispetto della tradizione”.
Curiosità. “Il Caravaggio” (durata: 4’10” – autore / compositore: Maurizio Feregalli) ha intro e
finale in 4/4, ma è sviluppato in stile folk-rock (con la batteria) sul ritmo antico e tradizionale di 6/8. Bio
F.B.A. (o FereBandAperta ma anche Fucina Bucolica Artistica) è un gruppo musicale del centro Lombardia
che propone musica folk-revival di ispirazione celtica. Fondata nel 1993 da Maurizio Feregalli, è composta
da otto elementi supportati da un sostanzioso gruppo di altri musicisti che collabora con loro in alcuni
progetti.
Un lavoro di ricerca sulla musica tradizionale, in particolar modo irlandese e scozzese, ne fa conoscitori e
ripropositori di questo repertorio, senza peraltro tralasciare la musica folk galiziana, bretone, occitana,
francese e mediterranea.
Lo studio di molti strumenti musicali antichi fa sì che un gran numero di essi sia utilizzato nell’esecuzione
dei brani; infatti durante i loro spettacoli possiamo vedere e sentire, oltre agli strumenti tradizionali più noti
come violino, fisarmonica, mandolino, organetto, quelli meno conosciuti in Italia come: bodhràn (tamburo
a cornice), tin e low whistles, bouzouki, cittern, ghironda, bagpipe (cornamusa scozzese) e molti altri.
Utilizzando sovente alcuni dialetti della Lombardia centrale nelle canzoni, creano un particolare mix tra i
repertori tradizionali che fondono la tradizione celtica con quella lombarda, non disdegnando le
contaminazioni con quella provenzale o iberica.
Come nelle fest-noz bretoni o le fleadh (feste) scoto-irlandesi eseguono reels, jigs e hornpipes, ma anche
polke, bourrées, contredances, branles ed altri motivi della tradizione europea.

Il Caravaggio
(Maurizio Lorenzo Feregalli mag.2013)
Se in questa vita ne avessi avuto il sentore
forse avrei rinunciato perfino ai miei occhi
e la miseria è sempre lì dietro a un muro
e così a me restavan soltanto le ombre…
Ma dopo me il colore non sarà mai più uguale,
davanti a Voi vedrete il ‘vero assoluto’
ed il tormento infernale che mi possiede
dipingerò per sempre ispirato all’Eterno…
Milano è qui e Caravaggio nel nome,
ma io “maledetto” avrò mai pace e fortuna?
Se solo avessi potuto capire…
E pensare che sognavo l’Amore…
Le mie cent’anime trascino nella rovina
e non so’ mantenere (un) equilibrio interiore
e tra locande, risse, vino e puttane,
passo i miei giorni cercando di darmi un futuro…
E Roma è qui e Caravaggio nel nome,
ma io “maledetto” avrò mai pace e fortuna?
Se solo avessi potuto fermarmi…
E pensare che sognavo l’Amore…
Napoli è qui e Caravaggio nel nome, ma io “maledetto” avrò mai pace e fortuna?
Se solo avessi potuto sapere…
E pensare che sognavo l’Amore…
E tutto passa e corre, anche troppo veloce
e sento dentro sempre un gran freddo nel cuore,
ma è il Divino che illumina questa mia strada
e alla fine sarò il Maestro di Luce…
E Malta è qui e Caravaggio nel nome,
ma io “maledetto” avrò mai pace e fortuna?
Se solo avessi potuto fermarmi…
E pensare che sognavo l’Amore…
Toscana è qui e Caravaggio nel nome,
ma io “maledetto” avrò mai pace e fortuna?
Se solo avessi saputo vedere…
E pensare che cercavo… l’Amore!
Per altre informazioni:
http://www.ontheset.it
www.fbamusic.net
https://www.facebook.com/ferebandaperta

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

One thought on “Il nuovo singolo dei FereBandAperta “Il Caravaggio” In tutti i digital stores dal 24 febbraio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove + tredici =