Abbiamo incontrato… Nicola Piovani!

di Walter Nicoletti.
Il premio Oscar Nicola Piovani ha presentato “La Musica è Pericolosa” presso la sala stampa del Teatro Mercadante di Altamura.
Maestro, bevenuto ad Altamura.
È la prima volta che vengo ad Altamura ed ogni volta mi meraviglio di come l’Italia sia ricca di posti magnifici.
L’Italia è il paese dei teatri storici.
Girando l’Italia mi sono accorto che ci sono tanti teatri meravigliosi. Recentemente sono stato al teatro di Novi Ligure. Un posto del genere in California lo avrebbero utilizzato per ricavare milioni e milioni di euro, pertanto il mio augurio è che in futuro ci possano essere maggiori finanziamenti e attenzioni verso la cultura italiana.
Perché è stato scelto il teatro per lo spettacolo?
Semplicemente perché riflette il rapporto fisico che c’è tra lo spettatore e il musicista. È un rapporto fondamentale, un rapporto carnale che obbliga tutti noi ad una volontaria concentrazione. Il teatro è rimasto uno delle poche cose sacre, insieme alla messa, in cui ci si concentra immersi in un’atmosfera magica ed intima. La musica passa da un fisico all’altro, da una mente all’altra, da un cuore all’altro.
Con questo spettacolo si è finalmente aperto il teatro alle orchestre giovanili.
Utopia. L’unica parola adatta a questa tipologia di approccio. Un modo di fare prettamente visionario. Molti filosofi la definirebbero l’arte delle anime belle. Voglio ricordare a tutti che stiamo vivendo in un mondo di utopie realizzate. Se abbiamo raggiunto questi traguardi, dobbiamo dire grazie soltanto ai nostri predecessori.
Passiamo al libro. Non si tratta di un avere propria autobiografia, ma di un documento filosofico-letterario.
E’ gia tutto indicato nella prefazione del libro. Scrivo questo libro perché me lo chiesto l’editore. Rizzoli mi ha contattato diverse volte, tuttavia ho sempre rifiutato. Poi una mattina, all’improvviso, ho sentito il bisogno di mettere nero su bianco quello che pensavo sulla musica in totale libertà. Bisognava decidere il titolo. Ho scelto una frase di Fellini: “la musica è pericolosa”. Perché lui aveva paura della musica. Temeva per i musicisti. “Essi si espongono alle radiazioni della musica”. Restava ore ore ad ascoltarmi mentre componevo. Alla luce di tutto ciò ritengo che la musica sia davvero pericolosa perché ti permette di incontrare la vera bellezza la quale ti cambia dentro. Scopri la verità.
Nel corso della carriera hai collaborato con tutti i più grandi artisti: Fellini, Benigni, Morricone…
Ricordo benissimo come se fosse ieri quando Fellini aveva in mano un registratore mentre scrivevo per lui. Aveva l’abitudine di registrare le composizioni in diretta. Morricone, invece, lo considero uno scienziato della musica. Il suo obiettivo è quello di ingabbiare la musica in un contesto contrappuntistico. È incredibile l’impegno che ci mette per ogni minima composizione. Un’idea etica di un lavoro artigianale. La musica per lui va rispettata senza alcuna classificazione.

Vuoi pubblicizzare la tua attività su Voce Spettacolo?

Scrivici: vocespettacolo@gmail.com

vs-offerta

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 − uno =