Il nostro redattore Michele Valente ha intervistato il noto dj Renè Amesz, di seguito l’intervista per voi lettori.

 

Ciao René ! grazie per essere ospite di Voce Spettacolo.

Occupi un posto importante nella scena house in tutto il mondo. Ci puoi dire come hai iniziato a fare il dj e produrre la tua musica?

 

Ciao a tutti Voce Spettacolo… J E’ un piacere essere qui. Ho cominciato a fare il dj a 16 anni, nella mia cameretta naturalmente. Due anni dopo ho suonato nel Club del posto per la prima volta. All’età di 19 anni ho cominciato a produrre con l’attrezzatura che avevo comprato dal denaro avuto quando morì mio padre. Ho prodotto il mio primo pezzo su World of Dance un anno dopo…il resto è storia.. hahahah.

 

 

Sei conosciuto come uno dei più talentuosi ed innovativi dj del momento. La tua continua ricerca, il suono sperimentale ed originale è una delle tue migliori caratteristiche. Da dove viene il tuo stile e cosa più t’ispira oggigiorno?

 

Sono di Rotterdam in Olanda; Rotterdam è nota per la sua crudezza ed è la parte industriale dell’Olanda. La gente di Rotterdam è molto diretta e pensa in avanti. Ciò penso che si rifletta un pò sul mio sound. Il mio sound è duro e funky allo stesso tempo. I produttori che m’ispirano oggi sono Ardalan, Claude Von Stroke, Ferreck Dawn, Weiss e Doorly tra tutti gli altri.

 

 

Quindi sei di Rotterdam, cosa ne pensi della recente esplosione del panorama EDM nel nord Europa?

 

Come minimo ti dico che non è il mio genere 🙂

Il tuo sound originale e raffinato ha portato a diverse richieste dei tuoi remix. Hai lavorato con artisti importanti quali Danny Tenaglia, D. Ramirez, Mark Knight, Nic Fanciulli, Laidback Luke, Paolo Mojo, Roger Sanchez e molti altri. Qual è il segreto del tuo successo?

 

E’ una combinazione di fattori, penso. Vengo da Rotterdam, la citta techno. Sono stato impegnato a produrre per lungo tempo e non ho mai cambiato direzione, se non seguire l’house, per cui ho mantenuto il mio marchio. Non è un gioco che fai solo per soldi. Si tratta di non venderti l’anima, per me. Oltre tutto ciò è anche questione di duro lavoro…davvero duro lavoro…tantissime ore passate in studio.

 

 

Che rapporto hai con i tuoi fan? Ti piace essere seguito sui social network ed a proposito di questo, dedichi loro un po’ del tuo tempo?

 

Trascorro molto tempo sui social media. Purtroppo è una cosa importante se vuoi avere successo al giorno d’oggi. Non si tratta più solo di qualità della musica. Tanti promoters piuttosto, guardano al numero dei “mi piace” o di followers su Facebook e Twitter anziché a quello che un artista ha da offrire. J Per fortuna non posso lamentarmi a riguardo…hahahah.

 

 

 

La tua agenda dice che sei sempre in viaggio per i tuoi dj set. Credo che comunque i tuoi fan ti facciano sentire sempre a casa….ti piace questo aspetto dell’essere un dj professionista?

 

Ad essere onesti…amo i dj set…e questo e quanto…non mi piace molto viaggiare…non mi piacciono gli hotel..e non mi piacciono gli autisti che vanno di fretta, mettendoti un senso di paura per la tua vita mentre guidano tra aeroporti…hahaha, ho una famiglia a casa. Preferisco star con loro e lavorare nel mio studio a casa. Ma, ripeto…non posso far a meno di essere un dj. Per cui una volta che sono in un club, tutti i miei crucci spariscono. Lol.

 

 

Qual è la tua esperienza professionale più gratificante?

 

Aver chiuso il Festival Extrema Outdoor in Olanda di fronte a 40,000 persone un paio d’anni fa.

 

 

Su cosa stai lavorando al momento e quali sono i tuoi piani e progetti per il futuro?

 

Al momento ho due pezzi nei primi 10 su Beatport. Tutto cò fa si che io sia mooolto più impegnato in studio. Il pezzo “Like it deep” su Toolroom Records è stato al numero 1 per più di un mese. Adesso il mio singolo “Big” prodotto su Tollroom Records è saldo al terzo posto e sta salendo. Sto quindi lavorando sul seguito di Big al momento. E’ quasi finito. Ho anche remixato Funkerman, Bob Sinclar e Nu Sky & Eskuche per la Material Recordings. Oltre a tutto questo, registro anche dei podcast nell’ultima settimana del mese. Periodo molto impegnato 😉

 

 

Grazie mille René, sei stato molto gentile. Voce Spettacolo ti augura il meglio per la tua carriera a e per la tua vita.

 

ENGLISH VERSION

 

Hello Renè! thanks for being our guest on Voce Spettacolo. 

You occupy an important place in the house scene all over the world. Can you tell us how you started djing and producing your music? 

 

Hi there Voce….. :)….its a pleasure to do this. I started DJ’ing when i was 16. In my bedroom of course. 2 Years later I played in our local club for the first time. At the age of 19 I started producing with gear I bought from the money got when my father passed away. Had my first release on World Of Dance one year later….the rest is history hahahaha.

 

 

You’re know as one os the most talented and innovative djs at present. Your continue research, experimental and original sound is one of your best characteristics. Where did you get your style influence from and what most inspires you, nowadays?

 

Well I’m from Rotterdam The Netherlands. Rotterdam is known for it’s rawness and industrial part of Holland. The people from Rotterdam are straight and forward thinking. That reflects on my sound a bit i think. My sound is raw and funky as well. Producers who are inspiring me these days are Ardalan, Claude Von Stoke, Ferreck Dawn, Weiss and Doorly amongst others.

 

 

You’re from Rotterdam then, what do you think about the recent explosion of EDM soundscape in north Europe?

 

Not my cup of tea to say the least. 🙂

 

Your refined and original sound let to many requests of remixes. You’ve worked with important artists as Danny Tenaglia, D. Ramirez, Mark Knight, Nic Fanciulli, Laidback Luke, Paolo Mojo, Roger Sanchez and many others. What would you say is the secret of your great success?

 

It’s a combination of factors I think. I come from the city of techno Rotterdam. I’m busy producing for a long time and never switched to other directions then house so I kept my trademark. Not in this game for the money alone. It’s about not selling your soul in my opinion. Besides this all it’s also a matter of hard work….hard labour….lots of hours in the studio.

 

 

 

What is your relationship with your fans? Do you enjoy being followed on social network and in regards to this do you dedicate them some of your time?

 

I spend a lot time on my social media. Unfortunately that’s an important thing to gain some success in this world. It’s not only about quality of music anymore. A lot of promoters rather look at the amount of likes/followers on Facebook and Twitter then what an artist really has to offer. 🙂 Fortunately I have nothing to complain about. hahaha

 

Your diary schedule says you’re always travelling to perform your dj sets. I guess your fans and crowd let you feel always at home though…do you like this aspect of being a professional dj?

 

To be honest…..I like the dj sets…that’s all….I don’t like the traveling….I don’t like hotels…..And I hate hasty drivers making you fear for your life while driving to and from airports. hahaha I have a family at home. I prefer staying with them and working in my home studio. But again…….I’m addicted to dj’ing. So once I’m in the club all the sorrow is gone. LOL

 

 

 

What was you most gratifying professional experience?

Closing Extrema Outdoor Festival in Holland in front of 40.000 people couple of years ago.

 

 

What are you working on at present and what are you plans projects for the future ?

 

Right now I have 2 tracks top10 at Beatport. That made things way waaaaay busyer in the studio. Like It Deep on Toolroom Records was number 1 for over a month. Now my new single called Big which was released on Toolroom as well is on a firm 3rd spot and rising. Working on the follow up on Big at the moment. It’s almost finished. I also remixed Funkerman, Bob Sinclar and Nu Sky & Eskuche on Material Recordings. Besides this I’m also recording a podcast every last week of the month. Busy times! 😉

 

 

 

Thanks a lot Renè, you’ve been very kind. Voce Spettacolo wishes you all the best in your career and life.

 

 

 

 

 

Follow Me

Michele Valente

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Michele Valente è Editor in Chief di Voce Spettacolo. Laureato in Economia Aziendale all'Università di Parma, si occupa di Spettacolo e soprattutto di ambiti legati alla musica e NightLife. Una delle sue peculiarità è intervistare dj famosi nel mondo.
Michele Valente
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove − 9 =