Interview with Dj and producer TODD TERRY

 

Il nostro redattore Michele Valente ha intervistato il celebre Dj e Produttore Todd Terry. Di seguito l’intervista esclusiva rilasciata per voi lettori!

Ciao Todd, grazie per essere ospite di Voce Spettacolo. Sei nato a Brooklyn ed hai iniziato a fareil dj a New York negli anni ’80. Puoi dirci come sono stati i tuoi inizi? Quaali sono state le tue influenze musicali?

Ho cominciato e sono cresciuto facendo il dj nelle feste di strada a Brooklyn, ma in realtà ascoltavo molto la Hip Hop e James Brown a quei tempi.

Hai iniziato ad affezionarti ai giradischi molto presto ed il tuo suono è divenuto di successo anche perchè sei stato uno dei primi dj ad usare le campionature e ad unire l’house con il suono latino delle tastiere freestyle. Come descriveresti la scena dance al tempo?

Mi sono appassionato all’house grazie ad un mio amico ed ho iniziato a farla mia, ha funzionato tutto direi. Ho fatto un passo indietro dalle radici e campionature Hip Hop ed ho cominciato a comporre musica house nello stesso modo.

Le tue produzioni di fine anni ’80 sono considerate delle pietre miliari per lo sviluppo della progressive e moderna deep house. Pensi che sia questo il segreto del tuo duraturo successo?

Quando suoni pensi a quel momento ed in realtà non ti chiedi quello che penserà la gente tra 20 anni. Mi fa solo piacere e sono felice di quello che ho fatto allora e quello per cui ancora oggi la gente si interessa a me.

Nella metà degli anni ’90 il singolo « Keep on Jumpin’ » cantato da Martha Walsh & Jocelyn Brown divenne una tra le top 10 hits nel Regno Unito e la numero 1 della classifica Dance di Billboard. L’originale e le precedenti versioni erano lontane anni luce da un così folgorante successo. Quali ingredienti hanno fatto speciale la tua versione ?

Penso il posto giusto al momento giusto, le cantanti giuste come Martha e Jocelyn. Non puoi programmare certe cose, devi solo buttarti e farle.

Qual’è il tuo rapporto con i fans? Ti piace essere seguito sui social network ed a proposito di questo, dedichi loro un po’ del tuo tempo?

Sono i fan che mi hanno permesso di fare quello che faccio per tutto questo tempo, loro mi supportano ed io li amo per questo. I social media fanno parte del lavoro ad oggi, Io provo sempre a condividere su Istagram i miei tour e quando sono in studio, quello è il momento principale in cui riesco ad essere in contatto con i miei fans. #djtoddterry

Come pensi sia cambiato il mondo della Dance e dei Club dai tuoi inizi ?

I nuovi Club non danno le stesse emozioni dei Club originali. Appaiono grandiosi ed il suono fantastico ma non hanno la stessa anima. I nuovi club sono puliti e profumano, ma gli manca molto dei club sozzi e pieni di fumo degli anni ’80 e ’90.

Todd Terry è una delle figure più celebrate nella musica dance. Per oltre 2 decenni hai prepotentemente calcato i palcoscenici di tutto il mondo. Ti reputi un predestinato?

Scusa ma non capisco, faccio quel che faccio..

Quali sono i tuoi programmi per il futuro?

Todd Terry vs Hip Hop Volume 2. Le mie avventure con il Freestyle continuano con Freestyle Forever Part 2. Ho firmato contratti con grossi artisti e nuovi pezzi per la InHouse Records ed un anno di spettacoli in tour.

Grazie mille Todd, sei stato davvero gentile. Voce Spettacolo ti augura i migliori successi nella tua vita e nella tua carriera!!

 

 

English version

Our redactor Michele Valente has interviewed the popular Dj and Producer Todd Terry”.

Hello Todd, thanks for being our guest on Voce Spettacolo. You were born in Brooklyn and started djing in New York in the 80s. How did you start ? Can you tell us where you musical influence came from ?

I started DJ’ing at Street parties in Brooklyn growing up, but I actually listened to mostly Hip Hop and James Brown back then.

You started being devoted to turntables very soon and your sound started to be successful as you were one of the first djs using samples and blending house with the latin sounds of freestyle keyboards. How would you describe the dance scene at the time?

I was turned on to House Music by a friend and I embraced it, anything worked. I pulled from my Hip Hop roots of sampling and stared approaching writing House music that way.

Your productions in the late 1980s, are considered as milestones in the development of progressive and modern deep house. Do you think this is one of the reasons of you lasting success?

When you are in the moment you don’t think about how people will think about the music 20 years on. I’m just happy and appreciate what I did back then still matters to people.

In the mid 90s the single “Keep on Jumpin’ ” sung by Martha Walsh & Jocelyn Brown became a top 10 UK pop hit and also reached number one on Billboard’s Hot Dance Club charts. The original song and previous remakes were far away from having such a smashing success. What ingredients made your new released version special?

The right place at the right time, the right singers in Martha and Jocelyn. You can’t plan these things you just have to be doing it.

What is your relationship with your fans? Do you enjoy being followed on social network and in regards to this do you dedicate them some of your time?

It’s the fans that allow me to do what I do for so long, they support and I love them for it. Social Media is part of the job now, I try to share on Instagram my tours and when I’m in the studio, that is the main way I stay in touch with y fans. #djtoddterry

How do you think the world of Clubs and dance music has changed since you started?

The new clubs don’t have the vibe of the classic clubs. They look great and sound great but they don’t have the same soul. The new clubs are clean and and smell nice, but something to be said for those dirty hot and smokey clubs of the 80’s and 90’s

Todd Terry is one of the world’s most celebrated figures in dance music. For over 2 decades you’ve been « rocking » dance floors worldwide. Do you reckon yourself as a predestinated?

Sorry I don’t understand that, I just do what I do..

What are your plans and projects for the future ?

Todd Terry vs Hip Hop Volume 2. My adventures in Freestyle continue with Freestyle Forever Part 2. Signing great artist and tracks to my InHouse Records and a full year of touring.

Thanks a lot Todd, you’ve been very kind. Voce Spettacolo wishes you all the best in your career and life!!

———————————————————————————————————————–

 

 

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Latest posts by Walter Nicoletti (see all)

Walter Nicoletti

Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove + 3 =