Il nostro redattore Michele Valente ha intervistato GRAMOPHONEDZIE. Di seguito l’intervista esclusiva rilasciata per voi lettori!

 

Ciao Marko! Grazie per essere nostro ospite su VOCE SPETTACOLO. Cominciamo dai tuoi inizi. Quando hai iniziato a fare il dj ed a produrre la tua musica?

Grazie per il vostro invito! Ho cominciato quando avevo 13 anni, i miei primi dischi erano di genere Jungle perché fui ispirato, direi in modo virale a fare il dj a Camden, Londra. Per produrre la mia musica sono andato all’RBMA di Dublino, era il 2000 e lì m’inserii per far musica con strumentazioni e ritmi differenti.

Hai remixato grossi artisti come DJ Sneak, Mange Le Funk, Professor Green, Doman & Gooding, The Muthfankas ed altri. Quando esegui i tuoi remix, a cosa t’ispiri maggiormente?

Non ho nessun’influenza in particolare. E’ più un giudizio sulla musica che mi accingo a fare in generale. Provo sempre a portare qualcosa di mio e qualcosa di nuovo al pezzo, pur mantenendo essenza dell’originale. Inoltre controllo chi altro sta facendo quel remix e provo a non sovrappormi con lo stesso genere di chi lo sta facendo. Tento sempre d’essere originale e fresco.

Hai suonato in tutto il mondo nei migliori club. Come organizzi la tua vita in rapporto alla tua impegnata agenda internazionale? Ti piace quest’aspetto del tuo lavoro?

Come ogni cosa nella vita, ti ci abitui. Ripeto sempre che sono pagato per viaggiare e suono gratis, perché amo il mio lavoro.

Il tuo grandioso singolo jackin’ house “Why don’t you” ha scalato le maggiori classifiche nel 2009, ricevendo attestati da Erick Morillo, Steve Angello, Dennis Ferrer, Little Louie Vega ed altri nomi importanti. Questo singolo rimane fortemente presente ancora oggi ed è tanto apprezzato dal pubblico. Che ci puoi dire a riguardo e cosa ci vuole per produrre un pezzo di successo?

Non c’è tantissimo da dire. Ho fatto ciò che mi piaceva fare ed è capitato. Credo che ci voglia tempo ed esperienza per sviluppare un sound incisivo. Si tratta di provare e sbagliare sempre. Anni ed anni di pazienza ed insistenza per raggiungere l’obiettivo di suonare i tuoi pezzi in pubblico.

Come pensi che l’house ed il panorama dance sia cambiato da quando hai iniziato e come lo vedi nel prossimo futuro?

Lo vedo bene, in realtà è grandioso, l’house music si ripete sempre e si sa reinventare in nuove forme. Nel momento in cui pensi che diventa noiosa, cambia forma e stile. Alcuni cambiamenti non mi piacciono, ma negli anni, ho imparato che ho solo bisogno di rilassarmi ed attendere che ritorni alla forma che sento
più congeniale di nuovo. Inoltre paradossalmente, quando va nella direzione che non mi piace e devo forzarmi a produrre qualcosa che mi piacerà, ecco che escono nuovi pezzi.

Che rapporto hai con i tuoi fans? Ti piace interagire con loro e farli partecipi dei tuoi spostamenti e nuove produzioni attraverso il web?

Amo essere vicino ai miei fans. Non li vedo come fans, In realtà li vedo come persone con idee vicine alle mie. Provo sempre ad essere aperto a tutti nel web ed essere in contatto il più possibile, ho tempo limitato purtroppo perché tendo ad essere più che posso in studio.

Qual è stata la tua esperienza professionale più gratificante?

Assolutamente la possibilità di viaggiare nel mondo e suonare per la gente qualcosa che ho creato io.

Su cosa stai lavorando al momento e quali sono i tuoi progetti e programmi per il futuro?

In questo momento sta uscendo un nuovo singolo “Bitches Know” con la voce di Maat Bandy, una ragazza che suona nel mio gruppo. Il mio gruppo è la mia nuova sfida chiamata Gramophonedzie Live Experience. E’ la mia band di 7 persone e suoniamo i miei vecchi pezzi riarrangiati e suoniamo anche nuovi pezzi che ho scritto per il gruppo. Stiamo registrando un album e credo che uscirà alla fine dell’anno sulla mia etichetta GRAMO. Inoltre ci sono tante nuove produzioni per altri e nuovi remix in uscita quest’estate.

Grazie mille Marko, sei stato davvero gentile. Voce Spettacolo ti augura il meglio per la tua vita e carriera.

Grazie mille! Ciao! Marko.

 

 

ENGLISH VERSION

 

Hello Marko! thanks for being our guest on Voce Spettacolo. Let’s start from the beginning. Can you tell us how you started djing and producing your music?

Hello, thanks for the guest invite. I started djing when I was 13, my first records were jungle tunes as I got infected by dj virus somewhere in Camden in London. As for my music production, I attended RBMA in Dublin, it was year 2000 and there I got introduced to making music on different rhythm machines.

You’ve remixed big artists like DJ Sneak, Mange Le Funk, Professor Green, Doman & Gooding, The Muthfankas and others. When remixing your tracks, where do you mainly get your influence from?

I don’t have any particular influence. It’s more of a music judgement what I gonna do. I always try to bring something mine and also something new to the track but still keep the essence of the original. Still, I try to check who else is gonna make remix and try to go direction that I will not overlap or cross genre with anyone else doing the remix. I always try to be new, original and fresh.

You’ve played all over the world within the biggest clubs. How do you organize your life according to your international schedule? Do you like this aspect of your job?

Like everything in life, you get used to it. I always repeat that I get paid for traveling and I actually play for free, because I love my job.

Your smashing jackin’ house single « Why don’t you » has climbed all the main dance charts in 2009, even receiving support from Erick Morillo, Steve Angello, Dennis Ferrer, Louie Vega and other big names. This single still remains stronly present nowadays and really appreciated by the public. What can you tell us about this and what does it take to produce a successful song?

There is nothing much to tell 🙂 I was doing what I love to do and it happened. I suppose it takes time and experience to develop distinctive sound. It’s always try and error. Years and years of patience and persistance to achieve the goal of being able to play your stuff in club.

How do you think the House and dance soundscape has changed since you started and how do you see it in the next future ?

It’s good, actually it’s great, house music is always repeating and reinventing itself in new forms. The moment you think it became boring it changes shape and style. Some of those changes I don’t like but in years I learnt that I just need to chill and wait for it to come back in form that I feel again. Also when it goes in direction I don’t like and feel it is big push for me to make something I will personally like and new tunes come out.

What’s your relationship with your fans ? Do you like to interact with them and also make them aware of your moves and releases through the web?

I love to be close to my fans. I don’t see them as fans, I actually see them as like minded people. I’m trying to be opened for everyone through web and get in direct contact as much as possible, I have limited time as I try to stay as much as I can in studio.

What is you most gratifying professional experience ?

Definitely ability to travel the world and play to people something I created.

What are you working at present and what are your plans for the future ?

At this moment I’m releasing new tune called ”Bitches Know” with vocals from Maat Bandy, girl that sing in my band. My band is my new endeavor called Gramophonedzie Live Experience. It is my 7piece band and we play my old tracks wrapped in new live arrangements as well as new stuff I wrote only for band. We are recording album and I believe it will be released by the end of this year on my new label GRAMO. Also there are bunch of new productions for other people and remixes to come this summer.

Thanks a lot Marko, you’ve been very kind. Voce Spettacolo wishes you all the best in your career and life.

Thanks very much 🙂
Cheers
Marko

 

 

 

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × cinque =