Di Valentina Gemelli

 

Liborio, un siciliano a Roma. Come sei arrivato in Rai? ( e non rispondermi in scooter perché sarebbe scontato)

Lo scooter l’ho portato dopo qualche anno. Sono arrivato a Roma dopo il diploma per intraprendere la carriera dell’attore. Mi sono iscritto all’Università e, nonostante il parere contrario di mia madre che mi voleva vicino a lei, grazie a mio padre ho preso in locazione una casa qui, a Roma. In Rai ci sono arrivato quando, dopo aver superato un provino, ed essere stato scelto da Gianni Boncompagni, ho preso parte alla trasmissione Domenica In, allora condotta da Mara Venier. In seguito sono approdato al programma Piazza Grande, di Michele Guardì. Poi sono stato il valletto di Antonella Clerici nella trasmissione Il treno dei desideri, nonché il valletto nella trasmissione Amici libri di Aldo Busi. Successivamente, nel 2011 Michele Guardì mi ha scelto per far parte del cast de I fatti vostri e mi sono ritrasferito a Roma, da Milano dove lavoravo come modello.

Ma in Sicilia hai maturato una buona esperienza radiofonica.

In Sicilia, molti anni prima, ero speaker radiofonico. Conducevo un mio programma. Ho anche co-condotto assieme ad un collega che adesso lavora a Dimensione Suono Roma.

Poi il teatro, con “Lumie di Sicilia” di Pirandello.

E’ stata la mia prima esperienza artistica a Roma, quella teatrale. Ho studiato con Viviana Di Bert e poi sono entrato nella compagnia Ripa Grande, diretta da Mimma Vitalone. Al Teatro delle Muse abbiamo rappresentato la commedia di Pirandello “Lumie di Sicilia”.

Liborio, “Il bello delle donne” ti ricorda qualcosa?

Mi ricorda di aver avuto il privilegio di lavorare con attori del calibro di Stefania Sandrelli, di Virna Lisi, di Giuliana De Sio. Un’esperienza davvero importante. Sono nate delle amicizie, come quella con Nicole Grimaudo. Nella serie interpretavo il fidanzato di Georgia Luzi.

Sei un uomo modello o sei un modello di uomo?

Non sono un uomo modello perché ho tanti difetti. Diciamo che sono un modello (di uomo) perché lavoro nel campo della moda. Ho intrapreso la carriera di modello grazie ad un agente di moda, Carlos, che mi ha notato ed ho, pertanto, preso parte alle campagne più importanti, qui a Roma: Ireland, Berkeley Store, Cat Balou. A Milano, invece sono stato testimonial della campagna mondiale della Chicco e di molte altre. E, come accade ormai da tempo, ogni anno presenzio alla settimana della moda nel periodo di Giugno, la Milano Fashion Week.

Cosa pensi della gente che non si fa i fatti propri?

Questo è il male dell’umanità di oggi. Tutti si fanno gli affari di tutti ma campano cent’anni lo stesso.

E dei “I Fatti vostri” cosa ne pensi ?

“ I fatti vostri” è uno dei programmi più longevi della televisione italiana, sono contento di far parte del cast. E mentre gli altri si fanno   “I fatti vostri” io mi faccio i fatti miei.

E “La Giara” non è soltanto un contenitore, vero?

No. La Giara, oltre ad essere una commedia di Pirandello, è una trasmissione televisiva ideata da Michele Guardì. E’ un concorso letterario per giovani scrittori. I primi anni il concorso si è tenuto ad Agrigento, nella splendida cornice della Valle dei Templi, mentre gli ultimi due anni si è svolto negli studi di Via Teulada, a Roma. Io consegno il premio al vincitore.

Grazie per questa intervista. Adesso torniamo ad essere gli amici di sempre, che facciamo, andiamo a pranzo?

Veramente abbiamo già fatto e stiamo bevendo un caffè io ed un Energy drink tu. Per il pranzo ci rivediamo domani.

 

 

 

 

Sponsored by

             Joliment

 

 

Tutto Samo Style

 

Vuoi diventare Sponsor? Scrivici a: vocespettacolo@gmail.com

Follow Me

Vito "Nik H." Nicoletti

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Vito "Nik Hollywood" Nicoletti è Caporedattore di Voce Spettacolo. Si laurea in Giurisprudenza.
Allievo esperto di Kung Fu
Vito
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 3 =