Intervista alla scrittrice. Ginevra Cardinaletti

di Valentina Gemelli.

 

Ginevra, quanto costa un sorriso? Lo chiedo alla scrittrice ma anche alla psicologa.

Un sorriso può costare molto. Talvolta è visto come sintomo di debolezza o di leggerezza, ma in realtà è spesso un grandissimo atto di coraggio, è la forza di affrontare la vita anziché subirla.

Come nasce il tuo libro “Il peggio è passato e gli ho sorriso”?

Negli anni, attraverso i miei articoli e la mia professione, mi è capitato spesso di venire a contatto con persone che mi dicessero che mi vedevano come una persona forte, che prendevano esempio da me perché non mi arrendo e lotto con il sorriso. Non sapevo di aver trasmesso così tanto, quindi ho sentito che raccogliendo in un libro le mie esperienze, ma soprattutto le mie emozioni, molte persone avrebbero potuto leggersi nelle mie parole e magari ritrovare anche un po’ di coraggio.

L’ultimo libro che hai letto?

“1Q84” di Murakami, ne avevo sentito molto parlare ed è stato una bellissima scoperta, un viaggio molto intenso. L’ho trovato un modo molto originale e coraggioso di parlare d’amore.

E quello che consiglieresti?

Moltissimi libri sono stati importanti per me, anche se non necessariamente mi sentirei di consigliarli perché mi rendo conto che dipende molto dal momento, dalle proprie inclinazioni, dalle proprie esigenze. Uno dei più importanti per me è stato “Le vostre zone erronee” di Dyer, l’ho letto molti anni fa e ancora mi vengono in mente alcuni pensieri e riflessioni, è entrato a far parte della mia vita e del mio modo di affrontare le difficoltà.

C’è un Re Artù, nella tua vita?

Nella vita sono stata così fortunata da trovare un Re Artù e Lancillotto insieme, uno sposo e un amante nella stessa persona.
L’amore è una cosa semplice ma i complicati siamo noi, o viceversa?
L’amore è una cosa semplice, ma non basta trovarlo, la parte più importante viene dopo e consiste nel prendersene cura, è così che le complicazioni diventano crescita, anziché ostacoli, e lo rafforzano.

E se arriva un cavaliere come Lancillotto?

Se arriva un cavaliere come Lancillotto forse il primo passo è proprio accorgersi che sia lui e quanto possa essere importante nella nostra vita, dopo di che possiamo scegliere. Bisogna sempre essere pronti a scegliere. Ogni giorno siamo messi di fronte a delle scelte ed è così che costruiamo la nostra vita e le nostre storie d’amore.

Il tuo prossimo racconto?

Continuerò a raccontare l’animo umano, le sensazioni e le difficoltà che tutti viviamo, e soprattutto le debolezze, che tanto temiamo ma che spesso sono il nostro punto di forza, sono la nostra spontaneità, il nostro lato più umano.

Grazie Ginevra. Ci vediamo a Camelot?

Molto volentieri, sarai mia ospite, è stato un grande piacere parlare con te.

 

ginevra Copertina

 

Sponsored by

 

 

Tutto Samo Style

 

Vuoi diventare Sponsor? Scrivici a: vocespettacolo@gmail.com

 

 

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Latest posts by Walter Nicoletti (see all)

Walter Nicoletti

Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 2 =