La nostra Valentina Gemelli ha intervistato l’attore Francesco Meoni in occasione dello spettacolo ONCE I WAS, in scena al Teatro Spazio Uno di Roma dal 20 ottobre al 1 novembre. Di seguito la recensione e l’intervista esclusiva per voi lettori!

 

 

Al Teatro Spazio Uno di Roma, dal 20 Ottobre al 1 Novembre, Francesco Meoni porta in scena “Once I was” lo spettacolo teatrale in cui racconta la storia professionale di Tim e Jeff Buckley e quella del loro mancato rapporto genitore-figlio. Con Francesco Meoni, nel suo monologo drammatico, in cui rende omaggio ai due musicisti americani raccontandone le vite, sul palco una band di bravissimi musicisti: Vincenzo Marti (voce e chitarre), Toni Mancuso (tromba e flicorno), Danilo Valentini e Luca Figliuoli (chitarra), Nicola Ronconi e Alberto Caneva (basso), Rocco Teora e Salvatore Caruso (batteria).

Francesco Meoni parte dalla storia di Tim e Jeff Buckley, due artisti vissuti tra gli anni 60 e i 90, per esplorare il loro inesistente rapporto familiare. I due musicisti, che in vita condivisero pochissimo tempo insieme, si ritrovano idealmente uniti nella tragedia di una morte per entrambi prematura.
“Tim Buckley fu per il canto ciò che Hendrix fu per la chitarra. Cecil Taylor per il piano e John Coltrane per il sassofono”( Lee Underwood, uno dei suoi collaboratori) “Jeff Buckley era una goccia pura in un oceano di rumore” ( Bono)
Once I was è il titolo di una ballata di Tim Buckley, uno dei suoi brani più famosi, che Francesco Meoni usa come pretesto per narrare un bisogno d’amore non vissuto ma reclamato, e per raccontare due vite tormentate ed accomunate da un triste destino. Tim consuma la propria esistenza tra alcol e droga, è vittima di un padre violento prima e della depressione, dopo. La gloria arriverà postuma.
Una breve esistenza anche quella di Jeff, che omaggia Tim al concerto tributo in onore del padre, rivelando, all’istante, un talento eccezionale. La gloria arriva subito ma muore anche lui precocemente.

La performance di Meoni è anche canora. Interpreta, infatti, diversi brani di Tim Buckley, tra i quali Song to the Siren e Once I was. Lo spettacolo è un tributo a due anime martoriate, un One man show che prova ad illustrare le motivazioni della solitudine quasi a voler mitigare la lontananza, non esclusivamente fisica, del padre e del figlio. Francesco Meoni interpreta i due protagonisti lasciandosi ispirare dal sentimento, con umiltà, professionalità e sensibilità di artista competente e lo spettacolo raggiunge il suo culmine nella scelta di far duettare Tim e Jeff nell’Hallelujah, rendendo il tutto davvero commovente.

Once I was è uno spettacolo emozionante, da non perdere.

FullSizeRender (1)

 

Francesco, da dove nasce l’ esigenza di indagare le vite di Tim e Jeff Buckley?

Ho sentito l’urgenza di parlarne. Tutto nasce dal mancato rapporto con mio padre, avevo già interpretato Jeff in radio ed ho capito da dove venisse la sua rabbia. Ho avvertito, quindi, il bisogno di indagare su Tim. Il padre, appunto. Lo sento come un rapporto in cui il padre ed il figlio sembra si rincorrano come i solchi del vinile, girando in tondo. Credo sia catartico.

Quindi mi sembra di capire che, in questo spettacolo, si parli di Tim come “il padre di Jeff Buckley”, non viceversa?

Si, giusta osservazione. Lo avverto così. Tim è il padre di Jeff Buckley, non il contrario. “ Io ho inciso nove dischi (e non ho ottenuto la gloria in vita) e tu, con un solo disco, hai venduto quattrocentomila copie!”. Anche questo suo urlo rabbioso rivela che Tim è il padre di Jeff, non è Jeff il “figlio di Tim Buckley”. ( Se mi presentate come il figlio di Tim Buckley me ne vado e faccio saltare il concerto, diceva).

In Once I was Tim Buckley canta: “and soon there’ll be another to tell you i was just a lie”. “E presto ci sarà un altro a dirti che non ero altro che una bugia”. Francesco Meoni che rapporto ha con le bugie?

Diciamo che sono molto Tim. A volte anche Wind.

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − due =