Intervista all’attrice e conduttrice Mariù Adamo

Di Vito “Nik H.” Nicoletti

Ciao Mariù! E’ un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Un bel tuffo nel passato. Da bambina cosa sognavi di fare?

Da bambina sognavo la mia vita in punta i piedi. Danzavo sempre davanti alla Tv e così mia madre decise di iscrivermi in una scuola di danza classica. Avevo 8 anni e da quel momento la musica classica, le scarpette da punta ed i tutù riempivano le mie giornate. Poi, con la danza, ho scoperto il piacere di interpretare ruoli e quindi la voglia di dare voce e carattere a personaggi che mi affascinavano: Giulietta di Shakespeare, La Bella Addormentata, Esmeralda, La Carmen ed altre interpreti di repertorio classico mi spronano ad approfondire lo studio dell’attore.
Il palcoscenico diventa il mio amico più fedele, l’amico a cui confidi tutti i tuoi sogni a voce alta, un luogo sicuro per dare luce alle emozioni insieme con il corpo e con la voce; non mi ha mai tradita. Sono sempre stata affascinata dall’arte e dal mondo dello spettacolo e quasi magicamente mi sono avvicinata poi al mondo televisivo con una gran voglia di mettere in mostra le mie piccole doti artistiche.

Chi è Mariù Adamo?

Mariù Adamo è una donna molto semplice, solare, attaccata alla propria famiglia, legata a quei valori che i propri genitori hanno saputo trasmetterle: l’onestà,il rispetto, l’amore da donare senza mai aspettarsi nulla in cambio, arricchirsi di tanta semplicità per essere e non apparire.

Se dico MATTINA 9, tu cosa mi rispondi?

Per me Mattina9 è il vaso di Pandora in positivo, perché contiene tutti i beni del mondo. E’ un grande contenitore che tiene insieme tutto quanto fino ad oggi ho appreso. La danza, il teatro, i diversi personaggi interpretati, la mia esperienza radiofonica, la laurea conseguita in Lettere Classiche, gli insegnamenti di tanti maestri incontrati e che hanno contribuito a plasmare la mia personalità; tutti piccoli tasselli a prima vista sparsi ed isolati ma che, aggiunti ed uniti poco alla volta, hanno dato vita a quel puzzle meraviglioso su cui compare la scritta di Mattina9.
Sono stati anni molto intensi e con la voglia di fare al meglio il percorso intrapreso. Un giorno ho incontrato chi, ad occhi chiusi, ha creduto alla mia grande voglia di fare e così Mattina9 è diventata la prima vera occasione per brillare di luce propria.

Quanto c’è di Mariù in questo progetto?
Tutto! C’è la mia anima, la mia testa, il mio desiderio di prendermi cura di questa piccola creatura affinché cresca forte e sana. La trasmissione rappresenta non una parte della mia vita ma la vita stessa. Ci lavoro costantemente insieme con una giovane squadra di autori e redattori. E’ un luogo dove mi sento a casa, perché rispecchia i miei gusti, rispecchia me, ma tenendo sempre in considerazione cosa chiede il pubblico. Cerchiamo di regalare qualche ora di evasione nonostante le difficoltà quotidiane che viviamo un po’ tutti, cerchiamo di far sorridere con garbo e gentilezza, emozionare e qualche volta far riflettere insieme ai nostri ospiti tutti meravigliosi. E poi cuciniamo in diretta perché la gente ama la spontaneità, il pubblico ama il calore di casa e noi entriamo nelle loro case, con stile e maniera ricambiando il loro grande affetto. Non sono la sola però a dare l’anima per la piccola creatura di Mattina9. La produzione, gli autori, una validissima redazione, una regia impeccabile, uno staff instancabile portano a segno tutti i giorni l’esito di un lavoro eccellente svolto soprattutto con grande passione ed amore.

Delle proposte di lavoro, qual è quella che escluderesti in modo tassativo e quella che invece ti piacerebbe fare che non hai ancora fatto?
Sicuramente escludo le proposte di lavoro che non mi fanno vibrare l’anima, escludo ciò che non mi emoziona. Alla base di ogni proposta lavorativa deve esserci un cuore che batte forte. Ascoltare il mio cuore e andare dove lui mi conduce è l’unica strada che da sempre ho deciso di percorrere. Mi piacerebbe portare a compimento più che bene la lunga stagione di Mattina9, poi le cose che accadono non sono mai gratuite, mai fini a sé stesse : ogni momento, ogni piccolo evento racchiude in sé un significato ed allora io, paziente, attenderò in quali mete mi condurranno.

A Mariù cosa piace di più di se e cosa, invece, piace di meno?
La sensibilità, la dolcezza, la trasparenza con cui mi rapporto con gli altri. Non sopporto di me gli stessi aggettivi perché, come un rovescio della medaglia, gli altri ti feriscono approfittandosi gratuitamente della tua bontà. In linea generale tendo ad avere sempre un atteggiamento critico e severo con me stessa e non va bene, come dice mio papà.

Hai paura a volte del destino?
Alle volte sì, ma mi piace pensare che ci sia un angelo di luce pronto a proteggermi sempre. Il destino ha molta fantasia e sovente muove i fili della nostra vita. Proprio quando credi di trovarti senza via di scampo, quando raggiungi il massimo della disperazione ecco che tutto può cambiare, tutto può essere stravolto e, da un momento all’altro, ti ritrovi a vivere una nuova fase della tua vita.

Quali sono i momenti speciali della vita che porti con te?
Nel lavoro, ogni piccolo e singolo traguardo raggiunto con tanto sudore e sacrificio, tra cui Mattina9. Nella mia vita privata la nascita dei miei due bellissimi figli, Stella e Mario, che amo a dismisura.

Credi davvero in tutto quello che fai?…e fai davvero tutto quello in cui credi?
L’uno e l’altra. Se credi fortemente in quello che fai, quello che farai crederà fortemente in te. Quando applico questo pensiero ottengo sempre ottimi risultati.

Le emozioni sono tutto ciò che abbiamo?
L’emozione innanzitutto! L’aspetto delle cose varia secondo le emozioni che noi proviamo, ma appunto le emozioni si provano, toccano la tua intimità, e non possiamo servirci di parole per spiegarle, Le emozioni, positive e anche negative, puoi solo trasmetterle ed io da artista amo comunicare con il mio pubblico, emozionarmi per emozionare,lasciare qualcosa di bello della mia persona, il resto non conta.

Senza i sogni non si può… (Continua tu)
Senza i sogni non si può vivere, senza i sogni si perde l’incanto della vita, si affievolisce il nutrimento dell’anima. Disney mi ha insegnato a non smettere mai di credere nei miei sogni: “Non disperare nel presente ma credi fermamente e il sogno realtà diverrà”, se lo vuoi davvero e con tutto il tuo cuore la magia accade.

La felicità per Mariù?
La felicità non è fuori, è dentro di noi, ma chissà perché gioca a nascondino e non si lascia trovare, piccola, invisibile, spesso non compresa. Semplicemente bisognerebbe avere il coraggio di andare al di là della realtà che ci circonda, andare nella profondità del nostro cuore per scorgerla. E solo allora, una volta trovata, ammirarla e goderla.

Mariù, grazie per il tempo dedicatoci. Voce Spettacolo ti fa i migliori auguri per il tuo futuro.

Vuoi pubblicizzare la tua attività su Voce Spettacolo?

Scrivici: vocespettacolo@gmail.com

vs-offerta

Follow Me

Vito "Nik H." Nicoletti

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Vito "Nik Hollywood" Nicoletti è Caporedattore di Voce Spettacolo. Si laurea in Giurisprudenza.
Allievo esperto di Kung Fu
Vito
Follow Me

Vito "Nik H." Nicoletti

Vito "Nik Hollywood" Nicoletti è Caporedattore di Voce Spettacolo. Si laurea in Giurisprudenza. Allievo esperto di Kung Fu

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque − tre =