Di Vito “Nik H.” Nicoletti

 

Ciao Desirée! E’ un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Un bel tuffo nel passato. Da bambina cosa sognavi di fare?

Grazie a voi per avermi ospitato 😉
Da bambina volevo fare la veterinaria. Mi è sempre piaciuto prendermi cura degli animali. Chiedevo spesso ai miei genitori di portarne a casa qualcuno. Erano disperati. Ed abitando nella campagna toscana, è stato possibile soddisfare le mie richieste. Ho avuto cani, criceti, pesci, tartarughe, galline, uccellini e anche una paperella, Speedy, che ad un certo punto era diventata troppo grossa e ahimè ho dovuto lasciarla andare nel fiume vicino casa insieme alle altre papere. E’ stato bruttissimo. Ancora oggi il mio amore per gli animali è forte, infatti ho un cagnolino Romeo che ora vive dai miei, perché viaggiando molto, non riesco a portarlo sempre dietro con me, ma sento tanto la sua mancanza e spero di riprendermelo presto.

 

Chi è Desirée Noferini?

Difficile rispondere in poche righe. Sono una ragazza che ama la vita e la vivo con grinta e passione. Ogni giorno per me è un regalo. Sono positiva, emotiva, curiosa, ambiziosa e determinata. Mi piacciono le sfide e, anche se qualcosa mi fa paura, cerco di affrontarla con coraggio. Credo nel duro lavoro, nella costanza. E soprattutto credo che se vuoi davvero qualcosa, fai di tutto per ottenerla!

 

Fare l’attrice è una scelta professionale o una scelta di vita?

Entrambe. E’ una dura professione, proprio perché lo strumento del tuo lavoro sei tu. E non puoi prescindere da questo. E’ un continuo lavoro di ricerca. Devi sempre metterti in discussione e farti nuove domande alle quali trovare le giuste risposte. Stimolarti, per arricchirti. A volte trovare un equilibrio nella propria vita è difficile, ma necessario, per mettere dei confini. E comunque per me è il lavoro più bello del mondo!

 

Recitare è un modo per sentirsi liberi?

Credo sia molto soggettivo. Per me è così, ma è anche molto di più.
E’ soprattutto una necessità. Ho bisogno di esprimere il mio mondo interiore e quando sono sul set o sul palcoscenico, mi sento a casa, nel luogo in cui vengo compresa di più. Per questo appena finisco un lavoro, mi alleno all’ Acting Lab con il mio coach Alessandro Prete, per prepararmi al lavoro successivo.

 

Quali emozioni lascia dentro di te un personaggio una volta finito di interpretarlo?
Dipende dai personaggi. Alcuni mi sono rimasti dentro per tanto tempo perché, in qualche modo, mi hanno anche insegnato qualcosa, hanno dato colori diversi alla mia vita, sfumature che non conoscevo o che non sapevo di avere già dentro di me. E quando ci ripenso provo un po’ di nostalgia. Altri passano e basta. Altri ancora, invece, sono stati così pesanti che alla fine delle riprese non vedevo l’ora di recuperare la mia essenza.

 

Delle proposte di lavoro, qual è quella che escluderesti in modo tassativo e quella che invece ti piacerebbe fare che non hai ancora fatto?

Mi viene difficile escludere qualcosa a priori, anche perché mi vedo interpretare tanti personaggi diversi. Mi piacerebbe fare un horror. Io purtroppo ho smesso di guardarli perché mi fanno paura, ma credo che sarebbe molto divertente farlo. E poi mi piacciono tanto i ruoli d’azione. Ho appena visto Atomic Blonde e Charlize Theron è fantastica!

 

Ogni traguardo regala e toglie qualcosa. I tuoi traguardi, fino ad ora, cosa hanno regalato e cosa, invece, hanno tolto alla tua vita?

I miei traguardi fino ad ora mi hanno incoraggiato a fare sempre di più. Come se fossero stati la spinta per crescere e migliorarmi. Sicuramente hanno tolto del tempo alla mia vita privata. Ho dovuto fare delle scelte e adesso la mia priorità è il mio lavoro. Ma chi mi vuole bene ha compreso e comprende questa fase della mia vita e infatti ancora oggi è al mio fianco, perché sa quanto per me sia importante la mia realizzazione professionale.

 

Una tua debolezza e una tua forza?

Ti dirò una cosa che per me è sia una debolezza che una forza. Sono molto diretta. Dico quello che penso. Non riesco ad avere troppi filtri e questo a volte è un problema, perché provoca contrasti con le persone permalose ad esempio, altre volte invece è molto rilassante, perché è come essere dei bambini, puri, senza maschere e atteggiamenti inutili. Trovo che sia un modo di vivere molto più semplice e interessante.

 

Obbedisci più al tuo cuore o alla tua testa?

Assolutamente al mio cuore. Anche se cerco di usare la testa, alla fine il cuore vince.

 

Desirée cosa ha avuto dalla vita?…e cosa chiede?

Anche se sono giovane, ho già vissuto tante bellissime esperienze e per questo mi ritengo fortunata. Per esempio ho dei ricordi stupendi legati alla mia infanzia. Ho una famiglia molto unita e questo oggi credo sia un valore aggiunto. Ho due sorelle che adoro e un nipote fantastico di tre anni, che vorrei vedere di più, ma vivendo in città diverse è un po’ complicato. Sicuramente credo che il meglio debba ancora arrivare. Mi sto impegnando per questo!!

 

I sogni hanno sempre un prezzo?

Sì. Per ottenere quello che si vuole bisogna sudare e lavorare duro. Per esempio quest’anno invece di andare in vacanza, ho deciso di passare un mese a Londra per migliorare il mio inglese, per il prossimo lavoro che farò negli USA nei prossimi mesi. Credo che niente arrivi per caso. Il caso non esiste. E soprattutto non bisogna mai rinunciare ai propri sogni, ma anzi vanno difesi e protetti, perché tanto quando meno te lo aspetti, torneranno a bussare alla tua porta e allora forse sarà troppo tardi.

 

Grazie Desirèe. Voce Spettacolo ti fa i migliori auguri per il tuo futuro e la tua carriera.

 

 

Follow Me

Vito "Nik H." Nicoletti

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Vito "Nik Hollywood" Nicoletti è Caporedattore di Voce Spettacolo. Si laurea in Giurisprudenza.
Allievo esperto di Kung Fu
Vito
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × due =