Intervista all’attrice Giovanna Gianolli

Di Vito “Nik H.” Nicoletti

 

 

Ciao Giovanna! E’ un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Un bel tuffo nel passato. Da bambina cosa sognavi di fare?
Sincera?… Wonder Woman. Costruivo, con la carta, coroncina, polsini, mantello, indossavo i pantaloncini e via, in volo a combattere i cattivi.

Chi è Giovanna Gianolli?
Un’anima irrequieta che si nutre di emozioni. A 18 anni leggevo Siddharta, nella speranza di trovare risposte alle domandone della vita.
Ho placato con la recitazione e con lo yoga questo senso di irrequietezza.
Per anni ho lottato contro una parte di me stessa, per avere il coraggio di seguire i miei sogni. Mio padre diceva sempre: “sei intelligente, studia e costruisciti un futuro serio!” Mi sono laureata e ci ho provato. In azienda mi sentivo morire e con i soldi che guadagnavo, mi pagavo le scuole di teatro e danza e prendevo ferie per partecipare a workshop di registi famosi. Oggi ho più sensi di colpa e meno soldi in tasca, ma più spesso il sorriso sulle labbra. Credo che, alla fine, questo sia impagabile.

Giovanna attrice, questo lavoro tocca il cuore?…e se si come ci riesce?
Decisamente!! Questo lavoro tocca le corde del cuore e dell’anima ed è in grado di guarirne le ferite. In fondo, nell’antichità, più volte il ruolo dell’attore era stato affidato a sacerdoti, maghi o stregoni, che svolgevano, durante la rappresentazione drammatica, una funzione catartica per il pubblico. Interpretavano storie per far commuovere e piangere. Il pianto era liberatorio ed era considerato una via per la guarigione. Oggi questo meraviglioso mestiere è un lavoro fatto di incertezze, di rifiuti quotidiani, di sgomitate per dire “ehi, guarda ci sono anche io”. Tutto questo mette alla dura prova la tua autostima e le tue capacità, perché a volte non serve aver studiato, essere bravi e interpretare correttamente un ruolo, ma è necessario avere la faccia giusta al momento giusto, avere perseveranza, tenacia e una buona dose di fortuna. Ad ogni modo, riuscire a far emergere la vita da te stessa, senza alcun giudizio per i personaggi che interpreti, è sempre una magia incredibile.

Le emozioni che provi quando reciti, sono le stesse che provi quando vivi?
No, assolutamente no. Quando reciti fai una “esperienza”, ogni volta diversa.

Delle proposte di lavoro, qual è quella che escluderesti in modo tassativo e quella che invece ti piacerebbe fare che non hai ancora fatto?
Sogno, un giorno, di essere una delle protagoniste di Ferzan Ozpetek oppure Paolo Genovese. I loro film, mai scontati, che indagano sull’animo umano, senza giudizio…li adoro!
Ma al contempo, mi divertirebbe tantissimo interpretare un fantasy come Animali Fantastici o Harry Potter. A priori non escludo nulla, purché abbia un valore ciò che sto facendo e comunichi qualcosa.

La vita è sempre più bella di un bel film?
La vita ha sempre più “fantasia” di un film! 😉

Quali sono i momenti speciali della vita che porti con te?
La nascita di mio figlio è sicuramente l’esperienza di vita più immensa che abbia avuto la fortuna di vivere. Un pezzo di me è in lui è questa è la vera magia. 

Credi davvero in tutto quello che fai?…e fai davvero tutto quello in cui credi?
Sì, credo davvero in tutto quello che faccio. Può capitare di sbagliare, ma si impara dagli errori. Mentre, ahimè, non faccio davvero tutto quello in cui credo. Ci provo. A volte va bene, altre volte è necessario essere un po’ “flessibili”.

Un pregio e un difetto di Giovanna?
Credo di avere una “buona” energia, che coinvolge e include gli altri. Amo stare tra la gente. Tra i difetti sicuramente un po’ di insicurezza che mi porta ad essere sempre ipercritica nei confronti di me stessa.

La felicità per Giovanna?

Una statuetta?

C’e’ qualcosa che ti fa paura?

Il tempo che passa.

Giovanna di quali colori e di quali emozioni è fatta?
Oro, argento e una quantità di glitter da far invidia a Platinette. Per il resto la mia vita è una “emozione dopo un’emozione”…. ops! ma forse lo aveva già detto qualcuno?😉

Grazie Giovanna per il tempo che ci hai dedicato. Voce Spettacolo ti fa i migliori auguri per il tuo futuro.

Vito
Follow Me

Vito "Nik H." Nicoletti

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Vito "Nik Hollywood" Nicoletti è Caporedattore di Voce Spettacolo. Si laurea in Giurisprudenza.
Allievo esperto di Kung Fu
Vito
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 3 =