Intervista all’attrice Paola Lavini

Di Vito “Nik H.” Nicoletti

 

Ciao Paola, benvenuta su Voce Spettacolo. La prima domanda è… come sta Paola?

Grazie…una delle più belle domande da parte di un giornalista. Sto bene

 

So che a breve escono nuovi progetti a cui hai preso parte: “Terra Bruciata” regia di Luca Gianfrancesco, “Rimetti a noi i nostri debiti” diretto da Antonio Morabito e “Il Miracolo” diretto da Francesco Munzi e Lucio Pellegrini. Dei tre personaggi che hai interpretato, qual è quello che hai sentito più vicino a te?
Mi mettono sempre in crisi i paragoni perché amo ogni personaggio che interpreto e lo faccio mio, sia con dialetti diversi e sia con volti diversi. È la bellezza del mio mestiere, no…cambiare. Mi chiamano spesso ‘la trasformista’.

 

Cosa ti è piaciuto e cosa, invece, non ti è piaciuto di tutte queste esperienze?

Parlare di cosa non mi è piaciuto è impossibile. Sto ‘male’ quando non lavoro. Ma quando lavoro, sono a casa, mi diverto, m impegno, gioco. Tra l’altro proprio con ognuno di questi registi ho legato molto, anche a livello umano. Sono tre progetti molto importanti e diversi, sono progetti d’autore. Con Munzi, poi , siamo al secondo lavoro insieme, l’altro era ‘Anime nere’, e ne sono entusiasta. Conoscere Ammaniti, che leggo da molto tempo, regista e soprattutto ideatore del progetto ‘il miracolo’, è stata una bellissima sorpresa professionale ed umana. Posso dirti che mi piace molto lavorare con dialetti che non sono miei, In ‘Terra bruciata’ uso il dialetto dell’alto casertano mentre ne ‘Il miracolo’ uso quello calabrese, e stupirmi e stupire mantenendo una verità. Tutti i registi di questi tre progetti mi hanno dato questa possibilità.

 

Paola vorrà recitare fino a quando?
E chi può dirlo…oggi faccio l’attrice.  E’ un mestiere duro ma che fa parte di me. Si può rinunciare a una parte di se stessi?

 

Se tu potessi orientare il tuo futuro?
Vorrei riuscire a coniugare meglio il lavoro dell’attrice con la mia vita privata, cioè la Lavini con Paola. Per questo ti ringrazio della prima domanda che mi hai posto.

 

Progetti futuri?
Altro progetto, altro dialetto di un paese in provincia di Reggio Emilia, che porta la firma di Giorgio Diritti .
Però, detto sottovoce, prima o poi voglio fare un bel ruolo in una commedia. La mia vena comica e leggera deve ancora uscire al cinema. E’ uscita di più a teatro e nella mia vita privata, anche se qualche commedia l’ho già fatta. Altri progetti… viaggiare, amare e …pulire casa.

Grazie Paola per il tempo dedicatoci. Voce Spettacolo ti fa i migliori auguri per il tuo futuro.

Foto di Fabrizio De Blasio

Vito
Follow Me

Vito "Nik H." Nicoletti

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Vito "Nik Hollywood" Nicoletti è Caporedattore di Voce Spettacolo. Si laurea in Giurisprudenza.
Allievo esperto di Kung Fu
Vito
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 + 6 =