Intervista all’attrice spagnola Elvia Llauder

Di Vito “Nik. H.” Nicoletti

 

Ciao Elvia! E’ un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Un bel tuffo nel passato. Da bambina cosa sognavi di fare?

Da bambina ero molto appassionata della vita. Mi piaceva ballare,cantare e con la pittura ero molto creativa. Il mio sogno era di diventare attrice. All’età di sei anni ho iniziato a frequentare i corsi di teatro, ad 11 anni cominciai a comprare riviste di cinema e la prima volta che ho visto un set cinematografico (ricordo che stavano girando un film vicino casa mia) pensai che quel lavoro sarebbe stato nel mio destino ed era quello che avrei voluto fare da grande. Ora questo sogno si è avverato, adesso è la mia realtà.

 

Chi è Elvia Llauder?

Elvia Llauder e una persona vitale, che lotta per la vita con molta energia, sensibile, una donna che ama la sua professione, la sua famiglia, è solidale ed è anche un’amica sincera.

 

Il lavoro dell’attore significa essere “UNO, NESSUNO, CENTOMILA”?

Il lavoro dell’attore è essere centomila ed è quello il bello della mia professione, vivere mille vite in una.

 

Le emozioni che provi quando reciti, sono le stesse che provi quando vivi?

Penso che dietro ad ogni personaggio ci sia sempre un pò di noi stessi ma non sempre le emozioni che provo quando recito sono le stesse che provo quando vivo. Io non sono una persona pessimista. A volte devi metterci dentro un’emozione o una paura, pero nella vita reale non sono cosi.

 

Delle proposte di lavoro, qual è quella che escluderesti in modo tassativo e quella che invece ti piacerebbe fare che non hai ancora fatto?

Come attrice mi piace affrontare le sfide anche se non interpreterei mai un personaggio che non sia in accordo con la storia. Mi piace recitare in sceneggiature che comunichino un messaggio importante. Vorrei interpretare un personaggio con molto coinvolgimento emotivo e che mi faccia vibrare dentro.

 

A quale progetto stai lavorando in questo periodo?

Ho appena finito di lavorare al film “The man who killed don quixote”,del grande regista Terry Gilliam(Monty Pitons) con attori come Adam Drive,Olga kurylenko,Jonathan Pryce e Stellan Scarsgard. Mentre in televisione ho lavorato in una serie chiamata “Centro Medico, qui in Spagna. Parteciperò anche in alcune puntate de “Il Segreto”. Ci sono tanti progetti futuri.
Si vive di rimpianti o di progetti?

Penso che si viva di rimpianti ma gli stessi devono spingerti a fare nuovi progetti. E fondamentale raggiungere nuovi obiettivi e guardare sempre avanti.

 

Cosa ti ha tolto la vita e cosa invece ti ha dato fino ad ora? … E nel tuo lavoro?

Io sono molto positiva e credo che dietro ad ogni delusione ci sia un insegnamento per fare le cose in forma diversa. Adesso ho tante cose belle e sono molto felice sia sul piano personale che su quello lavorativo.

 

Un pregio e un difetto di Elvia?

Un pregio è essere sempre positiva,con molta energia,constante,vera e umile. Un difetto è sicuramente l’impazienza anche se con il tempo sono migliorata ed ora lo sono di meno.

 

Amare significa…?
Amare significa prendere l’esistenza con entrambe le mani, la completa felicita con piccoli momenti che ti riempiono l’anima. Amare le persone, il tuo lavoro, gli animali, la natura, amare e un concetto globale e per me il più bello.

 

La felicità per Elvia?
La felicita per me è poter realizzare i miei sogni, lavorare per quello che amo. La felicita sono le piccole cose dalla vita, trascorrere del tempo con la famiglia, gli amici e essere onesti con noi stessi per ciò che vogliamo e ci fa avere gioia.

 

Grazie Elvia per il tempo dedicatoci. Voce Spettacolo ti fa i migliori auguri per la tua carriera.

 

Vito
Follow Me

Vito "Nik H." Nicoletti

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Vito "Nik Hollywood" Nicoletti è Caporedattore di Voce Spettacolo. Si laurea in Giurisprudenza.
Allievo esperto di Kung Fu
Vito
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 1 =