Intervista all’attrice Valentina Gemelli

Di Vito “Nik H.” Nicoletti

Ciao Valentina. E’ un vero piacere ospitarti nuovamente sul nostro portale. la prima domanda è…E’ in uscita il film “IL TALENTO”, regia di salvatore Sclafani e che vede anche la tua partecipazione. Cosa puoi dirci in merito a questa tua nuova esperienza?

Ciao, sì IL TALENTO è il film diretto da Salvatore Sclafani, scritto da lui e da Domenico Cangialosi, in cui interpreto Monica, una ragazza che fa parte della compagnia di amici di Fabrizio ( interpretato da Domenico Cangialosi) la quale assieme al fidato amico Luca ( Andrea Carpinteri) darà dei pessimi consigli a Fabrizio, rivelandosi snob e poco  incline all’amicizia. Insomma è la classica stronza. Il film sarebbe dovuto uscire nelle sale ma a causa del Covid tutto si è fermato. E allora la produzione ha pensato di organizzare una preview online e del film se ne sta già parlando. L’idea è quella di puntare ad una distribuzione attraverso le  piattaforme di streaming.

So che il film è ispirato al Maestro Federico Fellini e quindi Salvatore Sclafani e Domenico Cangialosi, entrambi sceneggiatori del film, non hanno creato alcun copione per questo film, proprio come piaceva a lui. Come ti sei trovata a lavorare in questo modo?… tutto più complicato?

Sì, abbiamo lavorato senza un copione, seguendo le indicazioni del regista. Certo è stata un’esperienza diversa, ma i dubbi iniziali si sono sciolti subito perché abbiamo lavorato in armonia e l’improvvisazione ha dato spunti meravigliosi. È stato fatto un ottimo lavoro e, nelle scene corali, ci siamo divertiti parecchio. In particolare quando abbiamo girato la scena della festa, il buffet  era pieno di polpette vegetali  che andavano  più delle patatine e delle olive ma le abbiamo digerite 3 giorni dopo.

Quando è perchè hai deciso di sposare questo progetto?

Ho deciso di sposare il progetto perché mi sono fidata di chi me l’ha proposto. Non ho avuto alcun dubbio. Il cast è formato da attori bravissimi che sono anche miei amici. Non è stato un salto nel buio, anzi. Onorata di farne parte.

Visto che il film parla di talento…questo tuo lavoro è fatto di tanto talento o di tanta fortuna?…oppure di entrambi?

Questo lavoro è fatto di talento ma non basta. Se il talento non incontra la fortuna, te ne stai a casa a coltivarlo per i fatti tuoi e nessuno si accorgerà di te. Si deve riuscire a farlo fiorire fuori. Se immagini, puoi…ed io ho molta immaginazione.

In questo periodo così difficile dove si è obbligati a restare a casa…tu organizzi “Incontri al Supermercato”…ci spieghi nel dettaglio di cosa si tratta?

Ecco, il mio format IL SUPERMERCATO è proprio la “fotografia”della fioritura di cui ti parlavo prima. In un momento in cui tutto si è fermato io non l’ho fatto. Ho pensato che dal 9 marzo l’unico luogo di aggregazione per poter incontrare dei volti, essendoci preclusi cene e aperitivi con gli amici, fosse proprio il supermercato. Da lì è nata l’idea di girare un video al giorno per invitare le persone all’evento giornaliero per una cena, un matrimonio, una lezione, un corso di disegno, un barbecue, una ricostruzione delle unghie, un discorso alla nazione. Prendo spunto da quello che accade nel mondo e il giorno dopo giro il video. I primi giorni qualcuno non ha capito l’ironia e mi ha dato contro. Io ho proseguito il mio percorso e sono stata premiata. I video sono un appuntamento quotidiano, salto solo le feste comandate e in molti mi chiedono “a quando il prossimo evento?” D’altronde lo dico sempre: o decidi di dover piacere a tutti o vivi libera. Io vivo libera.

E quando tutto finirà?…finiranno anche gli incontri?

Quando tutto finirà darò libero sfogo alla mia fantasia, come sempre. E gli incontri li farò anche dal vivo.

Ci sono progetti futuri?

Tra i miei progetti  futuri, oltre al cinema e agli impegni a teatro, c’è anche il mio nuovo programma radiofonico ma la partenza, prevista per Giugno, sicuramente slitterà. In questo periodo mi sento molto Spartaco e spero di liberarmi dalle catene prima possibile. E chissà lì fuori, quando tutto tornerà alla normalità, troverò anche un mondo migliore.  

Grazie Valentina per il tempo che ci hai dedicato. Voce Spettacolo ti fa i migliori auguri per il tuo futuro.


Canale YouTube: VALENTINA GEMELLI

https://www.youtube.com/channel/UChaZ1J5lOiz56VAo0cFKUMg

Federico Fellini come fonte di ispirazione: così, senza copione, è nato il film “Il talento”. Regia di Salvatore Sclafani, protagonista Domenico Cangialosi, prodotto da First Child di Paola Piccioli e Salvatore Sclafani. Un lungomeraggio la cui distribuzione, intralciata dal ciclone Covid 19, sta già costruendo innovativi percorsi.

Nessun copione per il lungometraggio “il Talento” proprio come voleva Federico Fellini, che non amava vincolarsi a qualcosa di precostituito, ma preferiva costruire in itinere, coinvolgendo anche gli attori e raccogliendo i loro suggerimenti. Salvatore Sclafani e Domenico Cangialosi, entrambi sceneggiatori del film, hanno voluto ispirarsi al grande regista e creare la storia, i dialoghi, l’intreccio delle situazioni, durante la lavorazione. Mettersi alla prova ispirandosi a un grande del cinema, è stata una scommessa nella quale hanno impiegato impegno e passione. Con l’aggiunta della propria personalità e di un tema di attualità che si muove tra il cinismo della società odierna, e la superficialità tesa all’essere a all’apparire.
Quale prezzo si è disposti a pagare per il successo?
Come fronteggiare i propri demoni interiori, per ottenerlo, quando Genio e fama possono essere un’arma a doppio taglio in grado di corrompere anche i cuori più puri?
“Il talento”, grazie ai virtuosismi narrativi da Sclafani e Cangialosi, ha risposto abilmente a queste domande, bypassando la classica sceneggiatura che avrebbe tolto respiro e alchimie al loro film.
“Quello che abbiamo fatto e’ stato fare delle prove, gli attori improvvisavano davanti a me, senza freni, ed io ne indirizzavo la recitazione” spiega Salvatore Sclafani che è anche regista e direttore della fotografia de “Il Talento”. Dopo aver finalmente “fissato” le battute ed i movimenti, mandavo al trucco gli attori, mentre io ed i miei tecnici illuminavamo la scena e preparavamo la cinepresa. Una volta che gli attori tornavano sul set, le scene venivano girate come se le battute fossero sempre state parte di un copione. Il processo e’ stato molto interessante anche per gli attori, molti dei quali, elettrizzati dalla possibilità di partecipare, hanno deciso di non esigere alcun cachet per non intaccare il budget già ridotto.
“Il Talento racconta le vicissitudini di Fabrizio Taormina, un giovane scrittore siciliano, ”racconta Domenico Cangialosi che lo interpreta e che nel film troviamo anche nelle vesti di costumista insieme a Francesca Palma.” Una volta trasferitosi a Roma, Taormina diventa l’apprendista di Eugenio Vassallo, un famoso scrittore Argentino, che in realtà fa del giovane talentuoso, il suo “Ghost Writer”.

Salvatore Sclafani e Domenico Cangialosi sono entrambi palermitani e si sono conosciuti a Roma, dove si erano trasferiti con il sogno di lavorare nel cinema, nel cui ambito avevano già una buona esperienza. Dopo aver realizzato insieme il cortometraggio “Self Control”, opera sulla bulimia maschile, che ha ottenuto molti consensi di critica ed è stato premiato nell’ambito di importanti film festival nazionali, i due cineasti hanno riflettuto sulla prospettiva di realizzare un film con la casa di produzione cinematografica First Child, fondata da Salvatore Sclafani e dall’attrice Paola Piccioli.
E’ stato Salvatore che, prima di trasferirsi a Los Angeles, dove vive tutt’ora, ha deciso di omaggiare Roma, dove ha vissuto per 5 anni e per la quale prova ancora un amore infinito. E insieme a Domenico ha realizzato concretamente il loro ambizioso progetto nella città eterna senza dimenticare la loro Palermo, che si esprime attraverso il personaggio di Fabrizio Taormina, sua sorella e un’altra attrice palermitana nel cast.

Intrigante e ricco di personalità, oggi il film deve fare i conti con l’attuale pandemia globale causata dal Covid-19, che ha colpito duramente anche il mondo del cinema. La tradizionale distribuzione sarà quindi necessariamente sostituita da una serie di iniziative sui canali social (su tutti Facebook e Instagram) e non mancheranno le sorprese grazie al sostegno di alcuni personaggi di spicco. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i più importanti produttori e le principali realtà del settore cinematografico, per delineare una nuova strada che possa dar voce a “Il talento” e a tante altre pellicole che stanno attraversando le stesse difficoltà.

Vito
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 + sette =