Intervista con Catia Mevi

Il nostro redattore Vito “Nik Hollywood” ha intervistato la Managment Catia Mevi. Di seguito l’intervista per voi lettori.

Ciao Catia! E’ un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Un bel tuffo nel passato. Da bambina cosa sognavi di fare?

Sognavo di essere una guerriera e di incontrare il grande amore.

Chi è Catia Mevi?

Ex modella ed ex miss, ho lavorato per molti anni nell’ambiente dello spettacolo e in quello delle discoteche, nel corso degli anni ho poi conseguito una laurea in filosofia e storia che mi ha portato ad insegnare in alcuni istituti privati, ma non ho mai abbandonato la mia passione per l’arte e la cultura. Ho continuato a lavorare nell’ambito della Management, cercando di promuovere giovani modelle e ballerine tenendo conto sempre della loro costituzione fisica, poichè nell’ambito della moda ho sempre incontrato opposizioni fisiche, essendo io non filiforme, ho voluto portare con me l’esperienza di anni trascorsi tra diete e sofferenze e non volevo che le mie modelle potessero soffrire di alcuni canoni assurdi.

Quali sono i momenti speciali della vita che porti con te?

I momenti speciali sono tanti a livello lavorativo, alcuni contratti con alcune aziende che si sono accorte della’’Glamour&fun ‘’, mentre per quanto riguarda il privato, il superamento di alcune malattie da parte dei miei genitori, vederli rinascere dalle loro ceneri è stato emozionante e poi la nascita di mia nipote Ginevra.

Possiedi una tua agenzia di Moda “Glamour&Fun” , ci racconti quando nasce, come nasce, perché nasce?

La “Glamour & fun” nasce in collaborazione con una mia carissima amica Valentina Ferraro. Entrambe volevamo promuovere la bellezza italiana, il rispetto per il fisico, ma soprattutto l’obiettivo è quello di creare un ambiente familiare sia con i clienti e sia con le nostre ragazze. Ti dico solo che io e Valentina conosciamo a memoria ogni nostra modella e hostess, non tralasciamo neppure i loro gusti e i loro sogni, questo per farti capire che per noi non rappresentano soltanto un numero.

Oggi il mondo della moda punta di più sulla bella ragazza o sulla bella persona?

Oggi il mondo della moda sta cambiando lentamente, si sta dando importanza anche al carattere delle modelle e alla loro storia. Questo si evince dal fatto che le grandi top si mettono in copertina attraverso molti social, le aziende hanno smesso di scegliere i manichini e puntano ad una filosofia tra forma e sostanza. 

Bella ragazza si nasce…bella persona si diventa vivendo…si diventa strada facendo?

Una domanda strana, non saprei che risponderti visto che io pesavo 80kg e la mia forza di volonta’ mi ha portato a dimagrire per poter partecipare a molti concorsi. Normalmente ci vuole anche la fortuna di nascere con buoni geni e con una grande volonta’. Per quanto riguarda invece il fatto di nascere una bella persona, non credo sia così, io penso che le circostanze e gli eventi della vita ci cambino continuamente a volte in bene altre volte in male.

Come ti rapporti alle critiche?

Le critiche servono a crescere nel bene e nel male, dipende sempre da che pulpito partono. Ti voglio confidare una cosa: ci vuole eleganza anche nel dissimulare una persona e non tutti la possiedono.

Quanto c’è di Catia nel lavoro che svolgi?

Nel mio lavoro c’è tutta me stessa, per questo se qualcosa non va ci soffro moltissimo. La sospensione dei sentimenti non è nella mia natura, anche se la mia socia sta cercando di convincermi del contrario.

Le verità del cuore si possono raccontare?…possono servire per farsi conoscere meglio?

Le verita’ del cuore servono a svelare il proprio percorso di vita, cio che ci conduce a fare determinate scelte. Io posso dire di amare l’insegnamento quanto amo la mia agenzia. Entrambi infatti sono collegate nell’universo umano.

A cosa può servire un sogno?…e tu ne hai tanti?

Si i sogni motivano l’essere umano ad andare avanti, sono i pilastri dell’esistenza umana, anche se alcuni non sono realizzabili, è meraviglioso immaginare di poterli raggiungere. Io ne ho molti di sogni e mi piacerebbe poter lavorare con Versace o con D&G. Invece, per quanto riguarda l’insegnamento, vorrei continuare cosi nel cercare di aiutare i miei alunni a credere in loro stessi. Per quanto riguarda, invece, la vita privata, l’amore è sempre al primo posto, è il motore che mi guida nelle scelte.

Progetti futuri?

I progetti futuri sono quelli di continuare a lavorare in due ambiti che amo molto!

Catia, grazie per il tempo dedicatoci. Voce Spettacolo ti fa i migliori auguri per il tuo futuro e la tua carriera.

Vito
Follow Me
Latest posts by Vito "Nik H." Nicoletti (see all)

1 thought on “Intervista con Catia Mevi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove − quattro =