Il nostro redattore Michele Valente ha intervistato il celebre dj e Producer Simone Vitullo. Di seguito l’intervista esclusiva rilasciata per voi lettori.

 

Ciao Simone! Grazie per essere ospite di Voce Spettacolo. Raccontaci un pò di te, com’è nata la passione per la musica e quando hai iniziato a fare il dj?

Ciao Ragazzi, grazie a voi… La mia passione per la musica credo sia sempre stata in Me sin da piccolo…quando avevo 7/8 anni cercavo sempre di creare una batteria con i vecchi cartoni di detersivo vuoti,pentole e robe del genere per improvvisarmi batterista! Poi a 9 anni i miei genitori mi hanno iscritto ad un corso di chitarra che ho frequentato per qualche anno. A quei tempi ascoltavo i Pink Floyd, i Led Zeppelin,i Deep Purple, ecc. In un certo senso devo dire che sono nato nella musica. Mio zio e mio fratello maggiore avevano uno studio di registrazione ed io ero sempre lì a guardare e voler imparare. Poi mio fratello ha messo su un gruppetto di amici con i quali organizzare feste e quindi ha comprato tutta l’attrezzatura necessaria a quei tempi, giradischi, mixer, casse e soprattutto vinili !!! Cominciando ad ascoltare l’appena nata house music e osservare la figura del vero dj di quei tempi. Da lì è stato facile capire “cosa” volevo fare da grande,vedevo e sentivo tutto già dentro di me…avevo circa 11/12 anni!

Ad oggi sei considerato uno dei dj Italiani e produtori di musica house più talentuosi. Cosa ti ha influenzato maggiormente verso questo genere di musica?

Bhè, direi che da sempre sono stato affascinato da questo genere. Magari agli inizi si cerca sempre di capire la propria strada da intraprendere e le proprie preferenze per quanto riguarda i generi musicali, pero’ ricordo che sin da piccolo l’house (di quei tempi) è stata sempre la mia passione e guida primaria! Questo genere nel corso degli anni, come ogni cosa, si è evoluta e ha preso diverse “forme” sonore… Ogni buon dj la interpreta in base alle proprie emozioni che essa scatena.

Ti contraddistingue molto la ricerca del suono innovativo e moderno. Di fronte al vasto panorama di artisti talentuosi, ritieni sia difficile al giorno d’oggi riuscire ad essere originali e trovare il sound giusto?

Si. Direi proprio di si! Non è difficile, è difficilissimo essere originali al giorno d’oggi! Sicuramente lo è sempre stato, ma ora piu’ che mai prima. Principalmente con l’avvento di internet, il dj si è trasformato in una figura molto mediatica, da imitare e ovviamente copiare. Avere un sound veramente originale oggi è come creare una nuova tendenza, e sappiamo tutti che non è così facile. Per quanto mi riguarda ho sempre cercato la mia strada sonora che il mio amore per la musica mi ha indicato, sicuramente ispirandomi ad artisti e musicisti che mi piacciono, rispetto e seguo.

Hai lavorato con artisti importanti come Todd Terry, Andre Crom, Mark Knight, Paul C & Paolo Martini,Wally Lopez, Hector Couto, Milk & Sugar, Yves Larock e molti altri. Ritieni siano importanti le connessioni con artisti del settore per capire meglio i cambiamenti e le nuove tendenze?

Sono importantissime, specialmente se gli artisti sono aperti a confrontarsi e a discutere dei propri pensieri e idee. Non è mai stato facile prevedere le tendenze musicali, spesso perché le tendenze cambiano velocemente! Parlare e confrontarsi in base alle proprie esperienze musicali, aiuta anche a creare nuove tendenze più solide che possono durare nel tempo perché vengono create con passione per la musica, non per la voglia di essere fashion e di tendenza!

Hai suonato in templi sacri come Ministry of Sound, Egg a Londra, Sankeys ad Ibiza, Titilla di Riccione, Wall di Miami e tantissimi altri. Che effetto fa suonare in posti come questi con tanta gente che fa la fila per vederti ?

Credo sia un’emozione unica e anche un po’ difficile da spiegare. E’ come vedere e godere dell’ottimo risultato del proprio lavoro fatto nel tempo e specialmente con passione. Suonare trasmettendo le proprie emozioni al pubblico che hai di fronte e vedere loro divertirsi e recepire quello che cerchi di trasmettere, forse è una delle emozioni piu’ belle che io abbia mai provato. Ogni volta mi piace aspettare e creare quel momento magico, come se fosse la prima volta. Sarà amore per la musica… chissà!

Come l’esplosione del fenomeno EDM dei paesi del nord Europa? Sembra che l’Italia sia rimasta parecchio indietro in confronto a quello che accadeva anche solo 10 anni fa, qual è la tua opinione a riguardo?

Personalmente non è un genere che a me piace, ma credo che questa maggior influenza dei paese del nord Europa sia dovuta al fatto che questo genere di musica è nata lì, in particolare in Svezia, dove i pionieri Eric Prydz, Axwell, Sebastian Ingrosso, Steve Angello, Avicii ecc… sono stati bravi a creare un movimento e un genere che è esploso poi in tutto il mondo! Penso che questa volta l’Italia sia giustificata. A mio parere, credo che questo genere stia andando a morire. La house, anche se interpretata in maniera moderna, è tornata a far da padrona!

Su cosa stai lavorando attualmente e quali sono i tuoi progetti futuri?

Attualmente sto lavorando molto sulle mie labels, GO DEEVA RECORDS, BASICA RECORDINGS e GO DEEVA LIGHT RECORDS. Voglio cercare di creare qualcosa di mio, di molto speciale. Voglio cercare di trasmettere tutta la mia passione e amore per la musica alle persone che hanno voglia di recepire e ascoltare musica, non ammirare e idealizzare solo loghi e marchi. Ovviamente sono anche molto attivo con le mie produzioni personali, ho appena finito un remix per Metodi Hristov che uscirà su Off Spin e sto preparando un nuovo ep per Off Recordings, Suara, Moodmusic, Incorrect Music e altre labels. Tra pochissimo uscirà un mio nuovo singolo tech house/techno,su Go Deeva Records,intitolato “Dope Your Mind”, il titolo forse rende già l’idea, è un disco molto speciale per me, segna un po’ il mio cambiamento e maturità musicale.

Potete ascoltare una preview qui:

Grazie Simone, sei stato gentilissimo. Noi di Voce Spettacolo ti auguriamo i migliori successi per il futuro e per la tua vita.

Grazie di cuore a tutti voi di Voce Spettacolo. A presto.

11119075_10152691978896017_1481215532_n 11187735_10152691979426017_48356362_o

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − 8 =