Intervista con il Dj e Produttore NICOLA BALDACCI

Abbiamo intervistato il noto Dj e Produttore Nicola Baldacci, di seguito l’intervista per voi lettori! (di Michele Valente)

—–

Ciao Nicola! grazie per essere ospite di Voce Spettacolo. Ci parli un pò dei tuoi inizi e della passione di fare musica? Com’è nato tutto e quali sono state le tue influenze?
Ciao a tutti i lettori di Voce Spettacolo! Il mio primo approccio alla musica è stato all’età di 14 anni. Frequentando le discoteche locali ho ammirato fin da subito la figura del dj, tanto da pensare fin da subito che potesse diventare la mia passione… e così è stato! Amante da sempre del genere tech house sono stato influenzato da artisti come Federico Scavo che seguo tutt’ora con grande ammirazione.
Gli ultimi anni sono stati per te molto importanti nel panorama House, in particolare vorremmo menzionare il tuo successo «Brain», poi remixato da Federico Scavo, molto apprezzato dal pubblico. Come nascono i tuoi pezzi e quale ritieni possa essere una buona formula di successo nel tuo lavoro?
 Ogni giorno entro nel mio studio e mi faccio trasportare dalla musica. Sono sempre alla ricerca di nuovi suoni e nuovi stimoli. L’ispirazione può arrivare ascoltando una voce, un giro di basso… Ma credo che l’unica formula di successo sia farsi trasportare dalla passione e dalle emozioni.
Come ti rapporti alla cosiddetta  «Old school» e tendenze del passato e come vedi il futuro, alla luce dei nuovi sviluppi, sempre più incentrati sulla ricerca di nuovi generi e sullo sviluppo dei mezzi tecnologici, a disposizione dei dj e produttori?
 Sono cresciuto nell’era del digitale, da sempre credo che la tecnologia sia un mezzo da sfruttare al massimo e che ci aiuta ad ottenere risultati di qualità sempre migliore. Nonostante ciò apprezzo tutto ciò che è stato fatto nel passato. Ma come tutte le cose anche la musica si evolve e credo che aggiornarsi e restare al passo con i tempi sia importante.
Hai suscitato attenzioni da grandi artisti quali Umek, Prok & Fitch, David Vendetta, Mike Vale e molti altri. Quanto ritieni sia importante fare rete tra artisti del settore ed anche collaborare creando sinergie?
La sinergia tra artisti è fondamentale per avere una crescita professionale e personale. Credo che il confronto sia sempre costruttivo, in ogni ambito compreso quello musicale. All’inizio non è stato facile ma andando avanti ho sempre trovato grande supporto tra i miei colleghi. Senza il supporto di altri professionisti del settore nulla avrebbe funzionato.
Che rapporto hai con i social network e con il tuo pubblico? Ti piace interagire con i tuoi fan e dedichi loro un po’ del tuo tempo?
Come dicevo prima sono nato nell’era del digitale e credo che la tecnologia, e quindi i social network, se ben sfruttati siano un mezzo potentissimo per farsi conoscere e apprezzare. Dedico molto tempo ai miei fan e sono sempre ben disposto a interagire con loro. Sono presente in tutti i principali social network e se volete seguirmi ne sarò più che felice.
Hai suonato in diversi club anche all’estero, in paesi del sud America, Europa e diversi altri. A quale dei posti in cui hai suonato sei più legato e perché? Cosa ritieni che manchi al nostro paese per essere competitivo e soprattutto generare nuovi talenti ?
Sono molto legato al Messico, suono spesso al Me di Cancun. Qui mi sento a casa anche perché il pubblico apprezza sempre la mia musica. Il nostro paese è da sempre un grande generatore di talenti, in tutte le arti compresa quella musicale. Forse è solo la mentalità che dovrebbe essere un po’ più aperta alle novità e al cambiamento.
Ci parli un po’ dei tuoi progetti futuri e di ciò a cui stai lavorando attualmente?
Il 25 gennaio è uscito il mio nuovo singolo “Up” al quale sto lavorando da ottobre dello scorso anno. Ma già è in arrivo una prossima uscita sull’etichetta di un mio caro amico Miki Stentella “Adunanza Records” prevista per febbraio.
Grazie mille Nicola, sei stato gentilissimo. Noi di Voce Spettacolo vi auguriamo i migliori successi per il futuro e ti facciamo un grosso in bocca al lupo!
—————————————-

 

Follow Me

Michele Valente

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Michele Valente è Editor in Chief di Voce Spettacolo. Laureato in Economia Aziendale all'Università di Parma, si occupa di Spettacolo e soprattutto di ambiti legati alla musica e NightLife. Una delle sue peculiarità è intervistare dj famosi nel mondo.
Michele Valente
Follow Me

Michele Valente

Michele Valente è Editor in Chief di Voce Spettacolo. Laureato in Economia Aziendale all'Università di Parma, si occupa di Spettacolo e soprattutto di ambiti legati alla musica e NightLife. Una delle sue peculiarità è intervistare dj famosi nel mondo.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − 9 =