Intervista con il regista Francesco Gitto

FG6

Il nostro redattore Gianfranco De Cataldo ha intervistato il regista Francesco Gitto. Di seguito l’intervista esclusiva rilasciata per voi lettori.

 

Ciao Francesco! La prima domanda. Un tuffo nel passato. Da bambino dicevi… “da grande farò”…?

Il prete, poi vedendo in tv lo sceneggiato uccelli di rovo ho cambiato idea e mi sarebbe piaciuto fare il paracadutista. Poi la realtà mi ha portato, è il caso di dire, con i piedi per terra.

Il lavoro dello scrittore oggi secondo te.

Per scrivere serve passione, anche se molti scrittori lo fanno per vendere. Ma la mia essendo una passione e non l’ho mai presa come un lavoro non mi farebbe vivere a meno che…

Sei alla tua prima esperienza da regista ? Le sensazioni che provi?

Sarà la mia prima esperienza come regista di un lungometraggio, poiché mi sono giàcimentato con dei docu-film e cortometraggi, ma le sensazioni che provo sono completamente diverse da quelle precedenti, perché parliamo di un film.

Come nascono le tue idee?

Di notte… soffro di insonnia. Scherzo. Nascono a contatto con gli altri e dalla voglia, dal desiderio che ho di dare loro qualcosa su cui riflettere e perché no, di dar loro la forza di andare avanti e lottare, lottare per raggiungere la propria meta.

Per quale tuo lavoro nutri maggiormente affezione? Quale invece ti ha dato filo da torcere?

Tutto quello che faccio mi resta nel cuore, ma quello che mi dà davvero filo da torcere e fare l’avvocato.

Un film che avresti voluto dirigere.

Il sesto senso o la musica nel cuore, e ovviamente l’avvocato del diavolo.

Se la tua vita fosse un film o una canzone, quale sarebbe? E perché?

Non c’è un film o una canzone, ogni vita è unica e straordinaria. Diciamo che la mia vita è una sceneggiatura che sto scrivendo.

Riesci a trovare del tempo libero per i tuoi hobby?

Tutto quello che faccio sono i miei hobby, mi ritengo fortunato, ma a volte ho bisogno di “scappare” da loro e viaggio, a volte solo con la mente altre volte con l’aereo.

Via le mani dagli occhi: Raccontaci qualcosa a riguardo sul tuo Progetto.

Il mio progetto nasce nelle scuole attraverso il mio primo romanzo “Morfeo”, ed è lì che ho avvertito la necessità di scrivere qualcosa che potesse davvero servire hai ragazzi/e. Così è nato “Via le mani dagli occhi”, così è nata la mia Valeria, una donna forte che lotta tutta la vita per uscire dal buio per ritrovare la luce e salvarsi.

Progetti futuri?

Lasciami godere di questi momenti e poi ti parlerò degli altri miei progetti.

Manda un saluto ai nostri lettori.

Vorrei salutarvi come vi saluterebbe Valeria: lotterò alla ricerca del mio giorno è state certi che il mio giorno sarà pieno di sole. Buona vita a tutte e tutti.

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 2 =