Intervista con il Regista. Giovanni Veronesi.

image

Il nostro direttore Walter Nicoletti è stato presente a Maratea per la Settimana del Cinema. Tra gli ospiti illustri, invitati da Francesco Di Silvio, produttore cinematografico e coordinatore della Kermesse, il regista Giovanni Veronesi, il quale ha rilasciato un’intervista alla conduttrice e giornalista Francesca Barraa, coadiuvata dal direttore della Lucana Fil Commission, Paride Leporace. Di seguito l’intervento della seconda serata dedicata alla settima arte.

Giovanni benvenuto a Maratea. Ultimamente hai condotto un nuovo programma radiofonico su radio due.

Ho cominciato a fare radio perché la considero un’oasi di libertà. Le persone che fanno radio sono libere. Ho realizzato un sondaggio sui ragazzi ed il mondo del lavoro. Non ho toccato l’argomento della fuga dei cervelli, ma del lavoro di commessi che molti di loro svolgono all’estero. Perché non c’è futuro in Italia. Molti vanno a vivere in Australia. È un vero peccato che in Italia si vada via. I giovani mi dicono che in Italia l’aria e irrespirabile, mentre negli altri paesi hanno enormi possibilità. Questa trasmissione radiofonica mi ha dato possibilità di interagire con loro. E mi hanno ispirato nel realizzare un nuovo film.

Esiste una scuola Toscana di fare cinema?

È vero che i toscani affrontano la comicità in maniera originale, tuttavia il mio maestro è stato Mario Monicelli. Una sera mi ha concesso l’onore di andare in auto con lui. Sulla strada del ritorno, il. Maestro, alla veneranda età di 92 anni, mi ha detto che nella vita è necessario andare sempre avanti e non fermarsi mai.

Il cinema in quest’era della tecnologia.

Un ragazzo americano di 18 anni mi ha riferito che andare al cinema è da sfigati. Io voglio ancora crederci nel cinema. Ognuno di noi ha tablet, tv ecc. la qualità in casa è migliore di un multisala di provincia. Purtroppo in questo modo il cinema rischia di morire anche se, alla fine, non credo che succederà. Cambia lo stile di vere un film. E a noi tocca adattarci.

Il valore delle Sceneggiature.

Se ci sono delle incertezze nella sceneggiatura di un film, non deve essere fatto oppure è necessaria una revisione altrimenti non potrà mai partire. È di importanza colossale perché quello che si legge verrà scritto sullo schermo.

Il cinema in Basilicata è possibile?

Questa è una terra di set naturali. C’è il mare e la montagna a distanza di soli 20 minuti. Ci sono bellissime Spiagge, laghi, distese. Trovi tutto. Sicuramente sarà una terra che porterà tanto lavoro per la settima arte.

Foto: Lucana Film Commission.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 + quattordici =