Intervista con la fotomodella Lisa Carraro

11167415_830363980383851_944565270_o

Il nostro redattore Vito “Nik Hollywood” Nicoletti ha intervistato la fotomodella Lisa Carraro, in collaborazione con il blog “Diventare Fotomodelle” di Stefania Merello .(http://smerello72.123homepage.it/)

Di seguito l’intervista esclusiva per voi lettori.

Ciao Lisa! E’ un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Un bel tuffo nel passato. Da bambina cosa sognavi di fare?
Ciao ragazzi, grazie per questa grande opportunità. E’ un piacere vedere che qualcuno si accorge di me ed è curioso di sapere qualcosa in più sulla mia persona.
Torniamo all’intervista, da piccolina cosa sognavo di fare? Avrò avuto si e no 6/7 anni quando, guardando insieme alla mia adorata nonna Miss Italia in televisione (all’epoca presentava ancora Pippo Baudo), la guardai e le dissi “ Nonna un giorno quando sarò grande ci sarò anche io“ …ed infatti a distanza di un po’ di anni approdai nel fantastico mondo della moda, delle sfilate e della fotografia, per cui il mio sogno da bambina era quello di fare la modella!

Ti ricordi la tua prima esperienza?
Si, la ricordo con un sorriso. Era stata una scommessa con delle amiche, quella di partecipare ad un concorso di bellezza.

Quando, come e da cosa nasce questa tua voglia di mostrarti e raccontarti agli altri attraverso la fotografia?
La mia passione per la fotografia nasce dopo aver passato la fase del “brutto anatroccolo”, infatti, alle medie ero tutt’altro che una ragazzina aggraziata e carina…ero un po’ un maschiaccio che giocava addirittura a calcio. Poi alle superiori, complice anche il tipo di scuola da me intrapresa ( grafica pubblicitaria e fotografia ), cominciai ad appassionarmi prima alla storia della fotografia, poi a scattare foto e poi passai dall’altra parte dell’obiettivo…e da li non scoprii i lati che erano rimasti assopiti fino ad allora, quali la mia femminilità, la voglia di mostrarmi agli altri senza vergogna e, con il tempo, anche la sensualità che esprimevo nelle fotografie.

Ti poni qualche limite o saresti disposta a realizzare qualsiasi genere fotografico, purchè esso sia professionale, artistico e non volgare?

Nella fotografia non esistono limiti, siamo noi che ce li poniamo. Io penso che ci sia una linea sottile che non va mai oltrepassata, per fare un esempio, anche una fotografia di nudo artistico ( per cui molto naturale) se si oltrepassa quella linea, può diventare volgare e non più sensuale e naturale. Per cui a volte il celare, il vedo non vedo, sono molto più efficaci di un nudo integrale! Per cui tornando alla risposta, no non mi pongo limiti, basta siano il linea con quello che penso e sento io riguardo al genere fotografico che mi viene proposto, che non siano volgari…la fotografia non è volgarità ma arte!

Qual’è l’aspetto migliore e quello peggiore di essere una fotomodella?
L’aspetto migliore di essere fotomodella per me è, ed è stato sin dall’inizio, il prendere consapevolezza di se stessi e l’aumento della propria autostima che, almeno per me prima di cominciare questa avventura, era sotto le scarpe… pari a zero!
Il lato peggiore riguarda il pensiero delle persone che, grazie ai luoghi comuni che ci sono sull’immagine delle modelle, le portano a pensare che siano solo belle e stupide, “facili” e senza cervello. Ecco, questo è il lato peggiore della cosa, forse alcuni ometti sono abituati a quel tipo di ragazza…per cui di conseguenza tutte devono essere uguali.  Vi sbagliate, eccome se vi sbagliate!

Hai partecipato a tante sfilate di moda, cos’è la moda per te?
Si, nel corso della mia carriera ho partecipato a moltissime sfilate e questo mi ha portato a capire che la moda è uno stile di vita, la moda la vivi giorno per giorno, la moda è un modo di essere diverso per ognuno di noi per cui non penso ci sia una definizione ben definita di moda!

Hai mai pensato di mollare durante il tuo percorso?
Certo…a volte quando ti vengono chiuse molte porte in faccia o vedi ingiustizie nei concorsi di bellezza, la voglia di mollare ti viene eccome, pensi che non ne andrà dritta una, che sei destinata a rimanere nell’ombra.  Ma poi, come per incanto, basta che una persona creda in te, dandoti la forza con piccoli gesti di stima e fiducia e tutta la delusione svanisce e torna la carica forse più forte di prima. La persona che devo ringraziare per non avermi fatto gettare la spugna l’ultima volta ( quella della delusione modaiola più grande) è la mia grande amica Stefania Merello . GRAZIE STEFANIA senza di te avrei mollato tutto

Credi più nell’amicizia o nell’amore?
Secondo me le due cose sono correlate …non può esserci amore se alla base non c’è una solida amicizia.

L’aspetto di Lisa nascosto al pubblico?
Quando sono dietro le quinte di una sfilata posso sembrare una persona molto riservata e solitaria, ma non è affatto cosi. Io quando sfilo sono professionale e questo mio estraniarmi fuori dal mondo è un modo per concentrarmi dentro. Quando la sfilata è finita, torna la Lisa festaiola e con la voglia di divertirsi…come si dice: “prima il dovere e poi il piacere”.

Progetti futuri?
Per il mio futuro prossimo spero di continuare con questo ritmo la mia carriera e portare aventi dei progetti imbastiti con alcuni fotografi e fotografe tra le quali, quello con la mitica PaolaB ph. e ve lo posso garantire…vi stupirà! E perchè no, sognare è lecito, sfilare alla settimana della moda di Milano.

Senza i sogni non si può…(continua tu)
Senza sogni non si può vivere…i sogni sono il motore che ci fa andare avanti…fanno in modo di metterci sempre in gioco e giocare è importante…sognare è VITA e sopratutto non costa nulla!

Grazie Lisa per il tuo tempo. Voce Spettacolo ti augura il meglio per la tua vita e carriera.

 

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 3 =