Intervista con la fotomodella. Tess Perrone

t10

Il nostro redattore Vito “Nik Hollywood” Nicoletti ha intervistato la fotomodella Tess Perrone, in collaborazione con il blog “Diventare Fotomodelle” di Stefania Merello.

 

Ciao Tess (Giulia)! E’ un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Un bel tuffo nel passato. Da bambina cosa sognavi di fare?

Ciao a tutti, in realtà da bambina sognavo esattamente quello che sogno ora, di essere una Criminologa e laurearmi in giurisprudenza. Spero di riuscirci.

Chi è Tess Perrone?

Tess Perrone è una sorta di seconda me (io mi chiamo Giulia) ed è il nome d’arte che utilizzo nella mia carriera di modella. Nella vita di tutti i giorni sono una persona molto semplice, rido, vivo e mi giovo di cose semplici. Tess è la mia parte più complessa, è la parte di me che sul set si trasforma, cambia…è un pò come recitare in un certo senso.

Ti ricordi la tua prima esperienza?

La mia prima esperienza è stata da subito molto bella e spontanea, il mio approccio a questo mestiere è stato grazie alla prima agenzia che mi ha seguito.

Qual è l’aspetto migliore e l’aspetto peggiore del tuo lavoro?

L’aspetto migliore è sicuramente il dinamismo, io sono una persona iperattiva e questo mestiere è molto frenetico, quindi perfetto per me. Gli aspetti negativi sono tanti purtroppo. Forse il peggiore è quello di essere un mestiere molto improntato sull’aspetto e, troppo spesso, poco sulla sostanza. Si rischia di dare troppa importanza all’aspetto e, per chi non è davvero equilibrato, si rischia di entrare in un loop di insoddisfazioni sul proprio fisico e sul proprio aspetto.

E’ un lavoro full time il tuo o hai anche un’altra occupazione? Raccontaci un po’?

No, è un lavoro part time, la mia occupazione principale è lo studio della giurisprudenza. Ormai sono in dirittura d’arrivo.

Una cosa che non sopporti e alla quale ti ribelli?

Non sopporto la falsità, non sopporto chi non ha il coraggio e la personalità di dire tutte le cose in faccia, chi si accontenta di essere lo zerbino dei potenti per ottenere facilmente le cose piuttosto che guadagnarle.

Obbedisci più al tuo cuore o alla tua testa?

Entrambi, ci sono alcune cose su cui non riesco a trattenermi reagendo di pancia, di cuore, altre dove invece cerco di mediare il mio caratteraccio e ragionare con la testa.

Tutti cerchiamo l’amore, ma nessuno sa cos’è. Cos’è l’amore per te?

L’amore per me è la benzina del mondo, è il sentimento più forte che noi uomini possiamo provare. Dovremmo provare ad amare di più ed essere meno invidiosi. L’amore è l’arma più potente, è la vera felicità. Ma non parlo solo dell’amore tra uomo e donna, parlo di amore come sentimento, amore per il prossimo, per l’ambiente, per la terra su cui viviamo, amore a 360°, quello che ultimamente sembra per me troppo trascurato.

Essere belle conta molto…ma quanto costa esserlo?

A me personalmente conta davvero poco, non sono maniacale in questo senso. Costa quello che costa ad ogni donna che ci tiene a se stessa.

Cosa ti aspetti dalla vita?

Mi aspetto di riuscire, come ho sempre detto, ad essere utile per la società, nel senso di fare qualcosa che apporti dei cambiamenti, anche se piccoli. Dalla vita mi aspetto molto. Sono sincera, non sono una che si accontenta, mi aspetto molto anche da me stessa. Spero e credo ancora in un mondo in cui la meritocrazia venga premiata. Troppo spesso questo argomento viene usato come “scusa” per non fare abbastanza.

Progetti futuri?

Spero di laurearmi e, lavorativamente parlando, ho in cantiere tanti bei progetti personali, editoriali etc., che spero di realizzare. Di più non posso rivelare…ehehehe. Personalmente, invece, ho in progetto di partire per qualche mese con le associazioni di volontariato. Infatti da poco ho scoperto “Stand for tress”, un’associazione che si occupa di salvare la foresta dal disboscamento e mi piacerebbe poter contribuire al progetto. Penso che noi stessi siamo importanti e spero di riuscire a fare anche qualcosa per l’ambiente. In un momento come questo è davvero necessario.

Senza i sogni non si può…(continua tu)

Non si può vivere. Sembra banale, ma una vita senza sogni è solo sopravvivenza. Noi ragazzi siamo la speranza, la giovinezza è la parte della vita in cui siamo più ricchi di sogni e di aspettative, non bisogna perdere la freschezza e soprattutto la positività, bisogna credere nei propri sogni, sempre.

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × tre =