di Gianfranco De Cataldo.

 

Ciao Lia! E’ un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Un bel tuffo nel passato. Da bambina cosa sognavi di fare?

L’attrice naturalmente! Adoravo Raffaella Carrà e Monica Vitti. Sognavo di fare un Musical con Alberto Sordi.

Cosa significa essere attori, oggi.

Gli attori paradossalmente non recitano. Il vero attore deve convincerti che ciò che stai guardando è reale. Adesso recitano tutti in perfetta dizione con movimenti studiati, con volti preparati. Tutti fotocopiati. Non convincono nessuno. Per esempio non mi piace chi recita in vernacolo e si presenta sul palco con messa in piega e lucido alle labbra se sta ricoprendo i panni di una casalinga alle prese con le pulizie e le vicine pettegole. Preferisco il VERO al costruito.

Le soddisfazioni che ti sei tolta (un po’ di autocelebrazione non fa mai male!).

Quando ero bambina e dicevo che sarei diventata un’attrice e avrei lavorato nel mondo del cinema (che per Matera era un mondo lontanissimo) mi prendevano in giro. È vero che non sono partita a cercare il cinema, ma il cinema ha raggiunto me grazie alla collaborazione con Geo Coretti e la Blu Video. Non sono un’attrice internazionale, ma ogni giorno faccio quello che ho sempre desiderato.

Generalmente per un attore bisogna avere chiaro cosa il personaggio sia per se stesso, assorbirlo, ma avere poi l’elasticità di farsi guidare dalle emozioni. Ci racconti come ti prepari?

Ogni giorno mi preparo osservando, leggendo, meditando, entrando in empatia con la gente studiando le loro emozioni. Sono sempre molto curiosa e soprattutto in ogni cosa che faccio, anche la più piccola, ci metto tanta passione.

Il tuo primo esordio, cosa ricordi?

Gli applausi … Le risate … Il vuoto allo stomaco!

L’importanza della formazione artistica.

Io penso che la formazione artistica possa avvenire solo sul palcoscenico davanti al pubblico! Solo in quel momento avviene la magia e lo scambio di energia necessarie alla crescita. In teoria puoi studiare mille libri, ma l’esperienza è l’unica vera grande maestra.

L’aspetto di Lia nascosto al pubblico?

Mi imbarazzano un sacco i complimenti. Non so mai cosa rispondere … Preferisco gli applausi!

Se la tua vita fosse un film, quale sarebbe? E perché?

Mi viene in mente “Singing In The Rain”cantando sotto la pioggia … Con scarpe bagnate, capelli spettinati e salto sul lampione!

Come vedi il tuo futuro?

Vivo alla giornata … Il futuro è il presente. Ogni risveglio è il mio futuro.

Progetti futuri?

Ricordarmi di essere felice!

Manda un saluto ai nostri lettori…

Se hai letto fin qui mi auguro di avere soddisfatto la tua curiosità. Evviva i sogni!

 

Credits: Antonio Genovese, Uccio Mastrosabato

PHOTOGALLERY

Sponsored by

 

 

Tutto Samo Style

 

Vuoi diventare Sponsor? Scrivici a: vocespettacolo@gmail.com

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + otto =