Il nostro redattore Vito “Nik Hollywood” ha intervistato l’attrice e presentatrice Sharon Alario. Di seguito l’intervista per voi lettori.

Sharon e i suoi ricordi di quando era piccina
Fin da bambina ho sempre sognato sentirmi una bella principessa. Mia madre mi ha sempre vestito con cerchiettini colorati e vestiti pomposi e mio padre, che studia fotografia da più di trent’anni, mi ha fatto conoscere i flash fin da quando ero in fasce. Ricordo benissimo come fosse ora quando a cinque anni disponevo i miei pupazzi, mio fratello piú piccolo compreso, creando il pubblico di teatro per fare i miei spettacoli. Ad oggi posso capire che certe cose scorrono proprio nel sangue, proprio come il mio amore per il mondo dello spettacolo.

Il destino aveva già scritto il tuo futuro?
Più che parlare di destino parlerei della legge dell’attrazione. Credo che siamo noi a determinare il nostro futuro nella gran parte delle cose. Tutti noi nasciamo con uno scopo, il segreto è scoprire cosa amiamo.

C’è ancora una parte di te che si sente un pò bambina e se c’è come influenza la tua vita?
Solo i bambini sono in grado di staccarsi veramente dalla realtà per entrare appieno nell’immaginazione. Un artista vero è in grado di diventare bambino quando vuole creare. Io sto lavorando per essere sia donna che bambina, ovvero voglio come mi ha detto un giorno un grande regista “essere con un piede sulle nuvole e uno sulla terra”.

Crescendo si crede meno nei sogni, a te è successo?
Si, e voglio citare un’esperienza abbastanza recente. Parliamo di questa primavera appena passata. Mi trovavo a Milano vicino al Duomo. Ho incontrato a tavolino “la proposta” al mio successo che mi avrebbe molto probabilmente reso nota ai livelli di essere sopra ogni copertina di molte riviste. Non voglio entrare nel dettaglio ma era come sottoscrivere il patto con il Diavolo. Sono scappata. Piangevo singhiozzando. Sono corsa alla stazione treni di Milano e ho preso la prima corsa verso la Liguria. Non riuscivo a smettere di piangere. Ero un fiume in piena. Casualità ha voluto che proprio accanto a me era seduta una ragazza della mia età che organizza eventi e conduce una rubrica TV. Abbiamo parlato tanto e trascorso successivamente due giorni insieme. Il risultato? Mi sono rialzata più forte di prima con il mio sogno in mano. Il mio sogno è grande e il percorso è il segreto per crescere e formarsi.

Chi è Sharon Alario?
Una donna che segue il suo cuore sempre. Una donna che ogni giorno si alza e sorride curiosa di scoprire cosa la vita ha da regalarle. Una donna che ha scoperto che è felice quando con il suo sorriso ed energia rende felice chi ha accanto. Quando sono sul palco ho scoperto che questa energia si amplifica davvero tanto.

Pregi e difetti?
Solare, vulcanica e creativa. Testarda, molto curiosa e troppo sensibile.
Definisco come difetti l’estrema curiosità perché a volte espone a più rischi rispetto ad altri e la troppa sensibilità è un’arma a doppio taglio.

I momenti speciali della tua vita che porti sempre con te?
Sono diversi. Il giorno che sono andata in quel maledetto ospedale di Mantova e ho visto mio nonno guardare fuori dalla finestra con occhi rossi e lucidi. <<Sharon, sei arrivata. Pensavo ti fossi dimenticata di venire>>. Ero in ritardo a fargli visita, mi avevano trattenuta in ufficio. Mai avevo visto mio nonno con gli occhi rossi, lui per me era il mio eroe invincibile. Sono corsa al suo letto e l’ho abbracciato. Quell’abbraccio è vivo in me ancora come se fosse ora. Dopo essermi staccata nonno Gabriele ha indicato con il suo indice il mio petto e ha sussurrato come per rivelarmi un segreto: <<tu hai un cuore buono e questo voglio sia parte di te per sempre>>. Due minuti dopo sorrideva come non mai e faceva battute alle infermiere e agli altri pazienti come se nulla fosse. Aveva una energia unica.
Altro momento speciale indimenticabile è stato il giorno che ho scoperto di essere ufficialmente volto Wind con Fiorello. Perché? Perché ciò che realmente mi ha dato gioia e stupito è che questo traguardo di vita non solo è stata una gioia per me ma per i miei milioni di amici sparsi in tutta Italia. Quando ho iniziato a vedere i messaggi da Roma, Napoli, Palermo, Milano, Genova ecc ecc dove i miei amici cercavano i Totem con me ritratta per scattarsi accanto e gioire della sorpresa ho provato vera felicità.
Vero anche che i momenti speciali della mia vita sono tanti e tanti altri ma un libro non basterebbe per raccontarli tutti, per ora mi fermo qui

Ogni percorso che si compie da e toglie qualcosa alla vita. Il tuo percorso fino ad ora cosa ha dato e cosa invece ha tolto alla tua vita?
Mi ha dato soddisfazioni, conoscenza e gratificazione. Questo percorso mi ha però allontanato dalla famiglia e da molti amici d’infanzia. Vero è anche che ho conosciuto artisti meravigliosi che “parlano la mia stessa lingua” e da loro sto imparando molto. Questo percorso mi sta facendo crescere,

Che Cos’è che vorresti…ma purtroppo non C’è?
Mio nonno.

Tutti conoscono L’amore, ma nessuno sa Cos’è. L’amore per Sharon?
È saper condividere e rendersi conto che è uno dei segreti della felicità.

Quando ami sei una donna diversa?
Si se per amore intendiamo quel sentimento che manda in tilt milioni di donne e uomini. Questo tipo di sentimento è delicato e quindi più complicato. Poi si sa, noi donne siamo “dolcemente complicate”.

Secondo te L’amore finisce troppo spesso e all’improvviso?
Secondo me è direttamente proporzionale con il fatto che viviamo in un periodo storico in cui tutti vogliamo amare ma abbiamo paura e quindi ci rifugiamo più facilmente negli altri benesseri materiali della vita.

Sharon, grazie per il tempo dedicatoci. Voce Spettacolo ti fa i migliori auguri per il tuo futuro e la tua carriera.

Follow Me

Vito "Nik H." Nicoletti

Editor in Chief at Voce Spettacolo
Vito "Nik Hollywood" Nicoletti è Caporedattore di Voce Spettacolo. Si laurea in Giurisprudenza.
Allievo esperto di Kung Fu
Vito
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − sei =