image

Stefania Merello, modella, fotomodella e blogger di moda. Il nostro redattore Vito “Nik Hollywood” Nicoletti ha intervistato Stefania per voi lettori.

Ciao Stefania! E’ un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Un bel tuffo nel passato. Da bambina cosa sognavi di fare?

Il piacere e’ mio. Sono felice di poter essere presente sul vostro interessante e ben strutturato portale. Son sempre stata una sognatrice con tanta fantasia: ero convinta che sarei diventata un cavallo. Insomma attendevo la metamorfosi…

Chi è Stefania Merello?
Beh amando l’arte e la libertà di espressione, mi reputo appassionata di tutto ciò che può trasmette un’idea innovativa . Sono estremamente sensibile, curiosa , riservata ed insicura.

Ti ricordi la tua prima esperienza?
Ho iniziato relativamente tardi, ma l’esperienza di fotomodella mi ha aiutato a gestire la mia timidezza. Avevo 25 anni quando, notata dal fotografo Enrico Ricciardi, feci il mio primo book fotografico. Ricordo con piacere questo” mio primo battesimo del set”, come un esperienza positiva, dalla quale parti’ il mio percorso verso la comunicazione visiva attraverso l’immagine.

Qual è l’aspetto migliore e l’aspetto peggiore del tuo lavoro?
Per fortuna prevalgono gli aspetti positivi, principalmente rivolti ad analizzarmi e capirmi: la fotografia e’ stata ed e’ per me davvero ” terapeutica”. Gli unici aspetti negativi, oltre all’avvento del web e alla fine della vita stessa, sono chi cerca di sfruttare la tua immagine, o peggio, chi promette collaborazioni importanti senza poi dare affidabilità, come la forte esposizione a critiche.

Riesci a resistere alla pressione che spesso questo lavoro comporta?
Ecco il punto che accennavo prima…c’è ancora una parte di persone ignoranti e superficiali che giudicano questo lavoro come stigma inevitabile di poca serietà. Evito accuratamente tutti quelli che per indole sono persone negative e distruttive, ignorandoli totalmente.

E’ un lavoro full time il tuo o hai anche un’altra occupazione? Raccontaci un po’?
Prima di tutto e’ una passione. Il lavoro e’ un obbligo, il mio e’ un piacere. Mi reputo una ” semi/ professionista” in quanto, non avendo i canoni richiesti per poter essere una fotomodella in regola, per me e’ principalmente un mezzo per sviluppare il mio secondo impegno e progetto: il blog ” diventare fotomodelle” 

http://smerello72.123homepage.it/

nato con l’ intento di dare un riferimento pratico, veloce e sicuro a tutte le giovani ed aspiranti fotomodelle, appunto, disperse nella giungla di internet. Strutturato in vari settori dove si possono trovare i miei consigli pratici e motivazionali vincenti, come il gran supporto di professionisti del settore che han collaborato prestando la loro ulteriore conoscenza e dando suggerimenti per intraprendere nel modo giusto questo percorso. Ho vari altri interessi che ho sviluppato in questi anni e dove, attraverso l’ immagine di fotomodella”, ho potuto veicolare in varie rubriche tematiche che curo con alcuni magazine on line. I temi trattati sono la ” psico/cartomanzia”, la cura della bellezza e della persona, e opinioni sul settore moda e fotografia.

Nel campo della fotografia, ti poni qualche limite o saresti disposta a realizzare qualsiasi genere fotografico, purchè esso sia professionale, artistico e non volgare?
In questo son sempre stata fortemente selettiva e con le idee chiare. Poche foto fatte con stile e dove specialmente sia a mio agio. Non essendo un lavoro, ma una passione, ho la fortuna di poter scegliere cosa meglio mi rappresenta. Personalmente non ho mai fatto nudo artistico in quanto sarei in imbarazzo e comunque, pur apprezzando foto di tale genere, non fa emotivamente per me.

A Stefania cosa piace di più di se e cosa, invece, piace di meno?
Apprezzo di me la grande fantasia e curiosità che mi hanno sempre aiutata a cercare oltre la realtà, nell’invisibile e nel mistero. Elementi che ho affrontato con l’ analisi dei tarocchi e che si completa con lo stesso spirito,           nell’ approccio fotografico. Il mio punto debole e’ quello di essere un soggetto ipersensibile ed ansioso.

Stefania obbedisce al suo cuore o alla sua testa?
Credo che in ogni scelta giusta per noi, ci debba essere un po’ di testa ed un po’ di cuore. Cerco, se posso, di contemplare entrambi. Le passioni senza controllo sono sempre distruttive.

Quanto c’è di Stefania nel lavoro che svolgi?
C’è tutto di me: cuore, testa, impegno, sogni …

Essere belle conta molto…ma quanto costa esserlo?
La bellezza e’ un dono. Saperla mantenere e valorizzare, un costante impegno. Spesso i preconcetti si sprecano in tal senso. Per certi uomini la bellezza è vista come merce,  per certe donne, invece, vissuta  come malsana competizione ed invidia distruttiva.

Progetti futuri?
Ho parecchie idee da sviluppare attraverso il mio blog per farlo crescere e conoscere ulteriormente.

Senza i sogni non si può…(continua tu)
… Vivere, viaggiare oltre i confini del visibile.
Ringrazio nuovamente Voce Spettacolo per avermi concesso questa intervista e complimenti sentiti al vostro splendido portale. 

Un caro saluto a tutti i lettori. 

Stefania Merello

Stefania, grazie per il tempo dedicatoci. Voce Spettacolo ti fa i migliori auguri per il tuo futuro e per la tua carriera!

image-3

Ph. M. Rapallino

 

 

image-1

Ph. E. Ricciardi

 

image-2

Ph. D. Scarso

 

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − quattro =