Valeria Famularo, nata a Napoli, inizia qui i suoi studi di danza classica e contemporanea con insegnanti quali Mara Fusco, Susanna Sastro e Fabio Molfesi. Dopo gli studi con Roberto Zappalà, lavora con la compagnia Borderline Danza, diretta da Claudio Malangone, nelle produzioni “Legami”, “Variazioni Barocche”, “Rach-Party” e “Brainstorming”. Nel 2011 si trasferisce a Londra, dove si laurea con il massimo dei voti al Trinity Laban Conservatoire. Dal 2014, danza la sua coreografia Study of Hands #1 in Inghilterra, Irlanda ed Italia. Di recente, ha danzato durante i BBC Proms al Royal Albert Hall di Londra, e al Ravello Festival 2016.

Ci racconti del tuo recente show al Ravello Festival?
Il 17-18-19 Agosto 2016 ho danzato in “Estro” di Emanuel Gat, sul palco di Villa Rufolo a Ravello, e a Pompei per il tour Campania by night. Tutte le date facevano parte del Ravello Festival, che mai come quest’anno, con la direzione artistica di Laura Valente, ha dato importanza alla danza contemporanea e allo scambio tra artisti internazionali e danzatori campani. Io ho avuto l’onore di far parte di questo stupendo spettacolo, in una cornice meravigliosa sul mare della costiera amalfitana, ed è stato per me bellissimo poter tornare a danzare nella mia regione d’origine insieme ad altri giovani danzatori di talento. É stato grazie al grande lavoro di Emma Cianchi e Gennaro Cimmino che questo spettacolo ha visto la luce, e spero sia solo l’inizio di altre collaborazioni di calibro internazionale in Campania.

C’è un aneddoto simpatico su di te in veste di ballerina che ti viene in mente?
Il più recente è forse accaduto sul palco di Pompei, negli spettacoli sopra descritti. Dovevamo danzare all’aperto in una serata molto umida, e il palco era stato lavato da poco; sfortunatamente, il pavimento sembrava non volersi asciugare, e così siamo andati in scena lo stesso, nonostante il rischio scivolate. Ed è stata proprio una scivolata a regalarmi molte risate a spettacolo concluso! Dopo essere stata molto attenta per quasi tutta la durata dello spettacolo, in un momento d’impeto, una corsa si è conclusa con una mia caduta su un gruppo di colleghi; per fortuna siamo riusciti a mascherare bene le cadute, ma questo imprevisto ci ha molto divertito.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?
Per chi decide di dedicarsi alle arti in genere, è molto difficile trovare un lavoro duraturo e continuativo. Per adesso io continuerò ad allenarmi e a studiare qui a Londra in vista di future audizioni, e ho in progetto la creazione di un duetto con una danzatrice conosciuta qui. Ho inoltre la passione per la fotografia, e ho in progetto di studiare per migliorare ed integrare questa passione al mio bagaglio professionale.

 

Vuoi pubblicizzare la tua attività su Voce Spettacolo?

Scrivici: vocespettacolo@gmail.com

vs-offerta

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 1 =