di Gianfranco De Cataldo.

Ciao Azzurra! La prima domanda. Un tuffo nel passato. Da bambina dicevi… “da grande farò… ?

Da grande farò… l’etoile! Infatti la mia passione per il teatro nasce dalla danza.

Secondo te come è possibile fare ancora cinema di qualità?

Per fare cinema di qualità c’è bisogno di riportare il tutto a una dimensione più artigianale. Ogni fase produttiva andrebbe affrontata con le giuste tempistiche e con le professionalità adatte. Un film comincia molto prima che si cominci a girare, a volte molti anni prima Comincia da un’idea quindi bisognerebbe partire da idee innovative abbiamo bisogno di storie nuove, bravi registi bravi attori, produzioni che sostengano nuovi progetti, nulla deve essere lasciato al caso. Fare un film è come fare una torta bisogna mettere gli ingredienti giusti nelle giuste dosi.

Quando nasce il desiderio di fare l’attrice?

Non lo so quando ho deciso di voler fare l’attrice, ho iniziato a studiare danza, poi canto e il teatro e’ stato il passo successivo.

Un film al quale avresti voluto partecipare.

La Sconosciuta di Tornatore.

Con quale attore ti sarebbe piaciuto lavorare ?

Mi sarebbe piaciuto lavorare con Troisi e Virna Lisi … poi ce ne sono altri ma per loro conservo le speranze.

Se la tua vita fosse un film, quale sarebbe? E perché?

La mia vita è un film! Il film è il mio e forse lo scriverò.

Qualche piacevole ricordo o aneddoto di uno dei tuoi lavori?

Ho avuto la fortuna di lavorare con persone magnifiche e conservo tanti ricordi piacevoli in particolare qualche consiglio rubato a Virna Lisi sul set della Comencini, ma gli aneddoti più divertenti sono legati sicuramente a “quo vado?” Penso che non dimenticherò mai la discesa dalla carrozza, non nascondo di essermi anche emozionata.

Quo Vado: raccontaci questa tua esperienza!

Gennaro Nunziante e Luca Medici sono dei veri professionisti nei loro film nulla è lasciato al caso, Luca ti coinvolge e bisogna essere molto concentrati per stargli dietro. Poi chiaramente è una persona piacevole, intuitiva e molto colta. Fare parte di questa squadra mi ha veramente onorata.

Casting director,attrice: dove ti trovi piu’ a tuo agio.

Ho iniziato a fare i casting per caso, all’inizio aiutavo i miei amici della Dinamo Film, poi ho fatto da coach su qualche film. In questi anni ho arricchito le mie competenze facendo i casting. Ho capito cosa va bene e cosa non si deve mai fare, ma soprattutto mi ha aiutato molto per la concentrazione. Non c’è dubbio che fra le due cose io preferisca fare l’attrice, ma ammetto che in questo lavoro qualsiasi cosa si faccia va fatta con entusiasmo … perché questo è il lavoro più bello del mondo!

Un tuo motto o una frase che più ti rappresenta?

La mia frase è “non bisogna mai trascurare i propri sogni”.

Manda un saluto ai nostri lettori!

Buona notte a tutti i sognatori.

Sponsored by

 

 

Tutto Samo Style

 

Vuoi diventare Sponsor? Scrivici a: vocespettacolo@gmail.com

Walter Nicoletti
Follow Me

One thought on “Intervista con l’attrice. Azzurra Martino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 + undici =