Intervista con il Manager delle Star. Oscar Generale

di Walter Nicoletti.

 

Ciao Oscar! Siamo onorati di ospitarti su Voce Spettacolo. Iniziamo dalla prima domanda. Se potessi tornare agli esordi, cosa cambieresti del tuo percorso che ti ha portato ad Hollywood?

Sinceramente non cambierei nulla. Tutti gli ostacoli, le difficolta’, i problemi che ho trovato lungo il mio percorso per sbarcare a Hollywood mi hanno arricchito e fatto diventare l’uomo che sono oggi. Un uomo che e’ rispettato nel suo lavoro, in un ambiente e settore non facile, un professionista su cui contare che porta sempre risultati positivi quando si inizia a collaborare con lui.

Manager delle star si nasce o si diventa?

Io credo che questo tipo di lavoro sia nel DNA. Ho fatto molti lavori prima di intraprendere questa strada (che peraltro e’ sempre stata quella che avrei voluto percorrere) dal panettiere, al casellante, al venditore nelle fiere. Ma ho sempre avuto fiuto e un “savoir – faire” per fare il manager e produttore cinematografico.

Nel tuo lavoro convivono più dubbi o certezze?

Nel mio lavoro sono io quello che devo essere sicuro. Sicuro di ciò’ che posso raggiungere e, di conseguenza, di ciò’ che posso proporre ai clienti. Non ci sono certezze nella vita. La vita e’ piena di punti interrogativi. L’unica certezza e’ che un giorno non ci saremo più’ e bisogna vivere a pieno la vita, proprio per questo motivo.

Il nodo dei rapporti tra manager e artista come può essere sciolto?

Il rapporto che nasce tra i due e’ qualcosa che cambia, che si sviluppa, che cresce con il tempo. Se sei corretto e trasparente come professionista, l’ artista si lega a te e non solo professionalmente. Tu diventi il suo confidente, amico, oltre che ad essere il suo manager. Questo e’ quello che e’ successo a me con tutti gli artisti con cui lavoro.

Chi ha creduto in te, oltre te?

Direi una persona più’ di tutte. Una persona che è sempre stata al mio fianco, sin da quando ho intrapreso questo viaggio: Simona. Devo ringraziarla per ciò’ che fa’ ogni giorno (ed ha anche molta pazienza perche’ non sono un tipo facile). Lei ha creduto in me, in noi, nel lavoro che facevamo. E’ il mio braccio destro su tutto. Condividiamo sempre ostacoli, problemi, successi. L’ altra persona che ha creduto in me, quattro anni fa, e’ la mia compagna Denny Mendez.  Denny mi sprona sempre, quando c’e’ qualcosa che non va per il verso giusto, sa come darmi pace, serenità’ e felicita’, anche solo con un sorriso.

Hollywood è il grande sogno americano. Qual è il vero segreto per far sì che si avveri?

Arrivare in America non e’ facile. Devi avere un sogno ed essere disposto a lavorare sodo per realizzarlo. Devi essere testardo e non scoraggiarti mai. come dice Simona “La perseveranza e’ la madre del successo!”

Cinema americano contro cinema italiano. Chi vince?

Il cinema americano ha sicuramente budget differenti da quello Italiano. In Italia ci sono le idee, anche vincenti, ma l’America ha le possibilità’ economice e la rapidità’ di realizzare i progetti.

Come potresti definire lo stato di salute dell’Entertainment italiano e, più in generale, come è vista l’Italia da Los Angeles?

Potrei dire un malato sulla via della guarigione, anche se ci vogliono moltissime cure prima di ristabilirsi. L’Italia e’ il Bel Paese che attrae gran parte degli americani. Noi in Italia abbiamo uno stile di vita molto invidiato. Abbiamo la storia, la cultura, la moda, il cibo. Dovremmo sfruttare meglio queste risorse. Se si iniziasse a farlo veramente e seriamente, molti problemi si risolverebbero.

Se potessi raccontare la tua vita attraverso un film quale sceglieresti? E Perchè?

Un mix tra Amici Miei e Mission Impossible.

Puoi regalarci qualche anticipazione dei tuoi progetti futuri?

Per quanto riguarda la pubblicità’ sto chiudendo due grossi contratti pubblicitari a livello mondiale nel mondo del lusso. Per quanto riguarda il cinema, al momento sto lavorando a diversi progetti cinematografici, due dei quali al fianco di John Travolta; uno di questi progetti e’ l’orsetto “Gummy Bear”, il cartone animato più’ visto sul web e che presto sara’ sul grande schermo. Sto anche collaborando con Andrea Bocelli sulla produzione di un film basato sulla sua vita, da quando e’ nato fino ai 34 anni, età in cui ha iniziato ad accusare problemi con la vista. La storia e’ basata sul libro “The Music of Silence” che ha venduto milioni di copie in tutto il mondo; sono stato l’artefice dell’ultima campagna mondiale e spot televisivo di Festina Orologi con l’attore e sex symbol americano Gerard Butler. Infine, mi sto dedicando molto ad un progetto con il suo creatore, nonchè mio caro amico e partner Domenico Giannini dal titolo “Puerto Azul”, un Luxury Resort a 8 stelle nel Belize, completamente “green” -ecologico. Un posto meraviglioso che ho fatto conoscere sia a John Travolta e tantissime star Hollywoodiane. Poi coltivo mille interessi, sono una persona molto attiva e mi piace portare a compimento idee e progetti. Mi occupo di beneficenza da anni, sostengo l’ AmFar – Associazione fondata da Elisabeth Taylor per la lotta contro l’ Aids e l’ Associazione “Artists for Peace and Justice” al fianco del fondatore Premio Oscar Paul Haggis, in favore della popolazione di Haiti. Proprio con Paul ed altre Celebrities che sostengono con me l’ Associazione, andrò ad Haiti alla fine di Giugno per assistere al conseguimento del diploma dei ragazzi che abbiamo aiutato. Amo anche l’ arte, dopo aver avuto una galleria nel cuore di Beverly Hills, amo ricercare nuovi talenti. L’ italiano Francesco La Rosa è uno di questi e realizza stupendi ritratti.

 

PHOTOGALLERY

[Best_Wordpress_Gallery id=”64″ gal_title=”oscar generale”]

Sponsored by

 

Tutto Samo Style

 

Vuoi diventare Sponsor? Scrivici a: vocespettacolo@gmail.com

 

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − uno =