Intervista a Marco Regina. DreamWorks Lead Animator

di Walter Nicoletti.

 

Ciao Marco! E’ un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Ormai fai sognare milioni di persone in tutto il mondo. Ma… i tuoi sogni da bambino?

Mio padre mi faceva vedere i film della Disney. Avevamo un bellissimo proiettore a casa. Rimanevo ipnotizzato dalle immagini. Pensavo che quel tipo di prodotto poteva essere realizzato esclusivamente da geni. Qualcosa di impossibile da poter raggiungere.

Qui a Matera sei stato soprannominato “L’uomo dei sogni”. Hai dato vita a personaggi di Shrek e Dragon Trainer. Cosa significa lavorare per la DreamWorks?

Significa aver raggiunto un sogno, anche se poi gli stessi si modificano con il tempo. Mi concede certamente la possibilità di fare quello che ho sempre voluto realizzare nella mia vita. Successivamente sono passato al secondo step: aiutare gli altri. Far raggiungere i sogni anche a chi parte da molto lontano. È bello regalare parte della fortuna ricevuta.

In America è uscito KUNG FU PANDA 3. Fai parte della crew e hai ideato il lead del personaggio cattivo. Come nascono le tue idee e quanto lavoro c’è dietro ad un progetto internazionale di questo tipo?

C’è sempre tanto lavoro da fare. L’aspetto rilevante è l’idea. Non importa che nasca da me o da qualcun altro. Anzi, se essa è lontana da me, ricevo maggiori stimoli e curiosità. Qualsiasi cosa che non viene pensata da me la considero geniale. Il processo di creazione, ad ogni modo, è lungo. Soprattutto quando bisogna creare il personaggio sotto il profilo visuale e psicologico. Impiego molti mesi documentandomi anche tramite Internet e parlando con più persone possibili, ricevendo migliaia di informazioni.

Materano Doc. Italiano emigrato negli States e approdato a Los Angeles. Ti sei mai chiesto perché fuori dal nostro Paese gli italiani riescono ad avere successo?

Non è sempre così. Alcuni ce la fanno, altri no. Generalmente gli italiani hanno una marcia in più. Hanno una visione molto più completa. Senza però escludere altri paesi, i quali hanno una propensione artistica innata. È l’individuo che fa la differenza, non la sua bandiera.

Ogni traguardo regala e toglie qualcosa alla vita. I tuoi traguardi, fino ad ora, cosa hanno regalato e cosa, invece, hanno tolto alla tua vita?

La vita mi ha regalato un sogno, mi ha reso orgoglioso di me e dei miei errori, senza dei quali non sarei mai potuto maturare e svegliarmi. Più ti svegli e più ti rendi conto di come il mondo dorme. Quello che, invece, mi è stato tolto riguarda gli affetti. Stando lontano dalla propria famiglia, alcuni rapporti rischiano di raffreddarsi. C’è sempre tanta voglia di tornare.

Quindi prima o poi tornerai a Matera?

Chissà. Vorrei insegnare non soltanto cinema, ma il modus vivendi, gli ostacoli, le difficoltà e i successi di chi va via dal suo paese per trovare lavoro oltre oceano. Sarebbe interessante formare i giovani attraverso il racconto delle esperienze vissute e delle diverse culture che possono convivere ponendo alla base il rispetto reciproco.

Credi davvero in tutto quello che fai?…e fai davvero tutto quello in cui credi?

Assolutamente si. Anche se non ne sono mai sicuro. Ecco il motivo per cui ascolto sempre le nuove generazioni, i quali hanno delle strutture mentali molto più aperte, senza limiti. Cerco di fare tutto quello in cui credo, rimanendo onesto con me stesso e con gli altri.

Senza i sogni non si può…(continua tu)

Vivere. Sono più importanti i sogni della cultura. I sogni creano cultura. Ogni sogno ti porterà alla conoscenza. È fondamentale anche riconoscere i propri limiti. Per non morire di sogni e di speranza.

 

La redazione di Voce Spettacolo ringrazia Marco Regina per la gentilissima disponibilità, augurandogli i migliori successi.

 

 

 

 

Vuoi sponsorizzare la tua attività su Voce Spettacolo?

Scrivici: vocespettacolo@gmail.com

vs-advertising

 

 

 

 

 

 

 

 

Walter Nicoletti
Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti fonda Voce Spettacolo nel 2011. Si laurea in Giurisprudenza. In qualità di Attore lavora in fiction televisive, film italiani ed internazionali. Nel 2016 produce TEK, primo cyberpunk western italiano. Nel 2018 produce MIA selezionato da Rai Cinema. E' portavoce italiano del "60th Anniversary of Foreign Language Film" by TheOscars® (2017) e della Notte degli Oscar® di Londra (2018).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − quattro =