di Gianfranco De Cataldo.

 

Ciao Giuseppe! La prima domanda. Un tuffo nel passato. Da bambino dicevi… “da grande farò”…?

Ciao da bambino non ho mai avuto grandi aspirazioni soprattutto quelle comuni come il calciatore, l’astronauta etc.. ho sempre avuto passioni per il collezionismo,modellismo, allevare animali e la musica.

Tanti pensano che fare il regista sia fare solamente soldi, in realtà è soprattutto passione con tanti sacrifici, raccontaci come nasce la tua…

Fare il regista non significa essere ricco o guadagnare tantissimo da un lavoro…. questo potrebbe accadere solo in seguito se si ha “fortuna”. Fare il regista significa essere sobbarcati di una serie di responsabilità e tanto lavoro…. se stai seguendo un progetto devi sapere tutto di tutti per poter dirigere la squadra nella giusta direzione altrimenti dai solo degli ordini. Io ho avuto la fortuna di lavorare molto nel campo audiovisivo, facendo esperienze, per questo quando parlo con i tecnici so cosa dire e conosco le loro problematiche nel poter svolgere delle operazione e cerco di aiutare il più possibile. Questo è un lavoro che deve essere motivato alla base dalla passione per quello che si fa altrimenti non funziona! Garantito!

Secondo te come è possibile scrivere ancora cinema di qualità?

Secondo me è possibile scrivere cinema di qualità se si scrive non pensando al ritorno economico.

Il lavoro del regista oggi.

Nessuno ci crede ma oggi siamo tutti registi! Siamo registi nella nostra vita, quanto si immagina una storia, quando si vive una storia, si decide o si vive un inizio, una fine in base alla propria volontà o facoltà… chi non l’ha mai fatto seppur inconsciamente? Poi c’è chi trasporta tutto in una macchina da presa e ne realizza un filmato.

Come nascono le tue idee?

Nascono dalle mie emozioni e sentimenti.

Per quale tuo lavoro nutri maggiormente affezione? Quale invece ti ha dato filo da torcere?

Li amo tutti belli e brutti difficili e facili sono sempre parte di me.

Un film che avresti voluto dirigere.

L’ultimo samurai.

Raccontaci qualche aneddoto o retroscena dei tuoi lavori e delle tue esperienze passate.

Un giorno dissi: sono giovane ed è una grossa responsabilità portare avanti un progetto cinematografico così grande come regista… una persona di una certa età ed esperienza mi disse: Dio non ci darà mai nella vita un carico che non potrai portare evidentemente puoi farlo… tu ora sei il comandante di una grande nave portala a destinazione e non abbandonarla mai anche quando il mare sarà in tempesta. Oggi posso dire che la nave è quasi al porto di destinazione e aspetto con ansia di chiamare “ l’ammiraglio” e dirgli avevi ragione.

Se la tua vita fosse un film o una canzone, quale sarebbe? E perché?

La mia vita è un film e si divide tra L’ultimo samurai e Il gladiatore perché io combatto tutti i giorni e non mi arrenderò mai.

L’arte non e’ cosa da ricchi : raccontaci questo tuo progetto.

E’ un film tratto dai sentimenti parla di me di noi come squadra sia attoriale che di staff. Avevo questa idea di rivalsa nei confronti di chi non crede che si possa andare avanti se non sei nessuno o non scendi a sporchi compromessi… devo ringraziare Angela Presicci che ha messo su carta e dato vita alla sceneggiatura di questo film.

Cosa consigli agli aspiranti registi?

Di non pensare alla tecnologia, alle attrezzature ma alla storia è quella che deve essere vincente.

Progetti futuri?

Si, ci sono soprattutto nel campo musicale ma in seguito ne parlerò.

Manda un saluto ai nostri lettori.

Saluto tutti i lettori e mi auguro di incontrarvi su qualche set!

Sponsored by

Diventare Fotomodelle

 

 

 

 

Tutto Samo Style

 

Vuoi diventare Sponsor? Scrivici a: vocespettacolo@gmail.com

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Latest posts by Walter Nicoletti (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove − 2 =