Un rapporto dello European External Action Service, l’agenzia diplomatica dell’Unione Europea, sostiene che la Russia stia diffondendo notizie false sul coronavirus in Europa, per destabilizzare i paesi europei e rendere più complicata la gestione dell’epidemia.

La newsletter del Post sul coronavirus arriva ogni sera e racconta molto di più di quello che trovi sui giornali: è gratuita e ci si iscrive qui.

Il rapporto, che è stato pubblicato il 16 marzo per uso interno ma che il Financial Times è riuscito a leggere, parla di una «importante campagna di disinformazione» da parte della Russia, con lo scopo di diffondere «confusione e paura» e rendere più difficile ottenere informazioni precise e veritiere sull’epidemia.

Alla campagna, dice il rapporto, partecipano sia i media statali russi che media formalmente indipendenti ma molto vicini al governo russo. Ma una parte della diffusione di informazioni false avviene con account fasulli sui principali social network: alcuni di questi – che ora diffondono notizie false in Francia, Italia, Spagna, Germania e Regno Unito – in passato erano già stati segnalati per campagne di disinformazione sulla guerra in Siria e sui gilet gialli francesi.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + 1 =