Prosegue il progetto Giovani Talenti, in collaborazione con CIDIMComitato Nazionale Italiano Musica, da sempre partner de laVerdi.

L’Auditorium di Milano ospita i vincitori dei 5 corsi di perfezionamento organizzati da CIDIM stesso in varie parti d’Italia, dedicati ad altrettanti strumenti solisti. Un comune denominatore lega i singoli eventi: l’esecuzione delle 5 sinfonie di Mendelssohn, con l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi diretta da altrettante “bacchette” italiane.

Quarto appuntamento lunedì 6 Novembre (ore 20.30), con il clarinetto di Michele Fabbrica e laVerdi diretta da Marcello Bufalini. In locandina la Verdiana per clarinetto e orchestra di Mangani, seguita nella seconda parte della serata dall’esecuzione della Sinfonia n. 4 in La maggiore Italiana di Mendelssohn.

(Biglietti: euro 20,00/10,00; Info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler; orari apertura: mar/dom, ore 10.00/ 19.00. Tel. 02.83389401/2/3, www.laverdi.org www.vivaticket.it).

Biografie

Michele Fabbrica, clarinetto. Diciotto anni, ha iniziato lo studio del clarinetto con il Prof. Giorgio Ragazzini. Frequenta il secondo anno del triennio dei corsi accademici presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena nella classe del M° Piero Vincenti.

Ha partecipato nel 2012 al master di clarinetto con Piero Vincenti presso il festival di Bertinoro (FC), al termine del quale è stato selezionato per il Concerto Finale; nel 2014 alla master presso il Conservatorio di Oviedo, al cui termine è stato scelto per suonare insieme agli altri allievi di diversi strumenti che erano stati selezionati; nel 2015 selezionato alla master durante l’Italian Clarinet Summer University di Camerino dal M. Florent Heau e recentemente si è esibito a seguito della master del M° Alessandro Carbonare al Conservatorio “B. Maderna”.

Presso l’Accademia Italiana del Clarinetto ha frequentato masterclass con maestri di fama internazionale quali: Riccardo Morales, Florent Heau, Nuno Pinto, Bobo Yotzov, Nicholas Cox, Calogero Palermo, Alessandro Carbonare, Stefano Novelli, Giuseppe Balbi e Piero Vincenti. 

Si è esibito per la rassegna “I giovani talenti del clarinetto” dell’Accademia Italiana del Clarinetto, all’European Clarinet Festival di Camerino, come solista con l’International Wind Ensamble di Cesena e, durante una masterclass con il M. Vincenti, alla Escuela Internacional de Musica a Oviedo ha avuto l’onore di esibirsi davanti alla Regina di Spagna. 

Ha vinto numerosi premi in Concorsi Nazionali ed Internazionali: 1^ premio Concorso nazionale “Città di Riccione”; 1^ premio Concorso nazionale “Città di Pescara”; 2^ premio Concorso Internazionale “Omaggio a Ciro Scarponi” Todi (2014); 1^ premio Concorso Internazionale “Città di Carlino”; 2^ premio Concorso nazionale “I nuovi talenti del clarinetto” Camerino (2016); 3^ premio Concorso Internazionale “Marco Fiorindo”, 2^ premio Concorso Internazionale “G. Mensi” (2015), 1^ premio Concorso Internazionale “Young Virtuosos” di Sofia (2017), 1^ premio Concorso Internazionale “Saverio Mercadante” (2017).

Nel 2017 è stato selezionato per il Rome Chumber Music Festival, dove si è esibito nel “Carnevale degli animali” di Saint Saens, con regia di Enrico Stinchelli, autore e conduttore della “Barcaccia”, e a fianco di artisti di fama internazionale quali: Robert McDuffie, Elena Matteucci e Massimo Ceccarelli. 

Il 21 Giugno 2017 è stato selezionato per partecipare alla Celebrazione della “Giornata della Musica” alla Camera dei Deputati, in quanto studente di un conservatorio italiano distintosi in competizioni internazionali, dove è stato premiato dal Presidente della Camera Laura Boldrini. 

Fa parte dell’Italian Clarinet Consort, dove ricopre il ruolo di 1^ clarinetto e con il quale ha suonato con solista il M° Corrado Giuffredi, tra le altre occasioni, al ClarinetFest di Madrid (2015) e alla Società Filarmonica di Trento (2016).

Marcello Bufalini. Direttore, compositore, musicista dalla vasta esperienza internazionale, è uno dei più stimati direttori italiani della sua generazione. Oltre a portare avanti i suoi numerosi impegni in campo lirico e sinfonico presso importanti enti in Italia e all’estero, da lungo tempo si dedica alla formazione dei giovani musicisti abruzzesi, sia in qualità di docente di direzione d’orchestra del Conservatorio dell’Aquila, sia alla guida di compagini orchestrali giovanili.

Nato a Roma nel 1963, è diplomato in Viola e Direzione d’orchestra. Suoi maestri sono stati Bruno Giuranna e Piero Farulli per la viola, Bruno Aprea per la direzione d’orchestra, Carlo N. Bellandi per la composizione. Ha seguito i corsi di perfezionamento di direzione d’orchestra di Ilya Musin, Myung Whung Chung e Valery Gergiev alla Accademia Chigiana di Siena. Ha studiato la prassi esecutiva della musica antica e ha fatto parte delle orchestre di Chiara Banchini e Alan Curtis. Nel 1994 ha inizio la sua attività internazionale di direttore d’orchestra, che lo ha visto frequente ospite di prestigiosi complessi come l’Orchestra della Suisse Romande, l’Orchestra del Mozarteum di Salisburgo, l’Orchestra della Radio di Monaco di Baviera, la Mitteldeutsches Rundfunkorchester, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, l’Orchestra dell’Arena di Verona, la Tonkünstlerorchester e la Radio Symphonie-orchester di Vienna, l’Orchestra Regionale Toscana, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra del Teatro Marrucino e altre ancora, in sale come il Musikverein e il Konzerthaus di Vienna, il Grosses Festspielhaus di Salisburgo, il Gewandhaus di Lipsia. Come direttore d’opera è stato ospite dell’Opéra du Rhin di Strasburgo, della Kammeroper di Vienna, del Teatro Nazionale Slovacco di Bratislava, e in Italia dei Teatri di Ravenna, Cremona, Mantova, Pavia, Brescia, Sassari, Cosenza, Lucca, Teramo. Nel 2001 Luciano Berio gli ha affidato la direzione del progetto europeo “L’Arte della Fuga”, realizzato dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto in collaborazione con le più importanti scuole europee di composizione. Nel 2006 ha realizzato un lavoro filologico di completamento e ricostruzione di una partitura incompiuta di Felix Mendelssohn Bartholdy, il Concerto in Mi minore per pianoforte e orchestra, che è stata eseguita in prestigiosi contesti internazionali (Berlino, Lipsia, Vienna, Salisburgo, Bregenz, Tokyo, Torino, Londra, Liverpool, Milano, Roma, Torino) e incisa da Riccardo Chailly con la sua Gewandhaus Orchester per l’edizione integrale delle opere di Mendelssohn (Decca).

Nell’agosto 2013 dirige il concerto conclusivo de “Un’estate con la musica”, la stagione estiva de laVerdi, conducendo l’Orchestra Sinfonica, insieme al gruppo cileno Inti Illimani Historico e il Coro Cantosospeso. Nel dicembre del 2015 torna all’Auditorium di Milano, dove chiude la stagione di “Crescendo in musica”, con i capolavori di Prokof’ef Cinderella e Pierino il Lupo.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sei + 18 =