LIBERO TEATRO: La Dama di Chez Maxime e L’Albergo del Libero Scambio – Regia Vita Malvaso

 

La Dama di Chez Maxime è una commedia degli equivoci e degli scambi di persone, in tre atti. E’ stata scritta nel 1899 da Georges Feydeau e opportunamente rivisitata da Pietro Lavecchia, Grazia Guida e Vita Malvaso.

Dopo una giornata intensa di lavoro presso l’ospedale, il Dottor Francesco Drosi si reca in un locale nei Sassi dove, ammaliato da una intrattenitrice allegra Lola “La Dama di Chez Maxime”, si mette a bere come non ha mai fatto prima.

Alla fine della serata, ubriaco, se la porta a casa. Il mattino successivo ancora stordito dagli effetti dell’alcool, dopo un po’ si accorge della presenza della ragazza e la supplica di andar via prima che arrivi sua moglie Giacinta. Mentre Lola sta per lasciare la casa del Dottore, sopraggiunge a Matera, il Commendatore Don Bartolo Drosi, ricco industriale e possidente, zio del Dottore.

E’ venuto ad invitarlo insieme a sua moglie, alla festa di matrimonio di sua nipote Clementina a Maratea, dove possiede un albergo. Insorgono, ben presto, equivoci e tensioni fra il commendatore ed i nipoti fino al chiarimento che vede un epilogo soddisfacente per tutti.

Personaggi ed Interpreti

Lola (Nunzia Rinaldelli)
Giacinta Drosi (Filomena Cancellaro)
Dott. Drosi (Carlo Gaudiano)
Dott. Core (Pietro Lavecchia)
Clementina (Valeria Gaudiano)
Stefano (Simeone Andrulli)
Ing. Guido Delmonte (Tommaso Bottarini)
Avv. A. Coriglione (Francesco Mastrodomenico)
Signora Utieri (Angela Reale)
Padre Alfonso (Michele Festa)
Brunetta (Maria Pia Montesano)
Netturbino (Francesco di Cesare)

Presentazione (Grazia Guida)

Duo-Baritono/Pianoforte (P. Visentin e G. Guida)
Scenografa (Vita Malvaso e Cesare Maremonti)
Be Sound (Carlo Iuorno)
Hair Make Up (Nicola Gravela)
Selezione musicale (Grazia Guida)
Collaboratore alla regia (Pietro Lavecchia)
Pubbliche Relazioni (Maria Rosaria Pellegrini)
Selezione abiti (Antonietta Guida)

 

L’Albergo del Libero Scambio
Tratto dalla commedia in tre atti di Georges Feydeau
Regia Vita Malvaso

La Commedia di Georges Feydeau, L’Albergo del Libero Scambio, esempio, “da manuale” di commedia degli equivoci, si svolge in due luoghi: in un albergo e nel salotto di una casa borghese. L’albergo “è un posto dove le persone fanno quello che non possono fare a casa propria” un luogo dell’ipocrisia, insomma.
L’abitazione è quella di una coppia stanca e appiattita nella routine: i coniugi Perrone. Benedetto e Angelica Perrone sono amici di un’altra coppia, i coniugi Palladino, Cosimo e Marcella che invece sono in continuo contrasto fra loro perché Marcella non si rassegna ad una vita coniugale in cui tutto sembra dato per scontato. Benedetto Perrone e Marcella Palladino decidono, così di diventare amanti, o almeno ci provano e, una volta messo in moto il meccanismo degli equivoci si capisce subito che, però tutto dovrà tornare al suo posto. Infatti dopo un secondo atto esilarante, in cui tranne Angelica, tutti i personaggi: Perrone, i coniugi Palladino, l’amico Mazzei con le quattro figlie, Massimo, nipote di Palladino, Vittoria cameriera di Perrone, Donna Olimpia e Ciccio, proprietari dell’albergo, Bilotta il Cameriere, Brucoli il commissario di polizia, si ritrovano nel malfamato albergo in compagnia di strane e misteriose presenze, la commedia si chiude, nel terzo atto, con il ritorno all’immobilismo tipicamente borghese.
Vittoria è la consapevole è rassegnata interprete del messaggio che Feydeau ha voluto consegnarci e che ha saputo mettere a nudo con abilità già nella Parigi di fine ‘800.
La commedia fu rappresentata per la prima volta in pubblico a Parigi nel 1894,in italiano esiste anche una edizione di Eduardo Scarpetta (1952/56) dal titolo L’Albergo del Libero Silenzio.
La Compagnia Libero Teatro mette in scena una riduzione abbastanza fedele dal testo di Feydeau realizzata da Palma Danzi, Antonietta Guida e Filomena Cancellaro. Sono stati modificati i nomi e l’ambientazione: gli eventi si svolgono infatti a Matera.

Personaggi ed Interpreti
Perrone (Francesco Mastrodomenico)
Marcella (Filomena Cancellaro)
Palladino (Carlo Gaudiano)
Angelica (Antonietta Guida)
Mazzei (Pietro Lavecchia)
Massimo (Tommaso Bottarini)
Vittoria (Maria Rota)
Margherita (Maddalena Bonelli)
Pervinca (Tiziana D’Ercole)
Violetta (Valeria Santeramo)
Pratolina (Simona Latorre)
Olimpia (Palma Danzi)
Ciccio (Franco Di Cesare)
Bilotta (Italo Zagaria)
Cervi (Maria Pia Montesano)
Brucoli (Antonio Lifranchi)
Agente 1 (Michele Festa)
Agente 2 (Emanuele Vizziello)

Presentazione: Maria Rosaria Pellegrini
Be Sound: Carlo Iurno
Selezione musicale: Grazia Guida
Scenografia: Isa Cavuoti e Ilaria Ciofrei

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 3 =