MTV, il brand di Viacom (NASDAQ: VIA, VIAB), ha annunciato il primo “MTV EMA Generation Change Award” un premio per dare più voce e potere a giovani senza paura che stanno cercando di cambiare il mondo. Cinque innovatori da tutto il mondo, tutti di età inferiore ai 26 anni, sono stati nominati per questo premio, che sarà presentato durante il red carpet prima dello show degli “MTV EMA2018” a Bilbao, in Spagna, il 4 novembre.

I candidati sono stati scelti tra una generazione di giovani che stanno affrontando i problemi più difficili del mondo attraverso la musica, lo storytelling e i media digitali. MTV International darà rilievo alle storie più potenti attraverso le piattaforme sociali e digital del brand in quasi 180 paesi e chiederà ai fan di sostenere la causa di ogni innovatore votando su Twitter e Instagram, a partire da oggi fino alle 23.59 del 30 ottobre 2018, usando l’hasthag #MTVEMA insieme a quello del candidato prescelto, per decretare il vincitore dell’ “MTV EMA Generation Change Award”.

I nominati per l’ “MTV EMA Generation Change Award 2018” sono:

 

  • Sonita Alizadeh — 21 anni, Afghanistan — #MTVEMA #GenerationEndChildMarriage

Sonita usa le sue canzoni rap e la sua potente voce per aiutare a porre fine alla piaga del matrimonio infantile, supporta il diritto delle ragazze a scegliere il proprio destino e ispira le persone a sognare in grande.

 

  • Mohamad Aljounde — 17 anni, Libano — #MTVEMA #GenerationRefugeeRights

Difensore dei diritti dell’infanzia, Mohamad ha costruito una scuola in un campo profughi in Libano per dare ai bambini accesso all’istruzione, il tutto usando la forza dello storytelling per far luce sulle loro realtà in un paese con una guerra in corso.

 

  • Ellen Jones — 20 anni, UK — #MTVEMA #GenerationInclusion

Attivista e creatrice di contenuti si concentra sui diritti LGBTQ +, sulla salute mentale, sui diritti della disabilità e sulle questioni femministe, utilizzando i media digitali per effettuare cambiamenti.

 

  • Xiuhtezcatl “X” Martinez — 18 anni, USA — #MTVEMA #GenerationEarthGuardians
    Attivista per il clima, artista hip-hop e voce potente in prima linea nel movimento ambientalista guidato dai giovani.

 

  • Hauwa Ojeifo — 26 anni, Nigeria — #MTVEMA #GenerationSafe

Un audace innovatore che ha fondato un movimento di amore, speranza e sostegno per dare voce alla salute mentale in Nigeria.

 

Secondo Viacom Consumer Insights, oltre il 95% dei giovani nel mondo crede che sia importante collaborare con altri giovani per rendere il mondo un posto migliore e quattro su cinque ritengono che i ragazzi della propria fascia di età abbiano il potenziale per cambiare il mondo in meglio. *

 

Generation Change di Viacom è un’iniziativa globale ispirata e guidata dal pubblico, progettata per nobilitare e responsabilizzare i giovani a supporto del cambiamento in tutto il mondo. Generation Change sarà personalizzato per brand e per mercato e aggiornato in ogni fase dai giovani attori del cambiamento che sono impegnati nel fare differenza.

 

Scopri di più sui nominati all’ “MTV EMA Generation Change Award” nelle biografie riportate qui sotto e in questo video:  

 

Gli “MTV EMA 2018” andranno in onda live domenica 4 novembre sui canali di MTV in circa 180 paesi nel mondo. In Italia gli MTV EMA 2018 saranno in onda in diretta su MTV (solo su Sky canale 130) dalle ore 20.00 con il red carpet, alle 21.00 con il main show.

 

BIOGRAFIE E CITAZIONE DEI NOMINATI ALL’ “MTV EMA GENERATION AWARD” 2018

 

Sonita Alizadeh – 21 anni – Afghanistan — #MTVEMA #GenerationEndChildMarriage

Sonita usa i suoi testi rap e la voce potente per aiutare a mettere fine ai matrimoni infantili e ispirare le persone a sognare in grande. Sonita è nata in Afghanistan sotto il regime dei Talebani, ma è cresciuta come rifugiata senza documenti in Iran. È scappata due volte dopo essere stata venduta come sposa bambina – una tradizione radicata nella disuguaglianza di genere che si estende attraverso le culture di tutto il mondo. Sebbene rappare fosse illegale per lei in Iran, essendo una ragazza, la musica è diventata il suo unico sbocco per esprimersi e sognare. Uno dei primi video musicali di Sonita, “Daughters for Sale”, ha dato voce al dolore silenzioso di tanti suoi amici che hanno vissuto il matrimonio infantile. Per venire all’ oggi, dopo essere arrivata negli Stati Uniti con una borsa di studio Sonita si è diplomata e, in collaborazione con il gruppo no-profit Strongheart Group, è diventata una portavoce internazionale per i diritti delle ragazze a scegliere il proprio destino. Una parte della storia di Sonita è stata raccontata nel premiato documentario, SONITA.

Sul matrimonio e l’emancipazione dei minori Sonita Alizadeh dichiara: “Il matrimonio infantile devasta il potenziale di 12 milioni di ragazze ogni anno. Voglio che ogni giovane possa avere dei sogni. Quando i giovani sentono di poter essere coraggiosi e audaci nelle loro vite, possono davvero cambiare il mondo. ”

Mohamad Aljounde – 17 anni – Libano — #MTVEMA #GenerationRefugeeRights 

Mohamad è cresciuto in Siria, ma è fuggito in Libano quando la vita è diventata troppo pericolosa. Come migliaia di altri bambini rifugiati non poteva andare a scuola. Per questo voleva fare tutto il possibile per assicurarsi che ciò non accadesse ai bambini più piccoli. Ha deciso quindi di fare la differenza e, nonostante le difficili circostanze in cui viveva, lui e la sua famiglia hanno costruito una scuola che ora è cresciuta fino a ospitare 200 bambini. Con un talento naturale per lo storytelling, Mohamad ha realizzato due potenti documentari facendo luce sulla vita dei bambini rifugiati e sulla lotta per trovare la loro identità sulla scia di una guerra in corso che ne ha alterato le vite per sempre. Nel 2017, Mohamad ha vinto l’International Children’s Peace Prize per la sua eccezionale dedizione nella difesa dei diritti dei bambini. Attualmente vive in Svezia e di recente ha fondato una ONG per sensibilizzare le persone sulla questione libanese e per offrire agli svedesi un modo semplice per sostenere la scuola che ha costruito, aiutandoli a comprenderne la situazione. Ha anche lanciato una nuova iniziativa chiamata Tellurian che sostiene progetti giovanili nel Paese, l’integrazione tra nuovi arrivati ​​e cittadini e introduce l’attivismo nella comunità.

Mohamad Aljounde sui diritti dei bambini rifugiati: “Il mio lavoro significa tutto per me perché credo che ogni bambino abbia il diritto all’istruzione e a migliorare la propria vita e il proprio futuro. Nessuno è più importante dei bambini piccoli, dal momento che sono il futuro”.

 

Ellen Jones – 20 years old – UK — #MTVEMA #GenerationInclusion

Ellen Jones, attivista e creator con particolare attenzione ai diritti LGBTQ +, alla salute mentale e alla disabilità, è l’autrice della serie YouTube chiamata “Queeries” in cui lei e un ospite rispondono alle domande inviate dal pubblico affrontando temi difficili in modo semplice e accessibile. I suoi video stimolano le conversazioni su argomenti come la sessualità, la salute mentale, la razza e l’identità di genere, per citarne alcuni. Jones è stata anche nominata Stonewall’s Young Campaigner of The Year dopo aver condotto campagne di successo affrontando la disparità LGBTQ + nelle scuole e online. Il suo nuovo podcast “Never Read The Comments” esplora i modi in cui i social media possono essere utilizzati per influenzare in positivo il cambiamento sociale.

Ellen Jones sull’attivismo giovanile: “Che si tratti di creare un profilo su Instagram o di lanciare una campagna … o di unirsi a un ente benefico locale, ci sono tanti modi per essere coinvolti e tutto va bene, tutto può fare la differenza”.

 

Xiuhtezcatl “X” Martinez – 18 anni – USA – #MTVEMA #GenerationEarthGuardians

Martinez è un attivista per la salvaguardia dell’ambiente, artista hip-hop e voce potente in prima linea in un movimento ambientalista guidato da giovani di tutto il mondo. È cresciuta immersa nelle tradizioni indigene azteche di suo padre e dalla madre ha appreso l’importanza di sostenere la giustizia sociale e ambientale. All’età di sette anni, ha iniziato a scrivere canzoni e ad esibirsi per riflettere il suo mondo e dare una scossa alla sua generazione. Si è esibita in tutto il mondo e sta usando la sua musica e la sua voce per sensibilizzare sull’abuso di plastica, pesticidi, ceneri di carbone e contro il pericoloso fenomeno del fracking nel suo Stato. Inoltre, è la principale portavoce nella causa guidata dai giovani del suo Paese contro il governo degli Stati Uniti per la sua incapacità di proteggere l’ambiente per le generazioni future. Direttrice del movimento giovanile Earth Guardians, un team di giovani attivisti, artisti e musicisti di tutto il mondo che si fanno strada come leader per co-creare un futuro migliore, ha viaggiato attraverso la nazione e in molte parti del mondo educando la sua generazione sullo stato del pianeta che stanno ereditando e ispirando i ragazzi ad agire per proteggere il pianeta.

Xiuhtezcatl Martinez sulreinventare la protesta: “L’urgenza della crisi che affrontiamo nel nostro clima e nel nostro ambiente ha dimostrato che non abbiamo il tempo di adeguarci ai metodi tradizionali di protesta e attivismo. Adesso è il momento di essere creativi con le nostre voci, con il nostro messaggio e con la nostra piattaforma”.

 

Hauwa Ojeifo – 26 anni — Nigeria — #MTVEMA #GenerationSafe

Hauwa è la fondatrice di She Writes Woman, un movimento di amore, speranza e solidarietà che dà voce alla salute mentale in Nigeria. A seguito di molteplici abusi sessuali con conseguente diagnosi di disturbo da stress bipolare e post-traumatico, Hauwa voleva dare un significato alla sua esperienza. Ha cercato gruppi di supporto ma non ne ha trovati. Era tormentata da pensieri suicidi, ma non riusciva a trovare assistenza per la propria crisi. Fino a che ha deciso di prendere in mano la situazione lanciando la prima helpline disponibile 24 ore su 24 e il primo gruppo anonimo di sostegno alla salute mentale esclusivamente femminile in Nigeria. Questa linea di assistenza ora è presente in 4 stati del Paese. Oggi, Hauwa usa la sua esperienza per combattere la violenza sessuale e lo stigma che circonda i disturbi mentali, per garantire che nessuna donna debba vivere nella paura della vergogna o del giudizio. È l’ideatrice di Safe Place, la clinica africana, che fornisce supporto per aiutare ad alleviare i complessi problemi di vita che i giovani nigeriani affrontano. Hauwa sta riportando l’attenzione sul problema delle violenze sessuali e delle malattie mentali, combattendo la disinformazione su questi temi in Nigeria.

Hauwa Ojeifo, a proposito di Generation Change, afferma: “Generation Change significa che siamo la generazione che non tace. Siamo la generazione che agisce e noi siamo la generazione che sorge sopra l’ignoranza e la disinformazione.”

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + 5 =