CHE NE RESTA DI NOI? con attori-detenuti del carcere di Milano-Bollate

IL TEATRO CHE DANZA
Mercoledì 12 luglio (ore 21) al Teatro Argentina
CHE NE RESTA DI NOI?
coordinamento registico Michelina Capato Sartore
coordinamento drammaturgico Renato Gabrielli
coordinamento coreografico Claudia Casolaro
in scena Armand Albrahimi, Carlo Bussetti, Vincenzo D’alfonso,
Antonio De Salve, Bruno Nocito, Paola Manfredini, Salvatore Piscitelli
Produzione Estia soc. cooperativa sociale onlus

Mercoledì 12 luglio (ore 21), nell’ambito della vetrina sulla coreografia contemporanea, IL TEATRO CHE DANZA, il palcoscenico del Teatro Argentina accoglie Che ne resta di noi?, una partitura fisica che non segue un filo narrativo, ma procede per associazioni poetico-musicali maturate durante un processo di improvvisazioni del gruppo di lavoro di alcuni attori-detenuti del carcere di Milano-Bollate, coordinati dalla regia di Michelina Capato Sartore, in collaborazione con Renato Gabrielli, la coreografa Claudia Casolaro e l’allenatrice del “senso teatrale” Matilde Facheris. All’interno del carcere di Milano-Bollate opera la cooperative e.s.t.i.a. attiva e presente attraverso un consolidato lavoro teatrale (produzioni e laboratori): un processo educativo non formale, parte fondante e integrante del percorso di reinserimento sociale delle persone: le statistiche registrano che la recidiva è più bassa (il 6%) fra chi ha seguito corsi teatrali.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − cinque =