“Nel cuore ho la mia anima e ciò che sono veramente”. Erika Aurora si racconta

Di Vito “Nik H.” Nicoletti

 

Ciao Erika! E’ un vero piacere ospitarti sul nostro portale. Iniziamo dalla prima domanda. Un bel tuffo nel passato. Da bambina cosa sognavi di fare?
Ciao! Il piacere è tutto mio! Da bambina…ero un ricciolo biondo, che non smetteva un attimo di parlare. Amavo ballare e preparare degli spettacoli con musica e coreografia. Il tutto filmato dal mio papà, ho dei ricordi meravigliosi. A parte questo, ho sempre avuto una grande passione e attenzione per gli animali, specialmente le creature del mare. La veterinaria, devo ammetterlo, ha sempre fatto parte di quel cassetto dove conservavo i miei sogni.

Chi è Erika Aurora?
Erika, bella domanda. Difficile da riassumere in poche righe. Perché cambio sempre, ma infondo rimango sempre la stessa. Posso dire che ho due parti di me perfettamente bilanciate e, allo stesso tempo, perfettamente contrastanti. Una parte timida, sensibile, dolce e solitaria e l’altra istintiva, passionale forte e curiosa. Alterno queste due parti di me. Calibrano la mia vita. Quando, ad esempio, sto facendo un servizio fotografico o sto recitando, mi lascio andare e faccio si che siano le mie emozioni a guidarmi. Senza farmi troppe aspettative o creare una facciata costruita. Ho un tipo di personalità abbastanza particolare, o mi ami o mi odi.

Erika modella, la moda racconta la nostra vita?
La moda può far parte della vita di una persona. Creare delle belle opportunità che possono cambiare il corso di una vita o semplicemente arricchirlo di splendidi ricordi.

Erika attrice, il lavoro dell’attore significa essere “UNO, NESSUNO, CENTOMILA”?
Il lavoro dell’attore non si finisce mai di imparare. È un mestiere che richiede tantissima sensibilità e apertura mentale. Una frase stupenda che ricordo è : “Noi che abbiamo scelto questo mestiere, in genere, siamo persone fragili che non sanno chi sono e sono disposte a diventare chiunque”. La trovo perfetta per incarnare essenzialmente ciò che può essere questo mestiere. Tanto bello e faticoso allo stesso tempo.

A quale progetto stai lavorando in questo periodo?
In questo periodo mi sto concentrando tantissimo sullo studio e sto seguendo uno Stage di recitazione in Francia per perfezionare l’inglese. L’aria che si respira all’estero con altri ragazzi della tua stessa età e che coltivano il tuo stesso sogno, crea una sinergia pazzesca, elettrizzante. Oltre che insegnarti, ti arricchisce non solo come attore, ma anche come persona.

Il tuo rapporto con la fotografia?… ci si può raccontare agli altri attraverso di essa?
Penso di sì. La fotografia ha il potere di bloccare un momento per sempre e quell’immagine rimane ferma lì, trasmettendoti ogni volta le stesse emozioni. Non è forse magico tutto questo? Sono molto legata alla fotografia, non tanto perché lavoro come modella, ma perché ad essa ho i ricordi più belli della mia vita. Devo ringraziare il mio papà che, coltivando la stessa passione, ha avuto la pazienza di filmare e fotografare quasi ogni istante della mia vita, dalla nascita all’adolescenza. Poi ci ho pensato io!

In uno specchio la tua anima… e nel cuore la vera Erika?
In uno specchio il mio corpo. Quella che sono io. La mia esteriorità, con ciò che mi piace e ciò che non mi piace. Una continua metamorfosi nel tempo che mi sta portando a diventare la donna che sono. Nel cuore ho la mia anima e ciò che è Erika veramente. Chi mi conosce sa che difficilmente riesco ad aprirmi subito. Ho creato una corazza dura e chi riesce a superare quella ha accesso al mio cuore e lì dentro esiste un mondo a parte, immenso, che tengo gelosamente custodito.

Le emozioni sono tutto ciò che abbiamo?…è giusto viverle a metà o in modo completo?
Le emozioni vanno vissute solo in modo completo. Altrimenti non si possono chiamare emozioni e, con il tempo, scoloriranno all’interno del nostro cuore. Diversamente, se le abbiamo vissute a pieno, esse vivranno per sempre dentro di noi.

Nella vita prima o poi si ha il bisogno di guardarsi dentro…a te è successo?
Costantemente. Non esiste un momento in cui non guardo dentro di me. Testa e cuore vanno allo stesso passo. A volte non vanno d’accordo, è vero, ma il cuore ha la precedenza e seguendolo fino a questo momento non ho mai sbagliato nella vita.

La felicità nella vita la si cerca o la incontra?
La felicità…che bellissima parola!
Penso che sia possibile incontrarla in modo inaspettato, anzi, a volte, più cerchi le cose e meno arrivano. Quindi bisogna solo armarsi di positività e pazienza.

Amare significa…?
Concepisco l’amore come vita. Amare per me significa donarsi completamente all’altro. È uno scambio di energie che genera vita. Chi ha la fortuna di trovarlo deve tenerselo stretto.

 

 

Vuoi pubblicizzare la tua attività su Voce Spettacolo?

Scrivici: vocespettacolo@gmail.com

vs-offerta

Vito
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 − diciassette =