OMAGGIO A ENNIO MORRICONE: il concerto in Piazza Giorgione a Castelfranco Veneto

Martedì 1 settembre alle 21.00 sotto le mura di Castelfranco Veneto, dirette dal Maestro Diego Basso l’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana, il Coro Art Voice Academy e il Coro lirico Opera House renderanno omaggio al genio di Morricone con un concerto che riassume in sè le opere immortali del Maestro Ennio Morricone. In cartellone anche rare esecuzioni dalle colonne sonore di “Le professionnel” e “Per le antiche scale”. Special Guest il flautista solista Andrea Griminelli.

La foresta pluviale degli Indios, le distese sconfinate dell’oceano, la New York degli Anni ’30, il selvaggio West. Sono solo alcuni dei luoghi ricchi di magia in cui verranno portati gli spettatori il prossimo martedì 1 settembre alle 21.00 a Castelfranco Veneto (TV), tra Piazza Giorgione e le mura medievali del Castello, grazie al genio di Ennio Morricone.

Musica autentica, «con qualcosa da dire»: molto più di una colonna sonora. Così viene sempre definita la musica di Ennio Morricone, grandissimo compositore che ci ha lasciati meno di due mesi fa dopo aver creato centinaia di partiture indimenticabili per il grande schermo. Per far rivivere dal vivo le sue note si riuniranno gli oltre centotrenta artisti, tra musicisti e coristi, dell’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana, del Coro Art Voice Academy e del Coro lirico Opera House e il tenore Luca Minnelli. Sul podio il Maestro Diego Basso, che già a partire dal 2004, ha diretto numerosi concerti dedicati all’universo di Ennio Morricone. Ma non solo. A rendere unico il concerto contribuirà la presenza del flautista solista Andrea Griminelli, musicista acclamato dalla critica e dal pubblico di tutto il mondo per le sue sensibilissime interpretazioni, che nel corso della sua carriera ha ricevuto onorificenze e riconoscimenti in tutto il mondo, dal Grammy, al Prix de Paris.

««Quello del 1 settembre sarà un concerto molto particolare. – racconta il Maestro Diego Basso, Direttore d’orchestra e autore di numerose trascrizioni dell’opera di Morricone– Certamente ascolteremo il Morricone più noto, quello legato ai grandi classici da “C’era una volta in America”, “C’era una volta il West”,, “Il buono, il brutto e il cattivo”, “Mission”, “La leggenda del pianista sull’oceano”. Ma abbiamo voluto inserire in programma anche brani meno conosciuti, come “Chi mai” dal film “Le professionnel” e soprattutto “Per le antiche scale”, la cui prima esecuzione è stata eseguita dal Maestro Griminelli accompagnato al pianoforte proprio da Ennio Morricone. Il pubblico avrà possibilità di riscoprire brani dalla colonna sonora del film “Gli intoccabili” dove troviamo un compositore diverso, molto più allegro, meno malinconico, con una forza che alla fine non può lasciare indifferenti»

Non sarà solo la musica a rendere unico questo concerto. Per la prima volta a Castelfranco il pubblico sarà rivolto verso il Castello e non ci sarà un palcoscenico se non quello delle mura medievali. Anche l’illuminazione non sarà quella abituale dei concerti, bensì sarà soffusa, costituita solamente da quella dei leggii dei musicisti e quella delle video proiezioni che accompagneranno il concerto.

«Perché – conclude il Maestro Basso – quella di Ennio Morricone è musica da ascolto. Non è importante vedere i protagonisti. Solo attraverso l’ascolto puro è possibile entrare nella musica del Maestro e farsi coinvolgere dall’emozione. Se Ennio Morricone diceva: «Se c’è un segreto, cercalo nel silenzio», io invito a scoprire questo segreto nel buio e nella concentrazione»

L’evento, organizzato in collaborazione con DuePunti Eventi, è promosso dal Comune di Castelfranco Veneto, con il patrocinio della Regione del Veneto.

Prenotazioni presso la biglietteria del Teatro Accademico dalle ore 16.00 alle ore 19.00 (domenica chiuso). Via Giuseppe Garibaldi, 4, 31033 Castelfranco Veneto TV – tel. 0423 735600. Ritiro delle prenotazioni entro le ore 19.00 del giorno del concerto. Chi non ritira il biglietto entro il termine indicato sarà ritenuto rinunciatario, e il suo posto potrà essere assegnato ad altri.
In caso di brutto tempo il concerto si svolgerà domenica 30 agosto 2020

Per informazioni
www.diegobasso.com

Ufficio stampa per l’evento

Studio Pierrepi

Alessandra Canella

mob. (+39) 348-3423647

canella@studiopierrepi.it

Giuseppe Bettiol

mob. (+39) 349- 1734262

comunicati@giuseppebettiol.it

www.studiopierrepi.it

Ufficio Stampa e comunicazione Diego Basso

ufficiostampa@diegobasso.com

www.diegobasso.com

PROFILI

Andrea Griminelli

Riconoscimenti in tutto il mondo, dal Grammy, al Prix de Paris fino alle onorificenze, per Andrea Griminelli. Accostatosi al flauto all’età di dieci anni, studia con i leggendari Jean-Pierre Rampal e Sir James Galway, che lo definisce “il più grande flautista salito alla ribalta della scena musicale da tanti anni“. Nel 1983 e nel 1984 ottiene il prestigioso Prix de Paris. Il suo debutto a livello internazionale avviene nel 1984 all’età di venticinque anni quando è presentato al pubblico d’oltreoceano da Luciano Pavarotti nel memorabile concerto al Madison Square Gardens di New York e assieme al quale intraprende una intensa collaborazione negli anni successivi tra cui si ricordano gli indimenticabili concerti all’ Hyde Park di Londra nel 1990, al Central Park di New York nel 1993, alla Torre Eiffel di Parigi e nella Piazza Rossa di Mosca.  Esegue in prima mondiale nuove composizioni per flauto e orchestra appositamente scritte per il suo strumento da compositori tra cui Carlo Boccadoro, Fabrizio Festa, Ennio Morricone, Shigeaki Saegusa. La sua attività artistica si arricchisce inoltre di collaborazioni con Luciano Pavarotti, Elton John, James Taylor, Bradford Marsalis e il leggendario Ian Anderson leader dei Jethro Tull. Nel 1989 vince un Grammy Award con il CD “Live in Modena, Piazza Grande”. Oggi continua regolarmente le sue tournèe nelle principali sale da concerto di tutto il mondo. Si ricorda il concerto alla Hanoi Opera House in occasione dei concerti per la Hennessy Concert Series; il concerto a Petra, in onore del Maestro Luciano Pavarotti che è stato successivamente trasmesso in mondovisione ed assieme all’Orchestra I Solisti di Mosca diretti da Yuri Bashmet; partecipa al concerto di chiusura del World Cup in Sud Africa nel 2010 mentre successivamente è in Giappone con la Tokyo Symphony Orchestra sotto la direzione del Maestro Naoto Otomo; collabora attivamente con Andrea Bocelli esibendosi in tutto il mondo e partecipando a concerti memorabili tra cui quello a Napoli nella Piazza del Plebiscito, a Roma al Colosseo, nelle principali città del Sud America, Stati Uniti e Europa. Spesso invitato a partecipare come membro di giuria nei più importanti concorsi internazionali per flauto, tra cui il Concorso internazionale Rampal a Parigi, il Concorso Carl Nielsen in Danimarca mentre nel 2012 è stato in giuria in Cina al Beijing International Music Competition BJIMC. Fra le incisioni discografiche con etichetta Decca si ricorda quella delle Quattro Stagioni di Vivaldi, nella versione flautistica da lui espressamente curata, e dei Concerti Op. 10 per flauto con I Solisti Filarmonici Italiani. In seguito è stato pubblicato il CD Decca delle sonate per flauto e basso continuo di J. S. Bach comprendente anche la partita per flauto solo e il Trio Sonata per due flauti, registrati assieme a violoncello e clavicembalo. L’ultimo disco con etichetta discografica Decca dal titolo “Nessun Dorma. The Opera I Love” arie famose interpretate per flauto e orchestra vede una collaborazione con la Czech National Symphony Orchestra diretta dal Maestro Marcello Rota. Sarà prossimamente in tournée in Sud America, Asia ed Europa con il progetto “Fellini 100/Nino Rota”, un tributo al regista Federico Fellini in occasione del centenario della sua nascita con musiche che il Maestro Nino Rota ha composto per i suoi film. Il 20 novembre 2019 ha festeggiato con un grande concerto a Reggio nell’Emilia i suoi 60 anni assieme a tutti i suoi amici; Andrea Bocelli, Zucchero, Sting, Renato Zero, Irene Fornaciari, Amii Stewart, Sumi Jo, Beppe Carletti, Gheorghe Zamfir. Si esibisce regolarmente in tour sia in recital per flauto e pianoforte sia come solista con orchestra nelle principali città dell’India, Sud America, Stati Uniti, Italia, Europa, Sud-Est Asiatico e Giappone.

Diego Basso – Direttore d’orchestra

Una storia di emozioni, studio, passione e impegno nella consapevolezza che la musica crea intese ed unisce universi. Protagonista di importanti progetti nei maggiori teatri italiani e stranieri e in tv nelle principali reti televisive, il suo genere passa dalle arie d’opera al pop e al rock sinfonico, alle musiche per il cinema, con un approccio alla musica, che, al di là di ogni classificazione, mira ad eliminare barriere e liberare emozioni.

Ha curato e diretto la versione lirico sinfonica dell’Inno d’Italia interpretato dal tenore Vittorio Grigolo dall’Arena di Verona completamente vuota e andata in onda il 2 giugno 2020 su Rai 1 in occasione della Festa della Repubblica.

Ha ideato il progetto musicale “Tra terra e cielo” che porta la Grande Orchestra in luoghi suggestive e inediti tra cui il recente concerto “Rinascerò, Rinascerai” sulle mura medioevali di Castelfranco Veneto e a Falcade nel Bosco degli Artisti con il concerto “La mia Terra.

E’ stato ospite sul palco del 70° Festival di Sanremo dove ha diretto il tenore Vittorio Grigolo, nell’aria d’opera “E Lucevan Le Stelle dalla Tosca” di Giacomo Puccini e un “Medley dei Queen”.

Tra i suoi più recenti impegni, oltre al tour “Omaggio a Ennio Morricone”, la direzione di Opera on Ice in onda su Canale 5 dal Foro Italico di Roma, e, nell’edizione 2018, da Piazza degli Scacchi a Marostica, con campioni di pattinaggio artistico che hanno “danzato” sulle arie d’opera più famose; in palcoscenico i 100 musicisti dell’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana, il Coro Open House e i solisti della Fondazione Pavarotti.

Sua anche la direzione di “Una ballata per Genova” in diretta live su RAI 1 e le due edizioni di Sanremo Young su Rai 1 oltre a Music su Canale 5 e Viva Mogol! trasmesso su Rai 1. Porta la sua firma il progetto “Musica è” un viaggio di 200 anni tra arie d’opera, musical, jazz e pop internazionale e il “Il pop rock diventa sinfonico”.

Direttore d’orchestra del tour italiano e nordamericano de Il Volo ha diretto numerosi concerti dedicati all’universo musicale del Maestro Ennio Morricone tra cui l’Omaggio a Morricone in occasione del Concerto di Natale nella stagione musicale 2015/2016 in Cina con la Guangzhou Symphony Orchestra.

Ha dato vita ad Art Voice Academy, un Centro di alta formazione per lo spettacolo divenuto importante punto di riferimento per la musica pop, jazz e musical in tutta Italia e ha fondato l’Orchestra Rimico Sinfonica Italiana di cui è Direttore unico.

Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana

L’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana nasce nel 2004 per iniziativa del suo direttore, il maestro Diego Basso.  E’ un progetto che ricalca le orme delle grandi orchestre che fino agli anni Settanta hanno interpretato le colonne sonore cinematografiche, brani, spettacoli teatrali e musical, oltre alle arie d’opera. 

E’ composta da più di 100 elementi e ha una sezione Young di  40 musicisti  trai 18 e i 25 anni.

Riconosciuta tra le migliori orchestre per la sua specificità nell’ambito musicale pop rock sinfonico, ha nel suo repertorio spettacoli con le più belle arie d’opera e si esprime al meglio nei concerti live. 

I professori dell’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana accompagnano infatti il Maestro Diego Basso, che è direttore unico, in concerti nelle piazze più belle d’Italia, nei teatri italiani e internazionali e nelle produzioni televisive.

Coro Art Voice Academy

E’ recente l’apparizione la loro apparizione nel corso di Sanremo 2020 dove hanno accompagnato il tenore Vittorio Grigolo, diretto dal Maestro Diego Bassonell’aria d’opera “E Lucevan Le Stelle dalla Tosca” di Giacomo Puccini e un ”Medley dei Queen”. Le Voci di Art Voice Academy sono conosciute e amate dal pubblico anche per la loro partecipazione nelle produzioni televisive Sanremo Young Rai 1, Viva Mogol!, Rai 1, e Music, in onda su Canale 5. Si esibiscono con l’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana, diretta dal Maestro Basso, in numerosi concerti live e nelle loro perfomance condividono il palcoscenico con i più grandi musicisti e cantanti della scena nazionale e internazionale. Dal 2012 partecipano al Concerto di Natale in Vaticano e collaborano in vari contesti artistici e musicali. Il Coro fa parte del Centro di alta formazione per lo spettacolo Art Voice Academy, punto di riferimento italiano della musica pop, jazz e musical, fondato dal Maestro Diego Basso.

Coro lirico Opera House

Il Coro Opera House nasce nel 2006 e i componenti sono tutti musicisti professionisti con esperienze decennali presso i teatri italiani e stranieri. 

Tante sono le opere liriche e i concerti in repertorio ed eseguiti collaborando con vari istituti musicali, teatri, associazioni e in occasione di eventi culturali.

Ha partecipato al Festival d’Estate presso il Teatro del Vittoriale di Gardone del Garda, successivamente ha collaborato con l’Orchestra Filarmonica “E.Segattini” diretta dal M° Mauro Perissinotto. Ha preso parte alla stagione lirica estiva di Colle Salvetti, in Toscana e al Festival di Chioggia, quindi presso l’Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro. Diverse poi le produzioni liriche nei teatri di tradizione fra cui il Sociale di Mantova e il Comunale di Ferrara. Collabora e costituisce il Coro del Teatro Verdi di Buscoldo (Mantova)

Collabora con il Maestro Diego Basso e l’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana. Tra gli impegni più recente “Omaggio a Ennio Morricone” e “Opera on Ice” dalla piazza degli Scacchi di Marostica, trasmessa su Canale 5 il giorno di Natale.

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + 5 =