OMS: Questo virus potrebbe non andarsene mai

Nel momento in cui il mondo discute di come uscire dal lockdown per riavviare un’economia globale messa in ginocchio dal Covid-19, arriva un avvertimento dall’Oms. Il coronavirus potrebbe diventare endemico come l’Hiv, ha spiegato l’Organizzazione mondiale della sanità, mettendo in guardia i governi contro qualsiasi tentativo di prevedere per quanto tempo continuerà a circolare fra la popolazione e chiedendo un “enorme sforzo” per contrastare il Covid-19.

“È importante essere chiari: potrebbe diventare un altro virus endemico nelle nostre comunità e non scomparire mai”, ha spiegato Michael Ryan, direttore esecutuivo del Programma di emergenza dell’Oms durante un briefing online. “Penso che sia importante essere realistici e non credo che nessuno possa prevedere quando questa malattia scomparirà”, ha aggiunto Ryan, secondo quanto riportato da Reuters a Ginevra.

L’esperto ha aggiunto che il mondo sta dimostrando un certo controllo su come ha affrontato la malattia, è però richiesto ora un altro “sforzo enorme” in attesa che nei prossimi mesi vennga trovato un vaccino efficace, un punto che l’esperto ha giudicato critico. Perché, ha aggiunto, è vero, oltre 100 potenziali vaccini sono in fase di sviluppo, compresi alcuni già in studio clinico, ma Ryan ha sottolineato le difficoltà nel trovare un rimedio efficace contro i coronavirus.

Il direttore generale dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha aggiunto che “l’obiettivo è nelle nostre mani, sono affari di tutti e dovremmo tutti contribuire a fermare questa pandemia”. 

Ryan ha poi spiegato che è necessario un “controllo davvero significativo” del virus per ridurre la valutazione del rischio, che è rimasto elevato ai “livelli nazionali, regionali e globali”.  I governi di tutto il mondo stanno valutando su come riaprire le proprie economie pur contenendo il Covid-19, che ha infettato quasi 4,3 milioni di persone, secondo un conteggio di Reuters, e causato oltre 291 mila morti.

L’Unione europea ha spinto ieri per una progressiva riapertura delle frontiere all’interno del blocco che sono state chiuse dalla pandemia, dicendo che non è troppo tardi per salvare parte della stagione turistica estiva pur mantenendo le persone al sicuro. Ma gli esperti dell’Oms sostengono che è necessaria estrema cautela per evitare nuovi focolai. Ryan ha aggiunto che l’apertura delle frontiere via terra è meno rischiosa rispetto all’agevolazione dei viaggi aerei. 

Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + 2 =