La nascita del governo giallo-rosso è appesa al responso che sarà espresso sulla piattaforma Rousseau. Votati alla democrazia diretta, i Cinque Stelle hanno scelto di sondare via web gli iscritti per decidere se dare il largo o meno all’alleanza col Pd dopo il naufragio del loro esecutivo in partnership con la Lega. La consultazione sarà vincolante, così, nel caso in cui la base bocciasse il Conte bis, la trattativa, già particolarmente complessa con i dem, s’interromperebbe all’istante. 

Quando si vota?

Il popolo pentastellato è chiamato a dire la sua domani dalle 9 alle 18. Questo il quesito che sarà sottoposto agli iscritti del Movimento sulla piattaforma online: “Sei d’accordo che il Movimento 5 Stelle faccia partire un Governo insieme al Partito Democratico e presieduto da Giuseppe Conte?”. I risultati dalle consultazione saranno disponibili entro la serata, anche se non è stato indicato un orario specifico. 

Chi può votare?

Possono esprimersi solo gli aderenti all’Associazione Cinque Stelle, dotati di documento d’identità certificato. Sono gli unici ad avere accesso all’area riservata del sito (con tanto di account e password) nella quale il Movimento di fatto realizza l’auspicata democrazia diretta. A norma di statuto dell’associazione, il giorno della delibera su una specifica questione hanno diritto di voto solo gli iscritti da almeno sei mesi. In questo modo i pentastellati scongiurano adesioni dell’ultimo minuto che possono dar adito a sospetti di contaminazione del suffragio. Si stima che siano 100mila gli aventi diritto a rispondere al quesito sul governo giallo-rosso. 

Che cos’è Rousseau?

Non è altro che un sito internet in cui gli aderenti al Movimento possono proporre leggi e partecipare alle decisioni più importanti per la vita politica dei pentastellati. La piattaforma, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, non è di proprietà del 5s, ma di una società privata senza scopo di lucro, l’Associazione Rousseau. Fondata da Gianroberto Casaleggio, oggi è controllata da suo figlio, Davide, insieme con Massimo Bugani, Pietro Dettori e Enrica Sabatini.

Chi verifica la regolarità delle consultazioni?

Non esiste una società terza che computi i voti effettivi e verifichi la correttezza delle preferenze espresse. Rousseau si affida piuttosto a un notaio di fiducia del movimento. Fatta questa premessa, va detto che la piattaforma nel passato prossimo ha evidenziato diverse falle strutturali. Le identità dei votanti non sono protette da anonimato, il sito è stato oggetto di vati attacchi hacker. A marzo Rousseau  è stato multato dal Garante della privacy: un’ammenda di 50mila euro in quanto la piattaforma – si leggeva nelle motivazioni –  “non garantisce la protezione delle schede elettroniche e l’anonimato dei votanti in tutte le fasi del procedimento elettorale elettronico”.

Follow Me

Walter Nicoletti

Founder at Voce Spettacolo
Walter Nicoletti è un produttore, filmmaker, attore e fonda Voce Spettacolo nel 2013. Laureato in Giurisprudenza. E' portavoce italiano della Notte degli Oscar® - European Oscar Party (2018-2019).
Walter Nicoletti
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + cinque =